Batman: gli esordi – Parte 3

Anche Batman e Robin, come tanti altri eroi dei fumetti e della letteratura popolare, hanno un’identità segreta che (per fortuna!) ha un’importanza secondaria rispetto al “caso” Superman-Clark Kent. Batman è il miliardario Bruce Wayne (secondo Nelson Bridwell il nome deriva da Robert the Bruce, eroico re di Scozia, e da Anthony Wayne, eroe della guerra d’indipendenza americana), mentre Robin è il suo giovane pupillo Dick Grayson. Il loro alto ‘tenore di vita rappresenta un ottimo alibi per le loro attività. Bruce non è esageratamente timido come Clark Kent, ma la sua spensieratezza e il suo apparente disinteresse per ciò che è fuori da un certo mondo dorato lo pongono al di sopra di ogni sospetto. Tanto che nessuna delle persone che lo conoscono lo riterrebbe all’altezza delle imprese che compie Batman. Il rifugio di Batman e Robin è la Batcaverna. Si tratta di un antro naturale situato sotto la villa dei Wayne: inizialmente pieno di trofei e souvenirs delle loro fantastiche imprese e in seguito zeppo di marchingegni scientifici o fantascientifici. Vi si accede dalla villa attraverso un passaggio segreto, mimetizzato da un grande orologio a pendolo. Tale ingresso è stato in seguito “aggiornato”.

Anche se Batman e Robin non sono dotati di particolari superpoteri e devono “accontentarsi” delle loro straordinarie doti acrobati-che, della loro intelligenza e di un numero pressoché infinito di marchingegni, sui quali torneremo tra poco, molte loro avventure hanno un carattere “spaziale”. Batman non vola su altri mondi, né costruisce astronavi, ma raggi di teletrasportato lo portano di tanto in tanto (soprattutto negli anni Cinquanta) su lontani pianeti dove è necessaria la sua opera o dove gareggerà in grandiose olimpiadi intergalattiche come rappresentante della Terra. Oppure va a caccia di qualche bandito extraterrestre sceso proditoriamente sul nostro pianeta. Inoltre, grazie a una macchina del tempo realizzata dal professor Nichols non mancano neppure saltuarie avventure nel passato. Nella loro lotta contro il crimine, Batman e Robin si servono di vari marchingegni che ricordano non solo per la forma ma anche per il nome il pipistrello (“bat” in inglese), e che hanno un ruolo assai importante nelle loro indagini e spesso un ruolo determinante quando devono tirarsi fuori da qualche impaccio: dalla Batmobile al Batelicottero, da tutta una serie di funzionali Batarang (specie di boomerang) a una Batcintura che è un vero e proprio campionario di oggetti utili in ogni occasione, da una macchina fotografica in miniatura alle capsule fumogene, da una serie di chiavi universali a una torcia a raggi infrarossi.

Real Fact Comics n. 5 (Novembre 1946) di 21 uscite, conduce i fan in un tour della Batcaverna condotto da Bob Kane.

Con il passare del tempo questi marchingegni hanno subito non poche trasformazioni (basti pensare alla Batmobile, tanto per fare un solo esempio): alcuni sono stati quasi completamente abbandonati mentre altri hanno subìto una rapida evoluzione. Alla fine degli anni Sessanta la Bat-cintura ospitava persino un mini laser! Con il passare degli anni anche la Batmobile ha conosciuto diverse trasformazioni e ha subìto non pochi cambiamenti passando da una tozza berlina familiare (con muso da pipistrello sul radiatore e un’ala di pipistrello sulla capote) ad avveniristiche edizioni più recenti con tettuccio trasparente e batpinne laterali.

5 thoughts on “Batman: gli esordi – Parte 3

  1. L’evoluzione che i gadget di Batman hanno subito nel tempo sono davvero affascinanti e descrivono alla perfezione il periodo storico in cui erano ambientate le storie. Un ottimo approfondimento!

I tuoi commenti sono sempre i benvenuti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...