Addio a Joel Schumacher, ha diretto due capitoli della saga di Batman

Joel Schumacher,  è conosciuto dai cultori dell’uomo pipistrello soprattutto per i suoi ultimi lavori, Batman Forever e Batman e Robin. Il regista è morto il 22 Giugno 2020 all’età di 80 anni. Da tempo era malato di tumore. A darne l’annuncio un suo portavoce, che si trovava con lui questa mattina a New York.

Nato a nella Grande Mela il 29 agosto 1939 da madre svedese di fede ebraica e da padre americano praticante battista, cresce in una famiglia molto religiosa che però gli permette di seguire i propri interessi: il giovane Schumacher si iscrive così alla Parsons School of Design, attratto da tutto ciò che riguarda l’arte e l’estetica.

Il regista Joel Schumacher – Immagine realizzata da Orgoglio Nerd

Nella metà degli anni Novanta viene scelto come ‘successore’, dopo Tim Burton, per continuare a trasporre al cinema le avventure del Cavaliere Oscuro. È il 1995 quando dirige Batman Forever (1995) cui segue, nel 1997, il tanto criticato Batman & Robin. Il film, che ha per protagonisti George ClooneyChris O’Donnell e Alicia Silverstone e i ‘cattivi’ Arnold Schwarzenegger e Uma Thurman, è stato duramente contestato sia dalla critica che dagli spettatori per le scelte stilistiche ed estetiche, tanto che vent’anni dopo il regista ha chiesto scusa ai fan dell’eroe di Gotham City. Tuttavia, anche se non di certo uno dei registi preferiti dai critici, nella sua carriera ha ricevuto ben tre nomination agli Oscar.

Batman Forever

Batman Forever

Nel 2017 Joel Schumacher ha ammesso le proprie colpe. Non tanto per Batman Forever quanto per Batman & Robin, il film che decretò la fine, per quel periodo storico, dei cinefumetti al cinema e delle pellicole incentrate sull’Uomo Pipistrello.

“Mi scuso. Mi scuso con tutti i fan che sono rimasti delusi” spiega Schumacher “Sapevo che non avrei dovuto fare un sequel. Se sei fortunato, esci di ‘scena’. Ma alla Warner Bros. tutti si aspettavano che ne facessi uno. Dal flop di Lost Boys ero diventato un genio con Il Cliente, poi ho girato un grande blockbuster con Batman Forever, e poi ho ottenuto ottime recensioni con Il Momento di Uccidere. Non avevamo mai pianificato di diventare il re dei blockbuster perché i miei altri film erano piccoli e avevano trovato successo più tra il pubblico che tra la critica, ed è per loro che li facciamo. E dopo Batman & Robin sono diventato immondizia. Era come se avessi ucciso un bambino”.

Fu un “mea culpa” che sorprese noi fan visto che, nel corso degli anni, il regista ha difeso a spada tratta il suo lavoro, a differenza dei suoi protagonisti, in primis George Clooney, che dichiarò in un intervista di aver quasi “ucciso” Batman.

Per quanto riguarda i costumi con i ‘capezzoli’, il regista ha svelato: “Ho detto loro di rendere i costumi più anatomici. Ho mandato loro foto di statue greche e disegni anatomici incredibili presi da libri di medicina. Jose Fernandez ha disegnato questi costumi con i capezzoli e ho pensato: sono cool!”.

Quindi, sia pur con ritardo, Joel Schumacher si è assunto la sua responsabilità creativa del film Batman & Robin, la pellicola più criticata dai fans del Cavaliere della notte.

Jim Carrey ha reso omaggio al regista con un’immagine pubblicata sul suo account ufficiale Twitter. Carrey ha lavorato con Schumacher in due occasioni: nel primo film su Batman diretto dal regista, Batman Forever, e diversi anni dopo in Number 23.

“Joel Schumacher è morto. Ha visto cose più profonde in me rispetto alla maggior parte delle persone e ha vissuto una vita meravigliosamente creativa ed eroica. Sono grato di averlo avuto come amico” ha scritto la star sui social.

Noi di Batman Crime Solver, vogliamo omaggiare la sua dipartita con un pezzo che celebra i 20 anni dei suoi film di Batman e che potete trovare qui.

Di seguito troverete qualche albo uscito in edicola sui film di Batman diretti da Joel Schumacher :

4 thoughts on “Addio a Joel Schumacher, ha diretto due capitoli della saga di Batman

  1. Joel Schumacher è stato comunque sia un regista con una certa visione del cinema ben definita e in certi casi è riuscito a realizzare dei film incredibili diventati poi cult come ad esempio Un giorno di ordinaria follia, Ragazzi perduti e In linea con l’assassino (quest’ultimo uno dei miei preferiti). Mi dispiace molto per la sua scomparsa e mi dispiace molto che per tanti verrà ricordato solo per quei due film su Batman (di cui in realtà Batman Forever neanche mi dispiaceva anche se aveva parecchi difetti).

    • Siamo in linea di pensiero The Butcher. In linea con l’assassino e Un giorno di ordinaria follia, per me se la battono. Comunque parliamo di un buon regista che ha saputo regalarci emozioni. Batman Forever e’ stato un film accettabile dal mio punto di vista, un po’ meno Batman & Robin, per quanto faccia molto il verso ai telefilm degli anni 60.

      • Praticamente hanno deciso di fare un passo indietro cercando di rendere Batman un prodotto più adatto alle famiglie e questo secondo me è stato un errore, hanno fatto un passo indietro piuttosto che avanti. In Linea con l’assassino in un certo senso è un film che è riuscito a influenzarmi parecchio e mi diverte ogni volta che lo riguardo.

      • Diciamo che visto dal punto di vista dei 12enni dell’epoca sono stati film più che azzeccati. Poi è chiaro che Batman sul grande schermo lo devi portare per un target di più alto profilo.

I tuoi commenti sono sempre i benvenuti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...