La mia prima di The Dark Knight Rises

Domenica 22 luglio a Los Angeles, ore 22:30, ormai è parecchio che sono in trepidazione per vedere l’ultimo capolavoro di Nolan in terra americana. Arrivo all’Arclight Cinema di Hollywood seguito da migliaia di fans dell’uomo pipistrello, pronti anche loro a vedere l’ultimo capitolo della saga di Batman, iniziata a suo tempo con Batman Begins. Penso tra me “Speriamo che sia un film indimenticabile!”. Dopo circa 15 minuti di fila, riesco finalmente ad accaparrarmi un biglietto e ad arrivare nella sala principale dove sono esposti i costumi dei personaggi, che sono stati utilizzati nel film. Lo spettacolo è quello delle 23:00. “Benissimo solo 15 minuti da aspettare per vedere il nuovo Batman!”

Ma ora è tempo di iniziare a visionare il film! Dopo un breve sketch di un comico americano che ci augura una buona visione, cominciano a scorrere i loghi classici di Warner e DC Comics sul telo del cinema e il film incomincia. Ambientato ben 8 anni dopo la morte di Harvey Dent, vari personaggi tra cui il sindaco di Gotham e il Commissario James Gordon ricordano la figura dell’ex procuratore distrettuale ad una festa di beneficenza data da Bruce Wayne. Nel frattempo, su un aereo da un altra parte del mondo, Bane, ingannati i militari che pensavano di averlo catturato, riesce a prendere il controllo di un aereo e a fuggire insieme a un tecnico di bombe nucleari. A Villa Wayne compare Selina Kyle, celebre ladra, che si impossessa di alcuni oggetti di valore di Villa Wayne. Trovate impronte sulla cassaforte Bruce risale subito all’identità di Selina e prova a trovarla.

Arriva Bane in città che, dopo aver messo fuori gioco il Commissario Gordon, ruba un congegno nucleare con l’intento di far saltare in aria Gotham. Bruce Wayne non può tirarsi indietro e chiede aiuto a Lucius Fox per avere un nuovo veicolo capace di sostituire la Tumbler. Lucius gli mostra però di aver già ricostruito ben 3 Tumbler e soprattutto un nuovo batveicolo: Il Bataereo!
Rimessi i vestiti del Cavaliere Oscuro, Batman si allea momentaneamente con Catwoman/Selina Kyle, che però era d’accordo con Bane. Trovato il covo del criminale, Batman inizia una lotta con Bane, dalla quale però ne esce sconfitto, causa la mossa spezza schiena di Bane. Il criminale porta l’uomo pipistrello in un vecchio pozzo dove era cresciuto lui da bambino e che adesso è abitato da monaci. Lì Bruce inizia la sua riabilitazione e dopo un po’ di tempo riesce a rimettersi in forma e a tornare a Gotham City per fermare Bane.

Arrivato in città Bane innesca la bomba, grazie soprattutto alla collaborazione di un alleato che era rimasto nell’ombra per tutto il tempo: Talia Al Ghul! Batman torna a Gotham e riesce, grazie questa volta alla collaborazione con Catwoman, a fermare Talia e successivamente Bane. Ma è tempo però di portare via la bomba da Gotham e con il Bataereo decide di agganciare la bomba e portarla verso l’oceano atlantico. In un paesaggio incredibile, la bomba esplode dopo qualche secondo e il veicolo di Batman scompare nel nulla. Qualche tempo dopo, si svolgono i funerali di Bruce Wayne. L’immagine finale (che non voglio svelare per non rovinare il finale a nessuno, riguarda Alfred e John Blake, un poliziotto di Gotham, che non ho voluto analizzare nella mia recensione per la sciare qualche mistero).

Nell’aspettare l’uscita in Italia il 29 Agosto 2012, non posso che augurarvi buone vacanze!
(la recensione è stata fatta molto sintetica per non svelare ogni parte del film, e per lasciare a tutti la possibilità di vedere l’intero film senza conoscere troppo della trama.)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...