Batman Ninja adattato a manga, ma non è la prima trasposizione per il Cavaliere della notte in fumetto orientale

Batman Ninja , l’ultimo film animato targato “Warner Bros.”, riceverà un adattamento manga dallo scrittore e disegnatore Masato Hisa. Se desiderate sapere di più su tutte le altre trasposizioni di Batman in versione manga eccovi il discreto elenco che siamo riusciti a trovare.

Batman Ninja” , l’ultimo film animato targato Warner Bros, riceverà un adattamento manga dallo scrittore e disegnatore di “Area 51“. L’annuncio è arrivato dall’editore Shogakukan , che ha presentato la trasposizione cartacea di Batman Ninja sulle pagine della rivista mensile Monthly Hero’s Magazine. Il manga sarà realizzato da Masato Hisa e sarà composto da un unico capitolo che verrà pubblicato nel numero di questo mese (giugno 2018) della rivista giapponese. Non sono stati rivelati molti dettagli sull’adattamento di quest’opera, ma è probabile che verranno trasposti gli eventi del film animato giunto in release digitale durante il mese di maggio. L’artista che lo realizzerà, inoltre, è già noto ai fan per aver lavorato non solo all’opera “Area 51” ma anche ad altre come “Grateful Dead“, “Kamuya Ride“, “Nobunagan” e “Tsukinowaguma Koroshiya“.

Di seguito vi proponiamo la sinossi del film Batman Ninja:

In seguito a un incidente durante uno scontro con Gorilla Grodd nell’isola di Arkham, l’uomo pipistrello, la batfamiglia al completo e alcuni villain di Gotham City vengono catapultati indietro nel passato, e più precisamente in un antico Giappone feudale. Compito della batfamily e del Clan del Pipistrello sarà fermare l’avanzata dei villain per conquistare il Giappone.

Ricordiamo che il film conta due nomi di rilievo nel panorama d’animazione giapponese: Alla direzione Junpei Mizusaki ( “Le bizzarre avventure di JoJo” e “Le bizzarre avventure di JoJo: Stardust Crusaders” )  e alla sceneggiatura Kazuki Nakashima ( “Gurren Lagann” , “Kill la Kill” ).

Batman Ninja è stato rilasciato il 24 Aprile in formato digitale e l’8 Maggio in formato DVD e Blu-ray, mentre debutterà nelle sale giapponesi il 15 Giugno. Per quanto riguarda l’Italia, il film è stato proiettato in esclusiva alla fiera del fumetto “Napoli Comicon“.

Quello di Batman Ninja non è il primo caso in cui l’eroe di Gotham City (classico disegno americano) si trasforma in versione Manga. Vediamo insieme i casi che siamo riusciti a reperire.

Bat-Manga (Shōnen Gahōsha, 1966)

Nel 1966, dopo il successo della serie tv con Adam West e Burt Ward, la Shōnen Gahōsha chiese alla DC i diritti per la pubblicazione di storie di Batman prodotte interamente in Giappone. La realizzazione fu affidata interamente a Jiro Kuwata, che aveva già avuto a che fare con i supereroi, in particolare con Gekko Kamen. L’adattamento era abbastanza fedele nello spirito (e nel carachter design dei personaggi), ma raccontava storie del tutto inedite. Passata la moda della serie tv, nel 1967 la casa editrice interruppe la serie. La curiosità principale legata a tale serie è che, molti anni dopo, essa fu scoperta da David Mazzucchelli (il disegnatore di Batman: Anno Uno) durante un suo soggiorno in Giappone. Il disegnatore americano la fece così conoscere al suo amico designer (e anche lui autore di fumetti) Chip Kidd, che, da grande appassionato di Batman, nel 2008 pubblicò in Inghilterra il libro Bat-Manga!: The Secret History of Batman in Japan (Pantheon Books), realizzato con il contributo del collezionista Saul Ferris (che possedeva copie del manga) e del fotografo Geoff Spear, dando alla vicenda dei contorni quasi mitologici.

Batman: Death Mask di Yoshinori Natsume pubblicato qui in Italia a Novembre 2008 dalla Planeta DeAgostini, prende idea dal periodo trascorso in Giappone dal giovane Bruce Wayne per approfondire la conoscenza delle tecniche di attacco e difesa personale attraverso le arti marziali. Al centro della narrazione che procede senza particolari sussulti verso un finale prevedibile, un’antica maschera dalle peculiarità infernali, le infide trame di uno spietato affarista orientale e un serial killer che sfigura le sue vittime. Opera commissionata per il mercato a stelle e strisce dalla casa madre DC Comics all’artista Yoshinori Natsume con l’intento di avvicinare gli otaku americani al personaggio e al clima e alle situazioni classiche di Batman; si dimostra nettamente inferiore all’unico rilevante precedente a firma di Kia Asamiya intitolato “Batman: Child of dreams”. Sufficiente per trama e matite non supera il cliché dell’operazione di marketing improntata all’acquisizione di nuovi lettori, mostrandosi niente altro che un gradevole esercizio di stile.

Nel 2010, esordì invece negli Stati Uniti la serie Batman, Inc. di Grant Morrison, che presentava diverse varianti di Batman (finanziate da Bruce Wayne) al di fuori degli Stati Uniti. Tra queste, c’era anche un Uomo Pipistrello giapponese, mentre tra i personaggi di contorno spiccavano un Lord Death Man (analogo di un personaggio apparso anche nel manga) e tale Jiro Osamu, il cui nome omaggiava i mangaka Jiro Kuwata e Osamu Tezuka.

Ma Batman non è l’unico esempio recente di personaggi della DC Comics trasposti in formato manga: in questo periodo, infatti, è in corso un adattamento manga di Justice League.

BATMAN: L’OSCURO PRINCIPE AZZURRO vol. 1, di Enrico Marini (Recensione)

LO PUOI LEGGERE SU: BATMAN: L’OSCURO PRINCIPE AZZURRO vol. 1 ( volume, RW-Lion )

AUTORE: Enrico Marini

SINOSSI: Quando apprende da un notiziario di gossip che Bruce Wayne potrebbe avere una figlia segreta, Joker decide di rapirla e tenerla in ostaggio, per motivi ancora poco chiari. Batman inizierà allora una caccia disperata nei bassifondi di Gotham per ritrovare la piccola e consegnare una volta per tutte il Pagliaccio del crimine alla giustizia.

PRO: La sensibilità di un autore raffinato come Enrico Marini, italiano ma dal tratto peculiare del fumetto franco-belga, al servizio di un personaggio oscuro ed evocativo come Batman.

CONTRO: Non c’è una forte caratterizzazione dei personaggi, sia buoni che cattivi, in quanto l’autore ha preferito puntare più sul ritmo e l’azione.

GIUDIZIO COMPLESSIVO:

BATMAN: L’OSCURO PRINCIPE AZZURRO è un chiaro esempio di contaminazione e di quanto questa possa funzionare, specialmente con un personaggio che è già stato oggetto di innumerevoli interpretazioni come Batman.

In questo caso parliamo di un artista di casa nostra, che però lavora molto in Francia dato il suo tratto morbido e raffinato, tipico del fumetto d’oltralpe, a cui aggiunge una colorazione calda e pastosa, leggermente sfumata, che dona ancora più spessore e vivacità alle sue illustrazioni.

Marini si diverte a reinterpretare il mito batmaniano e la pittoresca fauna che affolla le strade di Gotham City, conferendo sempre un tocco personale. Il suo Cavaliere Oscuro, ad esempio, è un mix tra la versione New52 e quelle cinematografiche di Bale e Affleck ( con tanto di pupille anziché i canonici occhi banchi ), mentre Joker è molto più “fumettoso” e simile a un pagliaccio del circo.

La trama è probabilmente l’aspetto meno “europeo” di questo volume, in quanto è molto adrenalinica e ricca d’azione, come il più classico degli action movie americani, e non si sofferma ( almeno in questa prima parte ) sul lato più introspettivo dei personaggi. Resta comunque una lettura molto piacevole, che conferma l’abilità di un artista come Marini nel districarsi anche in ambiti che non sono esattamente i suoi, realizzando tavole dinamiche e di grande impatto.

VOTO: 7 ½

Editore: RW LION
Collana: BATMAN OSCURO PRINCIPE AZZURRO – n° 1
Serie: DC DELUXE
ISBN: 9788833042503
€ 14,95

Marco “Spider-Ci” Novelli

Wonder Woman: presenta il nuovo logo. Intanto in Inghilterra…

La Warner Bros. ha acquistato alcuni domini internet legati al sequel di Wonder Woman. e il nuovo simbolo che è stato condiviso anche da Geoff Johns su Twitter, sembra svelare verosimilmente quale sarà il titolo del lungometraggio.
L’immagine riporta infatti semplicemente la scritta WW84 e, oltre a confermare l’ambientazione temporale (di cui vi abbiamo anticipato qui), sembra sostenere le indiscrezioni legate a Wonder Woman 1984 come titolo ufficiale del progetto.
Nel lungometraggio debutteranno Kristen Wiig, che avrà il ruolo di Cheetah, e Pedro Pascal con un ruolo ancora avvolto dal mistero.

Nel giorno dell’annuncio del nuovo logo ecco una notizia che farà sobbalzare dalla sedia i fans sfegatati della super eroina. Becky Lord, insieme alla sorella, stava tornando a casa in auto, a Waterfoot, nel Lancashire, quando si è imbattuta in un uomo che puntava un coltello in direzione di una signora. È scesa dalla macchina e si è messa tra Sean Fell, un 30enne che aveva già trascorso 15 mesi in carcere, e la madre. Lord, dopo aver tentato di tranquillizzare l’aggressore, è passata all’azione e lo ha convinto ad allontanarsi. La polizia è intervenuta poco dopo e ha ribattezzato la donna “Wonder Woman“. Lei, in una intervista rilasciata a un quotidiano locale, ha dichiarato di non sentirsi una eroina.

L’immagine che abbiamo messo in evidenza è stata disegnata dall’artista Daniela Mela.

LEGO/DC Comics: il primo videogame con i Super-Villains giocabili

Con un comunicato stampa Warner Bros. Interactive Entertainment e TT Games hanno annunciato LEGO DC Super-Villains e , per celebrare l’evento, ha pubblicato il trailer di annuncio ufficiale che noi vi riportiamo qui sotto.

LEGO DC Super-Villains sarà disponibile su Playstation 4Xbox OneNintendo Switch e PC il prossimo 19 ottobre.

Di seguito vi riportiamo il comunicato stampa con tutti i dettagli.

“Oggi Warner Bros. Interactive Entertainment, TT Games, The LEGO Group e DC Entertainment oggi hanno annunciato LEGO DC Super-Villains, il primo gioco LEGO a mettere i giocatori al centro di un’avventura interamente dedicata ai supercriminali, con tutti i loro personaggi e scenari preferiti dell’universo DC. Per la prima volta un gioco LEGOoffre ai giocatori la possibilità di creare e vestire i panni di un supercriminale DC per tutto il gioco. L’avventura ruota intorno al loro personaggio, che dovrà allearsi con tantissimi supercriminali leggendari, in una divertentissima storia originale scritta in collaborazione con DC. LEGO DC Super-Villains sarà disponibile in Italia dal 19 ottobre 2018 per il sistema digitale di intrattenimento PlayStation4, Xbox One X, Nintendo Switch e PC.

“In LEGO DC Super-Villains i giocatori combinano ogni sorta di malefatta in modo spiritoso e divertente, scatenando i poteri malvagi dei loro supercriminali DC” ha dichiarato Tom Stone, Amministratore delegato di TT Games. “Con una quantità mai vista di opzioni di personalizzazione tra cui scegliere, i giocatori possono creare e personalizzare il loro personaggio all’inizio della storia e sbloccare nuovi poteri e abilità man mano che avanzano nel più divertente gioco LEGO di sempre”.

“La storia originale di LEGO DC Super-Villains capovolge completamente l’universo DC, catapultando i giocatori in un’avventura indimenticabile, con i più famosi supercriminali e scenari DC” ha affermato Ames Kirshen, Vicepresidente Interactive & Animation di DC Entertainment. “La gamma dei supercriminali DC più iconici è impareggiabile: i fan si divertiranno moltissimo a combattere al fianco di Joker, Harley Quinn, Lex Luthor e a molti altri per salvare la Terra da un pericolo ancora più grande”.
LEGO DC Super-Villains offre ai giocatori un modo completamente nuovo di giocare con i loro personaggi DC preferiti, con tutto l’umorismo e la stravaganza dei supercriminali”, ha dichiarato Sean McEvoy, vicepresidente di Digital Games, The LEGO Group. “I giocatori si divertiranno a esplorare il vastissimo universo DC in un modo che solo un gioco LEGO può offrire”.

In LEGO DC Super-Villains, la Justice League è sparita, lasciando il compito di proteggere la Terra a un nuovo gruppo di eroi che proviene da un universo parallelo e si fa chiamare “Justice Syndicate”. I famosi supercriminali DC della Legion of Doom scopriranno che i nuovi salvatori della Terra potrebbero non essere così tanto eroici quanto sembra. Capitanati dal personaggio del giocatore, completamente personalizzabile, questo gruppo di folli criminali dovrà unire le forze per scoprire e mandare a monte i piani malvagi che i misteriosi sconosciuti hanno in serbo.

All’inizio della campagna i giocatori possono creare il proprio supercriminale e personaggio principale personalizzato e allearsi con tantissimi supercriminali DC durante la modalità storia. Con l’avanzare del gioco i giocatori sbloccheranno nuovi poteri e abilità e potranno continuare a personalizzare il loro personaggio per sbarazzarsi di un’oscura minaccia. Gli amici e i familiari possono unirsi alla storia in qualsiasi momento grazie alle divertentissime modalità cooperative locali, in cui due giocatori possono fare squadra e affrontare epici scontri con i boss.

Per ulteriori informazioni sul gioco, visita il sito http://chaos-is-coming.wbgames.come segui i canali ufficiali LEGO DC Super-Villains su Facebook e YouTube, e @LEGODCGAME su Instagram e Twitter.”