Buon compleanno, Alfred! Michael Caine festeggia oggi il suo 83° compleanno

Sir Maurice Joseph Micklewhite Jr in arte Michael Caine è un attore britannico veterano con decenni di esperienza, apparso in decine di film in tutta la sua carriera. Noi fan di Batman lo ricordiamo soprattutto per la celebre interpretazione di Alfred Pennyworth, fedele maggiordomo di Bruce Wayne, nella trilogia de Il Cavaliere Oscuro (https://batmancrimesolver.wordpress.com/about/), la cui interpretazione nel nuovo film Batman v Superman sarà di Geremie Irons. L’Alfred di Caine era un personaggio molto particolare in Batman Begins, Il cavaliere oscuro e The Dark Knight Rises, fungeva quasi da guida a Batman durante la guerra contro il crimine.

La collaborazione di Michael Caine con il regista della trilogia, Christopher Nolan, ha portato al coinvolgimento dello stesso Caine in ogni film diretto dal grande regista a partire dal film del 2005 di Batman Begins. Caine è apparso infatti anche in The Prestige, Inception, e, più recentemente, Interstellar.

Un altro ruolo importante per Caine in ambito fumettistico è stata la sua interpretazione in Kingsman: Secret Service. Nell’adattamento della serie di fumetti di Mark Millar “The Secret Service”, interpretava Arthur. I suoi altri ruoli notevoli includono Nigel Powers in Austin Powers: Gold Member e Scrooge in The Muppet Christmas Carol. Nato a Londra, Inghilterra, Caine raggiunge la notorietà internazionale sul finire degli anni sessanta con Alfie (1966) di Lewis Gilbert, e bissa il successo nel decennio successivo con pellicole quali Carter (1971), L’uomo che volle farsi re (1975) e Quell’ultimo ponte (1978). In età matura, dagli anni ottanta, riceve i principali riconoscimenti della carriera, un BAFTA Award e un Golden Globe per Rita, Rita, Rita (1983) e soprattutto il primo dei due Oscar, grazie al ruolo di Elliot, perdutamente innamorato della cognata, in Hannah e le sue sorelle di Woody Allen (1986).

Riceve un secondo premio Oscar come miglior attore non protagonista per l’interpretazione di un medico abortista in Le regole della casa del sidro (1999).

Alfred a Firenze

Batman v Superman: Trailer durante il Super Bowl?

Anche se manca ancora più di un anno dal rilascio nelle sale cinematografiche, c’è stato un gran parlare sul trailer di Batman v Superman : Dawn of Justice (qui potete vedere qualche frame). A parte le immagini di Batman, Superman e Wonder Woman e la clip esclusiva al Comic-Con di San Diego lo scorso luglio, non vi è stato alcun filmato ufficiale rilasciato per il film ancora. Circolano molte voci negli ultimi mesi su quando la Warner Bros avrà intenzione di farci assaggiare qualche frame su ciò che vedremo nel 2016. La possibilità più vincina suggerisce che la prima preview del team-up di supereroi potrebbe andare in onda questa Domenica durante il Super Bowl. Comicbook.com pare abbia raccolto voci che la Warner Bros potrebbe in onda uno spot televisivo durante la partita di campionato di football tra i New England Patriots e Seattle Seahawks. L’articolo afferma che questo potrebbe essere, da parte della Warner Bros., un buon modo per mostrare una seria concorrenza ai Marvel Studios, che possono promuovere Avengers: Age of Ultron e Ant-Man . L’anno scorso il Super Bowl ha attirato oltre 110 milioni di telespettatori , quindi ci sarebbe certamente una gigantesca odience di pubblico a vedere Superman di Henry Cavill e Batman di Ben Affleck per la prima volta. Il rilascio del trailer in anteprima a più di un anno della data di uscita non è raro per i film della DC Comics. Batman Begins , The Dark Knight , The Dark Knight Rises e Man of Steel sono stati trasmessi circa 12 mesi prima di essere distribuiti nelle sale di tutto il mondo.
D’altra parte si parla del film più atteso del 2016. Batman v Superman: Dawn of Justice, il sequel de L’Uomo d’Acciaio diretto da Zack Snyder, unirà per la prima volta in un solo film Batman e Superman, e tutti non vediamo l’ora di vedere le prime immagini di Ben Affleck nei panni dell’Uomo Pipistrello.

AGGIORNAMENTO DEL 03.02.2015

Le motivazioni del perche’ il trailer non e’ andato in onda sono ben evidenziate in questo articolo di melty.it

Ecco lo screenshot dal sito ispot.tv

Ecco lo screenshot dal sito ispot.tv

Il logo ufficiale del film Batman v Superman

Il logo ufficiale del film Batman v Superman

Christopher Nolan sulle origini di Batman Begins: “Nessuno parlava ancora di reboot”

Batman Begins

Batman Begins

Quando Batman Begins debuttò nelle sale cinematografiche nel 2005 fu chiaro fin da subito che quel prodotto avrebbe avuto un forte impatto sul sistema supereroistico legato al cinema e il suo sequel, Il Cavaliere Oscuro, uscito nel 2008 confermò il tutto.

Parlando con l’Hollywood Reporter Christopher Nolan ha avuto modo di parlare delle origini del primo capitolo della trilogia del Cavaliere Oscuro che noi tutti conosciamo:

L’idea è venuta a me in una maniera molto interessante tramite il mio agente, Dan Aloni, che mi disse “Probabilmente non sarai interessato ma la Warner Bros. ha intenzione di fare qualcosa di nuovo con Batman”. Aveva raggiunto la conclusione di un ciclo vitale se volete. Al momento poi non esisteva ancora il termine “reboot” quindi la questione si è spostata sul “Che cosa ne facciamo?” Ed io ho risposto ” Beh, in realtà c’è qualcosa di molto interessante”, uno dei film che mi ha più influenzato e di cui parlammo era Superman di Dick Donner… così sono andato agli studios e ho esposto le mie idee su quello che volevo realizzare. Non conosco colui che usò per la prima volta il termine reboot ma sicuramente lo ha utilizzato dopo l’uscita di Batman Begins quindi anche noi non avevamo nessun punto di riferimento sul percorso che avremmo dovuto intraprendere sul piano di “reset di un franchise”. Era più una cosa “Nessuno ha mai trattato le origini di questo tipo di storia in questo determinato modo, tra azione contemporanea e blockbuster”.

Quello che mi è sempre piaciuto di Superman era il mondo in cui New York sembrava New York, o meglio, il modo in cui Metropolis assomigliasse a New York. C’era questo ragazzo che volava attraverso le vie della città. [..] Era incredibile quindi abbiamo cercato di fare la stessa cosa per Batman iniziando mettendo insieme un grande cast iniziando da Christan Bale per poi passare a Sir Michael Caine, Gary Oldman, Morgan Freeman e Tom Wilkinson. E ‘stato semplicemente incredibile.

[Fonte: badtaste]

I concept art di Jamie Rama per Il Cavaliere Oscuro

 

Il Cavaliere Oscuro Il Ritorno

Il Cavaliere Oscuro Il Ritorno

Un concept artist è un progettista. Il termine deriva da concept design ovvero progettazione di concept, dove per concept si intende un modellino, o un esercizio di stile o a volte addirittura un prototipo funzionante. I lavori di un concept designer sono finalizzati quindi a rappresentare concetti, perlopiù visionari e futuristici che quasi mai passano a una vera e propria produzione industriale, bensì restano a livello artigianale di piccola serie, visto che non sono stati concepiti per soddisfare un mercato, ma solo per interpretare un’idea o un concetto. Uno degli esempi più vasti e importanti del XX secolo che vedono una massiccia presenza di opere di concept designer è tutta la parte scenografica dei film. Siamo lieti di presentarvi, qui di seguito, i concept art pensati e realizzati da Jamie Rama per la reinterpretazione di Batman ideata da Christopher Nolan.

Foto di Jamie RamaXtUqIrC TafUbfp oOv0TtC NK7av77 lVrFG5K LQSPHD1 jf0l29T jVndNCG gDi0yLg HYBxPqh iI3SGim EZXrkvQ F23tywT BDr7vfU C2m8nI3 cRPuAnw AnUseUM

 

Batman Silent Book: countdown e ringraziamenti

“Come uomo non sono che ossa e carne. Posso essere ignorato. Posso essere distrutto. Ma come simbolo… come simbolo posso essere incorruttibile. Posso essere immortale”.

Con queste parole tratte dal film “Batman Begins” di Christopher Nolan voglio iniziare questo breve articolo sul libro di prossima uscita che ho curato con tanta passione, lavoro notturno e condivisione amichevole da parte degli amici di Orgoglio Nerd nella persona di Daniele Dacco’ e DC Leaguers nella persona di Marco Cecini, i quali mi hanno affiancato con la loro preziosa sapienza di consumati redattori.
La frase racchiude in se tutto il significato simbolo del nostro Crociato Incappucciato.
Ma qual è la forza che muove Wayne? Il recondito desiderio di morire come sostiene il fido Alfred? Proteggere tutti quegli innocenti che come i genitori di Bruce rischiano di essere travolti da una follia omicida?
Tutte domande che si intrecciano in modo superbo nelle mille e più trasposizioni di Batman che, sia pur per un pubblico dedicato ai piu’ piccoli, ricreano quel senso di frustrazione e impotenza che sono la vera nemesi di Batman. Il nostro amato eroe non è solo un tizio in costume che conosce le arti marziali e usa gadget fichissimi…Batman come dicevamo e’ un simbolo di riscatto e forza, di un indomito desiderio di giustizia.
Il libro in questione, curato da me (Stefano Avvisati) con la collaborazione amichevole di Dc Leaguers e OrgoglioNerd, invita i lettori a vivere un’avventura fantastica nel mondo dell’immaginario di Gotham City, città che ospita il celebre Bruce Wayne, tantissimi altri eroi ed anche una serie indefinibile di criminali più o meno pericolosi. Il Batman Silent Book non è un fumetto, ma una manifestazione dell’arte monografica italiana dedicata interamente all’universo di Batman.
Un ricco assortimento di immagini-tributo che rappresentano l’amore che tutti i disegnatori partecipanti hanno per la Nona Arte e nutrono nei confronti del principe dei supereroi.
Il libro e’ composto di 72 pagine, con una bellissima introduzione di Daniele Dacco’ (Orgoglio Nerd) e la perfetta iconografia di Batman redatta da Marco Cecini (DC Leaguers).
Senza contare i concept emozionali degli autori che completeranno i disegni che gia’ di per se parlarenno nel loro profondo silenzio.
Si è voluto realizzare il libro in doppia lingua: italiano e inglese.
Ad accompagnare il volume, ci sarà una splendida privilege postcard con un Red Robin in piena azione.

Privilege Postcard - Red Robin di Emilia Lista

Privilege Postcard – Red Robin di Emilia Lista

  • Il libro, prima ancora della sua nascita ha avuto l’opportunità di essere presentato nelle seguenti manifestazioni:
    GenComics rassegna di fumetto, animazione e cosplay di Genzano (si ringrazia per la sua ospitalità Vanessa Grappa in arte Vigei)
  • iMaginarium Latina Fest (si ringrazia per la sua ospitalità Filomena Cecere);
  • Radio Kaos Italy (si ringraziano Matteo Roberti e Paolo Ferretti della trasmissione Anime Kaos);
  • Convention The Slayer ItaCon organizzata da Fantasyevents (si ringrazia Patricia Locche). 
  • La bella webzine Comics World di Simona Ciuffa e Alessandro Giacona. Questo numero parla anche del nostro libro.
  • La altrettanto bella webzine Il Covo della Vipera di Giuseppe Bitetto Questo numero parla anche del nostro libro.

BATMAN CRIME SOLVER, CON L’AMICHEVOLE PARTECIPAZIONE DI DC LEAGUERS E ORGOGLIO NERD, PRESENTA UN ESCLUIVO VOLUME DA COLLEZIONE SU BATMAN!
SEGUI LE AVVENTURE DEL CAVALIERE OSCURO AI CONFINI DELLA NOTTE. CONOSCI I SUOI NEMICI. E SEGUILO NELLA LOTTA PER LA DIFESA DEI DEBOLI E LA VERITA’ NELLA CITTA’ DI GOTHAM CITY.
NON PERDERE IL LIBRO ILLUSTRATO

I RINGRAZIAMENTI VANNO SOPRATTUTTO A TUTTI I DISEGNATORI DEL LIBRO:

ACQUAVIVA ALBERTO, ASTONE VITTORIO, BANDINI MICHELE, CASAGRANDE ELENA, DI MATTEO DANIELA, FLOREAN ARIANNA, GALLICCIA FABRIZIO, GIAMPA’ UMBERTO, GIORGILLI CRISTINA, IVAN FIORELLI, LAISO EMILIO, LISTA EMILIA, MAGALOTTI LORENZO, MARTELLO ANNAPAOLA, MICHELANGELI MIRTA, MUSCARÀ SALVO, OLIMPIERI ANDREA, PASTORELLO ALESSIA, PUCCI CARMINE, RAPPOLLI FLAVIO, SCAZZOCCHIO LEONARDO, SIMEONI EMANUEL, STRATI CLAUDIO, STRATI LUCA, SUSI LORENZO, TRAVERSI ILARIA, VALENTINO TINA

Batman al Gumball 3.000 con la sua Tumbler

La Tumbler fotografata in esclusiva alla mostra dedicata all'ultimo capitolo del Cavaliere Oscuro

La Tumbler fotografata in esclusiva alla mostra dedicata all’ultimo capitolo del Cavaliere Oscuro

COPENHAGEN – Batman arriva alla Gumball. E’ iniziata il 18 maggio a Copenhagen la Gumball 3.000, la corsa non competitiva che si ispira alla commedia del 1981 “La corsa più pazza d’America”, con la sua gara attraverso gli Stati Uniti.
Cento auto stravaganti da tutto il mondo si riuniranno in Danimarca per poi percorrere le strade di Svezia, Finlandia, Russia, Esotnia, Lettonia, Polonia, Austria ed infine Germania, dove, a Monaco, la gara si concluderà il 24 maggio in occasione del Grand Prix di Formula Uno.
Nell’edizione del 2013 c’è un’ospite particolare: la Tumbler di Batman, realizzata dal saudita Team Galag per i film “Batman Begins” e “Il Cavaliere Oscuro”.

David Goyer su: Superman, Batman, Justice League e Dc Comics

David S. Goyer a  Roma Fiction Fest 2012

David S. Goyer a Roma Fiction Fest 2012

In una lunga intervista, David Samuel Goyer (già ospite video e fotografico del nostro blog) è tornato a parlare dei film della Dc Comics che sta contribuendo a realizzare.
Il team dietro a L’Uomo D’Acciaio è sotto pressione visto tutto l’hype generato in questi mesi?
Si, c’è molta pressione a riguardo. La Warner Bros. soprattutto perché non solo riguarda il futuro di Superman al cinema, ma di tutti i supereroi Dc al cinema. E più importante io, Zack, Henry… abbiamo tutti cercato di dare alla gente il film di Superman che meritano. Il tipo di film di Superman che ho sempre sognato di fare da quando ho visto il primo diretto da Richard Donner. Spero che alla gente piaccia quanto ci sia piaciuto a noi. Toccando ferro…
Com è stato lavorare con Christopher Nolan e quanto questo influirà sul tuo futuro?
Lavorare con Chris è stata una delle esperienze migliori della mia vita. Ma anche difficilissimo. […] Ho imparato molto da lui. Credo mi abbia aiutato a crescere sia come sceneggiatore che regista. E amerei lavorare con lui ancora una volta. […]
Chi vincerebbe in un combattimento tra Batman e Blade?
Batman prenderebbe seriamente a calci Blade! Voglio dire, andiamo! Con qualche pianificazione iniziale, riuscirebbe a battere anche Superman!
Pensi che il tono nei cinefumetti sia cambiato? E se si, è un bene o un male?
Si, e credo che siano cambiati a causa dei fumetti. E credo sia un bene. […] Voglio pensare che Blade e Batman Begins abbiano aiutato molto a cambiare il tono dei film. […]
Quale personaggio della Dc vorresti realizzare?
Wonder Woman sarebbe fica.
Perché credi che non ci sia ancora un film su Wonder Woman in giro? E chi vorresti che la interpretasse?
Penso che Wonder Woman sia difficile da adattare. Più difficile di Superman, che è più difficile di Batman. E poi molti ad Hollywood credono che sia difficile fare un film d’azione di successo con protagonista una donna. Non sono d’accordo. Spero che quest’idea cambi nei prossimi anni. Su chi possa interpretarla… non lo so, veramente.
Come avete pianificato la trilogia de Il Cavaliere Oscuro sin dall’inizio?
Abbiano fatto un film alla volta. E’ cosi che lavora Chris. Quando abbiamo fatto Batman Begins non sapevamo se avrebbe avuto successo o meno. E dopo Il Cavaliere Oscuro, con la morte di Heath e tutte le altre cose, non sapevamo se ne avremmo realizzato un terzo. Abbiamo speso molto tempo a pensare ad un’idea che giustificasse un terzo film.
Chi ha ideato la frase ‘o muori da eroe o vivi tanto a lungo da diventare il cattivo’? E come siete venuti fuori con l’idea cinematografica di Joker e Bane?
Non so chi ha scritto quella frase, non lo ricordo. E’ passato troppo tempo! Per quanto riguarda Joker, lui era già perfetto. Ma Bane è stato difficile da ideare. Nei fumetti è fantastico, ma il suo costume è ridicolo! Ma adoro come Chris abbia reinventato il tutto, francamente è più spaventoso di quanto avessi mai immaginato!
Ai tempi di Batman Begins hai suggerito Jake Gyllenhaal per il ruolo. Ora, dopo la trilogia, chi pensi possa prendere il posto di Christian Bale?
E’ una domanda difficile da rispondere! E’ difficile pensare ad un Batman diverso da Bale al momento. Ha interpretato quel ruolo con cosi tanta connvizione e integrità!
Quali sono state le tue ispirazioni per L’Uomo D’Acciaio?
Krypton di Byrne mi ha influenzato molto ma non è stato l’unico. Anche la roba di Alan Moore. All Star Superman. La roba di Geoff Johns. Anche quella vecchia di Curt Swan.
Come realizzerebbe David S. Goyer ‘Lanterna Verde’?
Meglio.
Sarà possibile avere realmente un film sulla Justice League?
Per avere la Justice League, L’Uomo D’Acciaio deve avere successo al botteghino. E’ tutto nelle vostre mani, ragazzi, e di altre 80 milioni di persone!

Autografo di David S. Goyer sul libro The Secret Files

FONTE:
http://www.comicbookmovie.com/

Batman riceve una visita regale

William e Kate visitano gli studios di Harry Potter e Batman

Gita cinematografica per il principe William e sua moglie Kate che hanno visitato gli ‘studios’ della Warner Brothers in cui sono stati girati i film di Harry Potter e Batman. La giovane coppia della Famiglia reale ha partecipato con altri 500 ospiti all’inaugurazione ufficiale della struttura di Leavesden, a nord di Londra, ed è apparsa divertita mentre provava costumi e partecipava al tour su Harry Potter che permette di scoprire set e trucchi dei film della saga sul maghetto.
“Christian Bale sta invecchiando ed è stanco, sono pronto a subentrargli”, ha scherzato William alludendo al protagonista di “Batman begins” e “Il cavaliere oscuro”. Il principe ha fatto rombare il motore di una “Bat-moto” mentre il fratello minore Harry si tappava le orecchie per il rumore.

William sul Bat-Pod

William sul Bat-Pod

Poi, alludendo al figlio che aspetta da Kate e che dovrebbe nascere a luglio, ha chiesto scherzosamente se si producessero seggiolini per bambini per questo tipo di moto Kate, la cui pancia è ormai evidente, è rimasta più in disparte ma ha seguito divertita marito e cognato mentre curiosavano in giro. All’evento vicino Watford erano presenti i rappresentanti di 35 associazioni di beneficenza vicine ai tre membri della Famiglia reale. La Warner Bros ha investito 100 milioni di sterline (110 milioni di euro) negli ‘studios’ da quando li ha acquisiti, nel 2010.

William e sua moglie Kate durante la visita negli studi.

William e sua moglie Kate durante la visita negli studi.

 

Harry e William ispezionano l'interno del tumbler

Harry e William ispezionano l’interno del tumbler

Harry e William guardano il Bat-costume

Harry e William guardano il Bat-costume

 

Il nuovo kids-magazine della Lion: Batman e i Super Amici

Batman e i Super Amici - Magazine edito dalla Lion

Batman e i Super Amici – Magazine edito dalla Lion

In un nostro precedente articolo vi abbiamo comunicato che la Panini ha realizzato Batman Magazine, una rivista dedicata ai bambini (tanto e’ vero che si chiama linea kids), che trae ispirazione dalle gesta dell’Uomo Pipistrello e dalla sua serie tv, The Brave and the Bold.

Ora le possibilita’ di lettura per questi giovani lettori si sono incrementate grazie alla risposta editoriale della concorrente Lion che ha pensato bene di pubblicare Batman e i Super Amici, una ruvista che presenta la serie a fumetti della precedente serie tv batmaniana, Batman Strike!, andata in onda dal 2004 al 2008 per 65 episodi.

Questa attenzione editoriale per il Crociato Incappucciato non avveniva da tanto, probsbilmente dai tempi della Play Press e della sua Le Avventure di Batman (basata sulla famosissima Animated Series degli Anni ’90), uscita in edicola nel triennio 1995/1998. Infatti, nessun editore s’era più preoccupato di queste collane parallele dedicate alle serie animate DC, che negli anni invece hanno visto una discreta prosecuzione in patria.

Soltanto un volumetto di 128 pagine a colori, edito da BAO Publishing ha presentato (parzialmente) nell’anno 2010, The Batman, la serie animata del 2004 prodotta da Warner Bros. Si trattava di storie del nostro eroe  con una chiave moderna, più industriale ed underground, basata sullo stile del film Batman Begins.

La stessa BAO ha dedicato un volumetto a testa a ben cinque serie a fumetti tratte da altrettante serie tv, Justice League Unlimited, Superman Adventures, Tiny Titans/Piccoli Titani, Batman the Brave and the Bold e appunto questa Batman Strikes!, di cui ha finito per pubblicare i primi sei episodi. Purtroppo queste iniziative sono rimaste ferme in libreria con la prima uscita.

L’uscita della testata Lion, cosi’ come il suo alter ego della Panini avra’ una diffusione editriale in edicola.

Batman e i Super Amici si presenta come un’interessante collana di ampio respiro batmaniano che in futuro potrebbe accogliere anche altre serie a fumetti tratte da controparti animate DC/Warner Bros. Beware the Batman incombe, forse sarà solo questione di tempo prima che la sua versione comics approdi proprio su questo magazine!

Nel numero uno: Firefly

Nel numero uno: Firefly

 

Il numero uno, che conterra’ uno speciale poster, inizia con due avventure del Cavaliere Oscuro, una contro Mr. Freeze e l’altra contro nuovo supercriminale: Firefly.

 

 

 

 

Batman e i Super Amici vol. 2

Batman e i Super Amici vol. 2

 

Il numero due avra’ al suo interno storie di Batman, che si trova a combattere il suo arci-nemico Joker, e il malefico Man-Bat.

Autori: Bill Matheny (testi), Christopher Jones (disegni).

Casa editrice: RW Lion.

Provenienza: Stati Uniti.

Prezzo: 1,95 Euro in offerta lancio (2,75 Euro dal successivo numero), mensile, spillato, Formato 15×23, 48 pagine a colori.

Data di pubblicazione: gennaio 2013

Nuovo film di Batman non prima del 2018?

Facciamo un po’ di storia

Batman Begins

Batman Begins

Batman Begins uscì nelle sale cinematografiche il 15 giugno 2005 e Christopher Nolan venne applaudito per aver creato un film più tradizionale del Crociato Incappucciato rispetto agli episodi precedenti di Tim Burton (Batman del 1989 e Batman – Il ritorno del 1992) e di Joel Schumacher (Batman Forever del 1995 e Batman & Robin del 1997) avendo optato per effetti speciali live action, in un periodo in cui la grafica computerizzata era economica e accreditata. Batman Begins fu un campione d’incassi in patria e in tutto il mondo per la Warner Bros.

 

Il Cavaliere Oscuro - Il ritorno

Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno

Il cavaliere oscuro – Il ritorno ebbe un budget di 250.000.000 di dollari, il più alto di tutta la trilogia, e, come i precedenti episodi, si rivelò un successo di pubblico e di critica. Attualmente ha incassato in tutto il mondo $1,081,041,287, diventando il film più proficuo della saga.

Nel corso della produzione della trilogia, la Warner Bros annunciò l’inizio della lavorazione del film Justice League: Mortal, cross-over cinematografico in cui sarebbe comparso lo stesso Batman. Riguardo a tale progetto, Nolan dichiarò di essere sempre concentrato su un unico lavoro per volta, e che la sua saga non avrebbe avuto legami con nessun altro film tratto da fumetti. A seguito di queste dichiarazioni, la Warner Bros. sospese il film sulla Justice League of America in maniera da non interferire con il lavoro del regista.

La chiusura della grandiosa trilogia dedicata a Batman diretta da Christopher Nolan sembra aver gettato nello sconforto i tantissimi fan dell’uomo pipistrello della Dc Comics, ma più di una volta si è parlato di un pronto riavvio da parte della Warner Bros. Le prime voci arrivarono già all’alba della produzione di Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno, un pieno di supposizioni che però poi venne spazzato via dal grande successo del film.

Nel cinema Usa, salvo pochi esempi, dopo il terzo episodio si resetta, si ricomincia dall’inizio, si ringiovanisce il protagonista. Questa strategia funziona benissimo, a meno che l’ultima trilogia non abbia cambiato le carte in tavola così tanto da non poter essere ignorata. Ed è proprio questo è il problema che deve affrontare adesso la Warner Bros.

La major si ritrova di fatto con due problemi, mentre cerca di mettere in piedi l’operazione Justice League: Batman e Green Lantern, riprendendo un discorso già messo in piedi dopo il termine della trilogia di Nolan. Il personaggio di Green Lantern, però non ha colpito molto l’immaginario del pubblico, ma Batman ha lasciato un’impronta profonda e in alcuni casi indelebile nel pubblico.
Alex-Ross-Batman
Secondo il sito internet Screenrant, che ha riportato l’ultimo rumor, la risposta è quella di rinviare la produzione di questo nuovo film.
Ma la vera notizia per il nostro eroe arriva da Batman on Films, che cita una fonte (anonima ovviamente) autorevole: il nuovo Batman debutterà effettivamente con Superman (e forse Wonder Woman) nel 2015, ma il suo prossimo assolo? Non prima del 2018, ovvero sei anni dopo Dark Knight Rises e tre anni dopo Man of Steel 2.
Questo, secondo la fonte, per due alcuni validi motivi: rispettare il lavoro di Nolan, ma anche prendersi il tempo di far sfiorire il ricordo, e soprattutto, nell’eventualità di un fiasco con il seguito di Superman e avere altro tempo per preparare un nuovo Batman.

La sfida più grossa della Warner è quella di voler seguire l’esempio Marvel, ma al contrario: prima il film corale, poi partire con gli assoli di Aquaman, Wonder Woman e Flash, progetti che per ora esistono solo sulla carta, lasciando al solo Superman (che vedremo quest’anno in Man of Steel) il compito di introdurre al pubblico tutto un nuovo gruppo di personaggi. E per di più, un Batman con un volto nuovo.

Stando anche ad un nuovo rumor diffuso dal sito Latino Review, il prossimo film solista di Batman potrebbe arrivare nelle sale cinematografiche nel Novembre 2018 e dovrebbe intitolarsi “The Batman”.
Sebbene sia solo una semplice speculazione, il film potrebbe essere sceneggiato dal premio Oscar Chris Terrio (“Argo”) che ha già contribuito allo script di “Batman v Superman: Dawn of Justice” e dei due film della Justice League e sempre stando al rumor, sarà diretto ed interpretato dal premio Oscar Ben Affleck. Non ci resta che attendere conferme ufficiali provenienti dalla Warner Bros.
In questo caso quindi diventa evidente il desiderio della Warner di allungare i tempi per il reboot del Cavaliere Oscuro. Per l’ennesimo reboot dovremmo aspettarci qualcosa di ancora piu’ interessante di Batman Begins, ci riusciranno? Ne varra’ la pena?
Non sarebbe meglio far evolvere il personaggio e magari dedicarsi a qualche comprimario? Oppure fare un film su Batman Beyond?