Batman: se il film del 1989 a fumetti ci ricorda la grandezza di Michael Keaton

L’albo edito da Panini contiene il primo numero dei DC Movie Special. Uscito nel 1989.

Per chi è nato alla fine degli Anni Ottanta c’è solo un Batman: Michael Keaton. Grazie alla visione di Tim Burton, il supereroe della DC trovò la dimensione perfetta in un film che si rese fumetto, e viceversa. Un’opera cinematografica densa, estremamente pop e costruita secondo i canoni del cinema artigianale. Basti pensare alla scenografia gotica-espressionista (totalmente analogica!) ideata da Anton Furst, Leslie Tomkins e Peter Young, oppure il trucco di Paul Engelen e Nick Dudman, che permisero a Jack Nicholson di sovrapporsi perfettamente al Joker. Dopo oltre trent’anni – e altri tre Bruce Wayne passati al cinema – quel film è ancora un punto focale, tanto che con l’uscita di The Batman di Matt Reeves si è riacceso il dibattito su chi sia davvero il miglior Cavaliere Oscuro di sempre.

Se avete ancora dei dubbi, potete rivedere il film di Tim Burton ma, soprattutto, potete addirittura sfogliarlo. Come? Grazie alla splendida versione a fumetti edita da Panini Comics. Batman: Il Film del 1989 a Fumetti, infatti, è la traslitterazione diretta della pellicola, magistralmente scritta da Dennis O’Neil e meravigliosamente disegnata da Jerry Ordway, in uno stile che ricalca appunto i fumetti degli Anni Ottanta. Il motivo? Il fumetto altro non è che l’edizione rilegata e cartonata del primo numero dei DC Movie Special, che arrivò nelle edicole insieme al film nel lontano 1989. Questa versione a fumetti, celebrata dai fan nonché l’inizio di una “narrazione sequenziale”, raccoglie l’albo originale oltre alle inedite scansioni in alta risoluzione delle tavole di Jerry Ordway, quel disegnatore che rilanciò le figure di Superman e di Shazam! agli inizi dei 90s.

Interessante lo scopo originario del fumetto: durante la pre-produzione i fan non accolsero benissimo la scelta di scritturare Michael Keaton con Batman. In risposta, il produttore Jon Peters escogitò un piano che, a guardar bene, lanciò per la prima volta il fattore “aspettativa”. Attorno al film di Tim Burton si creò quindi il tanto citato hype – il regista, a dire il vero, non era entusiasta di questa attesa spasmodica pianificata dalla Warner –, a cominciare dal primo trailer rilasciato nel Natale del 1988. Un trailer che mostrava poco, ma che lanciò di fatto la Batmania: fino all’uscita, nel giugno del 1989, la DC incassò oltre 700milioni di dollari provenienti dal merchandising. Praticamente qualunque cosa era brandizzato Batman. E il fumetto, tornato oggi nelle librerie e nelle fumetterie, era il gancio perfetto per convincere i fan ad andare al cinema. Il resto, come sapete, è storia: Batman incassò globalmente 411milioni di dollari worldwide. Il miglior box office DC Comics fino al 2008, quando uscì Il Cavaliere Oscuro di Christopher Nolan.

Fonte: [hotcorn.com di Damiano Panattoni]

Pubblicità

3 thoughts on “Batman: se il film del 1989 a fumetti ci ricorda la grandezza di Michael Keaton

    • Ogni periodo storico ha il suo Batman che è figlio dei tempi, poi siamo noi con i nostri gusti a scegliere, come giustamente fai anche tu. In linea di massima mi trovi d’accordo. Per quanto riguarda i miei gusti, sento la necessità di aggiungere alla tua lista almeno altri due titoli: uno del DCEU Snyderverse ovvero Batman v Superman e uno di Batman Terra 2 ovvero l’ultimo The Batman.

      Piace a 1 persona

I tuoi commenti sono sempre i benvenuti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...