BATCOSPLAY: SABATINO D’AGOSTINO

La nuova edizione autunnale di Romics 2015 ha chiuso i battenti. Quattro giorni intensi in cui migliaia di persone hanno invaso la Fiera di Roma, chi in cosplay e chi no, e goduto delle tante iniziative in programma, passeggiato tra gli stand di espositori e negozianti, incontrato gli autori, provato videogiochi in anteprima e, cosa non da meno, incontrato tantissimi appassionati con interessi in comune. Abbiamo avuto l’opportunita’ di conoscere un cosplay dedicato al nostro beniamino veramente ben riuscito, così gli abbiamo chiesto di presentare il suo bel lavoro qui sul nostro blog.

Mi chiamo Sabatino D’Agostino e ho 24 anni e la passione per il Cavaliere Oscuro da molto tempo. Colleziono fumetti, statue e action figure di Batman e altri personaggi Marvel e DC. Da due anni ho iniziato a dilettarmi nell’arte del cosplay . Il personaggio di cui vi parlo e che ho realizzato in occasione del Romics di ottobre 2015 è Batman accompagnato da Batgirl, interpretata dalla mia fidanzata che si chiama Giordana. Ho realizzato l’intero costume creando un ibrido fra i vari costumi classici del Crociato Incappucciato ma quello al quale mi sono ispirato di più, in particolare per la rappresentazione della maschera è “Batman Hush”. Per la realizzazione del costume è stata cucita una tuta in lycra sopra la quale è stato appuntato uno stemma personalizzato di Batman in pelle, lo stesso materiale con il quale è stato creato il pantaloncino. Tutto è stato rammendato dalla mia sarta di fiducia e cioè mia madre . Per quanto riguarda il mantello ho disegnato la sagoma su pelle e ho ritagliato il tutto, attaccandolo alla tuta con dei bottoni in ferro. Invece per quanto riguarda i gauntlet ho preso un paio di parastinchi, che avevo in casa, ai quali ho applicato nella parte interna tre lame tagliate da me con la mola elettrica su un foglio in acciaio, poi  ho verniciato il tutto e ho fatto cucire nella parte interna un pezzo di tessuto nero per rendere l’idea del gauntlet .

Il parastinco utilizzato

Il parastinco utilizzato

Mentre i guanti sono stati acquistati gli stivali e i paraginocchia mi sono stati prestati.

Il guanto utilizzato

Il guanto utilizzato

Per la cintura invece, le tasche multiuso e la cintura stessa sono state acquistate, mentre i cilindri li ho realizzati verniciando i tubi delle vitamine multicentrum e infine lo stemma l’ho realizzato tagliando una piastra in acciaio di forma rettangolare sulla quale ho attaccato uno stemma di pipistrello anch’esso in acciaio.

Vista frontale del costume

Vista frontale del costume

La parte più complessa è stata la realizzazione della maschera utilizzando varie tecniche e materiali. Il punto di partenza è stato la realizzazione del guscio della mia testa attraverso l’utilizzo di bende gessate, all’interno del quale poi ho versato del gesso ceramico extraduro. Asciugato il gesso è stato possibile ricavare la copia della mia testa sopra alla quale ho realizzato il calco della maschera di Batman con argilla . Una volta realizzata la scultura ho colato su di essa del gesso tixotropico gv81, logicamente facendo un muro di argilla tra la colata di gesso sulla parte frontale e quella sulla parte posteriore con dei registri, così da avere due parti di gesso che combaciano. Una volta in possesso delle due parti in gesso pulite le ho fatte combaciare e all’interno ho fatto una colata di lattice prevulcanizzato (resina naturale ed economica adatta alla realizzazione di calchi e stampi di piccole dimensioni), miscelato con il colore acrilico nero polycolor, e dopo aver aspettato il giusto tempo per l’essiccamento è stato possibile togliere la maschera di Batman finita. Per renderla lucida ho spalmato sopra il prodotto primal b 60 a (resina acrilica pura in dispersione acquosa).

Vista di profilo del costume

Vista di profilo del costume

Per quanto riguarda la realizzazione della maschera sono stato aiutato dal  amico  Armando , con il quale (insieme ad altri) condivido un progetto che consiste in primis nella realizzazione di un fanfilm su Batman e di ripiego tutto ciò verte anche sulla realizzazione di costumi per cosplayer. Il progetto sarà pubblicizzato sulla nostra pagina Facebook e Instagram Crime Alley Studios da poche settimane in rete. Le idee sono ancora tante e speriamo di poterli realizzare tutte.

 

 

 

Annunci

I Bat-congegni

Grazie a una miriade di strumenti miniaturizzati, nascosti nella Bat-cintura e nella Batmobile, il Cavaliere Oscuro ha dato una svolta altamente tecnologica alle sue indagini. Il vero gioiello del suo arsenale è l'”Attrezzo universale” per la disattivazione di congegni elettronici. La maggior parte dei laboratori di medicina legale invidierebbero il kit “Scena del delitto”, completo di micro-comatografo mobile a gas. Ancor più straordinari sono il mini-computer satellitare e il telecomando per il controllo a distanza della Batmobile. Non meno utili per la lotta contro il crimine sono la torcia digitale, le maschere antigas, il binocolo multifunzione, i tracciatori e altre preziose apparecchiature scientifiche.

I FERRI DEL MESTIERE

Durante il suo decennale tirocinio verso la preparazione fisica, Bruce Wayne si immerse anche nello studio dell’elettronica, dei computer e di tutti i marchingegni high-teach utilizzati da una criminalità sempre più attrezzata tecnicamente. Mentre la medicina legale e le tecniche d’individuazione delle prove compivano passi da gigante, Bruce badava a che gli strumenti della sua crociata contro il crimine riflettessero la più avanzata tecnologia disponibile. E se i ricercatori della WayneTeach non riuscivano a fornire il componente richiesto egli era in grado di fabbricarselo da solo!

TORCIA DIGITALE

Alimentata da una micro-batteria ricaricabile, la torcia può essere portata su qualsiasi dito. LED radiali bianchi, rossi e a infrarossi emettono raggi da 10.000 micro-candele,  concentrati o a largo raggio, azionati da comandi digitali sensibili al tocco.

MINI-COMPUTER

Completamente pieghevole, con la tastiera standard all’86% e batterie ricaricabili, il computer ha una CPU da 2,6 gigahertz, chip-set compatti con BIOS DOS e non-DOS, un telefono cellulare con segnale criptato, un fax/modem digitale, il GPS, e un lettore/masterizzatore di CD-ROM. Il Bat-telecomando può essere staccato dall’unità principale.

KIT “SCENA DEL DELITTO”

Comprende una telecamera multispettro ad alta risoluzione con funzioni fermo-immagine e video; un micro-cromotografro a gas; buste di varie dimensioni per la conservazione dei campioni e l’essiccazione del sangue; materiali per rilevare le impronte digitali (polveri tradizionali e adesivo al cianoacrilato) e un software per il collegamento diretto all’hardware di medicina legale del Bat-costume della Batcaverna e della Batmobile.

KIT ATTREZZI

Un manicotto selettore esterno dispone l’unità di guida sullo strumento richiesto. Il kit comprende tagliafili e spelafili, apri-serrature elettronici, nonché punte a torsione, a tubo e a croce.

BINOCOLO MULTIFUNZIONE

Un’interfaccia digitale ad alta risoluzione permette la visione di immagini convenzionali, a infrarossi e a ultravioletti. Sono comprese l’amplificazione luminosa e la “soppressione del bagliore” per ridurre il riverbero. Lenti  olografiche e zoom digitale si combinano per garantire un  ulteriore ingrandimento 60x, in aggiunta alla funzione di fermo-immagine fotografico.

TRACCIATORE

Un micro-tracciatore GPS nel tacco di uno stivale di Batman permette ad Alfred di localizzare la posizione. Per sorvegliare i criminali, Batman impiega tracciatori  “aderenti” a gamma limitata, larghi 27 mm, e tracciatori “da lancio” da 22 mm, bordati in gomma, con collegamenti digitali ai ripetitori della Bat-cintura.

MASCHERA ANTIGAS

Oltre alle maschere tradizionali di tipo compatto, riposte in pacchi da 6 nella Bat-cintura, Batman dispone d’una maschera antigas più resistente, completa di respiratore a sigillatura integrale. Questa maschera, studiata per un impiego ad ampio spettro, assicura protezione da numerosi agenti chimici, biologici e nucleari.

ATTREZZO UNIVERSALE

Lungo appena 22 cm e pesante 1,5 Kg, il “portatutto” elettronico di Batman è alimentato da mini-batterie ricaricabili, e contiene l’intera attrezzatura miniaturizzata di un cablatore in un unico contenitore d’acciaio temprato, utilizzabile anche come un comodo martello.

La Bat-cintura

I batrang, le funi in corda monofilamento e le bombe a gas sono alcuni dei “jolly” che il Cavaliere Oscuro nasconde nella Bat-cintura, probabilmente il più sofisticato arsenale anticrimine mai concepito. Nei vari scomparti della cintura sono riposti gli strumenti miniaturizzati e i deterrenti non letali cui Batman ricorre durante le ronde notturne. Oltre capsule di gas, trasmittenti senza fili, grimaldelli, antitossine, respiratori e altre attrezzature sofisticate, la cintura è anche munita di un sistema di autodistruzione anti-effrazione.

Massima utilità
La prima Bat-cintura era leggera e aerodinamica. La fibbia
nascondeva una fune di scorta e una lancia-ganci azionato a CO2.
Durante il periodo della Terra di Nessuno (la storia, crossover
incentrata sul nuovo ordine a Gotham City a seguito di un
terremoto), Batman adottò una cintura più voluminosa, che gli
permetteva di portare con sè ulteriori armi e scorte necessarie
per sopravvivere in una Gotham ridotta dal terremoto a un cumulo
di macerie.

Torcia tascabile a penna
Antesignana dell’ancor più piccola torcia digitale, garantiva a Batman ampia illuminazione notturna. Era equipaggiata con un boccaglio in gomma, così da poterla usare senza adoperare le mani.

 

 

Trasmettitore palmare
Batman comunica tramite telefono cellulare ed e-mail criptati attraverso le trasmissioni satellitari WayneTeach a connessione sicura, inviate attraverso la rete di computer della Batcaverna.

 

Scomparto Batrang
Alcuni scomparti rettangolari della cintura nascondono Batrang
con diverse modalità di lancio e di impatto; tra di essi vi è
anche un caricatore che contiene fino a cinque mini-Batrang
pieghevoli.

Funi per saltare
Le funi leggere di Batman combinano la robustezza delle funi da
alpinismo con la flessibilità delle corde da bungee jumping.
Questi cavi monofilmento con deceleratore, testati per sostenere
fino a 180 Kg. di peso, contribuiscono a rallentare la discesa
di Batman durante i suoi saldi dai tetti.

Iconografia della Batcintura