La bat-collezione di Roberto Laganà

Sembra di capire che molti lettori di questo blog siano collezionisti di libri, albi a fumetti, tavole originali, dvd, gadget assortiti che riguardano il mitico Cavaliere Oscuro.
Ognuno di noi destina uno spazio della propria abitazione, o un garage segreto, o un capanno dedicato ad accogliere una parte dei propri oggetti del desiderio.  E’ il caso del giovane Roberto Laganà che cataloga e conserva questo materiale. Roberto Laganà Vinci nasce a Messina il 5 Gennaio 1995 da madre messinese e padre catanese. Mentre vi parliamo di lui, facciamo scorrere una piccola parte della sua collezione.

 

Fin da piccolo sviluppa un innato interesse per la lettura, interesse che sazia divorando, da un lato, grandi classici della letteratura come Moby Dick e 20000 leghe sotto i mari, dall’altro, montagne di Topolino.

Questo suo amore folle per la carta stampata si tramuta presto in passione per la scrittura, passione che lo spinge a frequentare uno dei licei classici della sua città, in cui si diploma nell’A.S. 2012/2013. Finiti gli studi classici, cambia completamente campo di studi, frequentando la facoltà di Chimica, ottenendo la Laurea Triennale nell’A.A. 2017/2018 e continuando a studiare per il conseguimento della Laurea Magistrale.

Nonostante questo cambio di direzione però, nel suo piccolo, non smette mai di scrivere né, certamente, di leggere. Dal 2016 fa parte dell’associazione culturale Hydra Eventi, associazione organizzatrice del MessinaCon, il festival del fumetto messinese.

Nonostante libri e fumetti siano stati fondamentali per la sua crescita personale, non è con loro che nasce una delle sue più grandi passioni, quella per il Crociato Incappucciato, per questa, Roberto deve ringraziare la cara vecchia, a tratti pericolosa, televisione. È con Batman: The Animated Series, infatti, che Roberto si approccia per la prima volta al mondo del Cavaliere Oscuro.

Batman diventa in breve tempo il suo eroe preferito, quello da cui si vestiva a Carnevale e quello ai cui principi si ispirava.

Nonostante questo, l’amore per Batman resta confinato allo schermo, fino al 2008, anno di uscita de’ Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan, il film dell’epifania, quello che spinge un tredicenne a dire: «Voglio saperne di più!».

È così che finalmente Roberto fa la conoscenza del suo primo vero fumetto di Batman: The Killing Joke, un’opera che lo colpisce così tanto da non fargliene avere più abbastanza. Inizia così a leggere, in principio, i più importanti capisaldi del Pipistrello, come Batman: Anno Uno o Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, successivamente, tutto quello che trova su Batman, cominciando, così, a costruire la sua piccola collezione.

 

 

 

Annunci