Gotham City… la città delle tenebre


Gotham City si trova su un’isola della costa est degli Stati Uniti e fa parte di un più vasto territorio noto come la Contea di Gotham. Fondata nel 1635 da John Logerquist, prende il nome da un piccolo villaggio dell’Inghilterra.
Grazie alla posizione strategica, la città ebbe presto uno sviluppo industriale, diventando punto di riferimento per l’economia ma anche per la criminalità. Detiene infatti il singolare record della città con la più alta concentrazione di super criminali psicopatici e il più alto numero di omicidi. La popolazione è di ben 7.500.000 di abitanti.
Nella sua crescita, spesso verticale, la città ha inglobato tutta la periferia ed è collegata alla terraferma da molti ponti tra cui il Robert Kane Memorial e il New Trigate.
Anche numerosi tunnel sottomarini la uniscono al continente, quali lìold Steam e il Novick .
A ovest scorre il Gotham River mentre altri due fiumi minori, il Finger e lo Sprang la attraversano rispettivamente al centro e a nord. La città è servita da un’ottima rete metropolitana.

Analizziamo adesso le zone della città:
1) ROBINSON PARK
Il centro dell’isola è occupato dal Robinson Park, che si estende per circa 300 ettari ed è attraversato dal Finger River che sfocia a est nella Baia di Miller. Il parco è il cuore verde della città ma anche la dimora di Poison Ivy.
2) UPPER WEST SIDE
A ovest del parco ci sono importanti edifici come il Municipio, la Biblioteca Comunale, e la Corte Suprema di Gotham, dove tutto sembra risplendere di lusso e pulizia. Architettura di stile europeo, illuminazione efficiente per circondare di ostentata bellezza questo luogo di potere. Continuando a salire incontriamo l’Università di Gotham, dove il Commissario Gordon tiene le sue lezioni di criminologia. Anche la zona a nord ha però i suoi lati oscuri. Verso ovest, sulle sponde dello Sprang River, si erge l’Arkham Asylum, il manicomio dove sono reclusi i super criminali della città.

L’Elisabeth Arkham Asylum per i pazzi criminali è posto su un acro di terra poco a nord di Gotham City, nel distretto del Sommerset. Al contrario della maggior parte delle istituzioni moderne, che di solito sono sobrie costruzioni in acciaio e cemento, l’Arkham Asylum è un ex-castello dal carattere prettamente gotico… e dalla storia assolutamente unica e sconcertante. Nel 1920 , dopo che la madre si uccise con un rasoio , il dottor Amadeus Arkham prese possesso del palazzo di famiglia. Egli lavorava all’Ospedale Psichiatrico Statale di Metropolis , non aveva intenzione di trasferirsi immediatamente a Gotham City , finchè non iniziò a essere minacciato da un killer maniaco di nome Martin Hawkins .
Questi (conosciuto come Mad Dog =Cane Rabbioso Hawkins per l’estrema violenza sessuale inflitta alle proprie vittime ) disturbò profondamente il dottore , e fu questo il motivo che lo spinse a tornare nel palazzo di famiglia con la moglie Costance e la figlia Harriet , e a convertirlo in un luogo per il recupero dei malati di mente. Arkham credeva veramente di poter essere felice assieme alla famiglia a Gotham City, ma un anno dopo che vi si era insediato , un triste e gelido mattino d’aprile , egli tornò a casa e trovò morte la moglie e la figlia, uccise dall’evaso Hawkins. Nonostante questa tragedia, il nuovo manicomio aprì come previsto nel novembre del 1921.
Uno dei primi pazienti del dottor Arkham fu proprio Hawkins , che nel frattempo era stato ricatturato . Arkham iniziò a curarlo , e fu lodato dai colleghi per il coraggio e la compassione mostrata nei confronti di quell’assassino. Sei mesi dopo , nel primo anniversario della morte dei suoi cari, il dottor Arkham mise Hawkins sulla sedia elettrica e lo giustiziò. La cosa venne considerata un incidente. La pesante atmosfera di terrore e tragedia che aleggiava sul castello di Arkham si fece più intensa, e il comportamento del dottore divenne sempre più bizzarro. Iniziò a tenere un diario segreto , sul quale scriveva solo quando era in una stanza nascosta nel grosso castello.
Fu durante una visita in tale stanza , che si ricordò un segreto talmente arcano e malvagio da averlo tenuto nascosto persino a se stesso. Sua madre non si era suicidata , ma era stata uccisa… dal figlio. Il trauma improvviso del ricordo distrusse quanto era rimasto della razionalità del dottor Arkham . Nel 1929 , sei giorni dopo il catastrofico Venerdì Nero della Borsa , Arkham catturò il proprio agente di cambio e tentò di ucciderlo sulla sedia elettrica. Catturato e arrestato , Arkham venne riconosciuto mentalmente instabile e rinchiuso in una piccola cella del castello omonimo. Amadeus Arkham vi morì nel 1963, ma non prima di aver trascorso gli ultimi anni della sua esistenza incidendo sul suolo con le unghie una formula magica, che egli sperava, potesse arrestare il male che aleggiava nell’Arkham Asylum.
3) UPPER EAST SIDE
Se la parte ovest è ricca di edifici istituzionali, è in questa zona che troviamo il regno dell’intrattenimento. Splendidi edifici come il grattacielo Kane, o il Von Gruenwald danno prestigio al quartiere. A qualche isolato c’è il Gotham Mall, regno di gioiellerie e di boutique e dove ogni tanto Bruce Wayne va ad acquistare le sue cravatte. Spicca anche il Museo di Arte Moderna. Ma il posto certamente più rinomato di questa zona è l’Iceberg Lounge, il club più trendy di Gotham, gestito dal Pinguino. Da citare infine l’area intorno al Hotel Plaza, dove hanno sede le maggiori emittenti locali, come la GNN.
4) DOWNTOWN WEST SIDE
La zona più famosa è certamente Chinatown, che confina con i moli Dixon del porto gothamita. Chinatown è zona della Triade della mano Fortunata, organizzazione criminale delle mafia cinese. A dare lustro al quartiere c’è il nuovo One Gotham Center, altissimo e imponente, fantasmagorico faro metropolitano. La parte che si affaccia sul molo è costituita di diversi magazzini pronti al ritiro delle merci, ma anche teatro di loschi traffici. Il confine con la zona è tenuta dal ponte Brown, nei pressi del quale c’è il teatro Vauxhall dove si tengono belle opere.
5) DOWNTOWN EAST SIDE
A compensare le tenebre nella parte bassa della città ci pensa la Cattedrale di Gotham. Intorno ad essa ergono i centri residenziali più di lusso della città. Allontanandosi dalla chiesa, gli edifici però divengono sempre meno appariscenti. La parte costiera è occupata dalla banchina di Port Adams, mentre poco distante dalla costa erge il Penitenziario dell’isola di BlackGate.
6) MIDTOWN

Il centro della città ospita la favolosa Wayne Tower, centro economico di Bruce Wayne. Questa costruzione è una delle poche che è rimasta inalterata nel tempo, una dei punti di riferimento della skyline di Gotham. In questo quartiere i grattacieli, alcuni dotati dei caratteristici grondoni a becco d’aquila, coprono quasi il cielo a chi guarda dal basso, consentendo alla luce naturale di arrivare ad illuminare le strade con difficoltà. Ciò crea un certo effetto claustrofobico, e contribuisce al fascino oscuro di questa città. Poco più ad ovest c’è il Dipartimento di Polizia e la Torre dell’Orologio che scandisce il tempo della città.

E se volete continuare la vostra passeggiata continuate qui.

Focus su: Lee Bermejo

Vedi lo Showcase di Lee Bermejo

Lee Bermejo è un fumettista e disegnatore statunitense affermato e stimato in tutto il panorama internazionale. È noto principalmente per la sua collaborazione con Brian Azzarello.
Bermejo ha iniziato la carriera collaborando con Wildstorm per serie come Gen 13 e Superman/Gen 13.
Nel 2002 si fa conoscere per Batman/Deathblow: Fuoco incrociato, e cura le copertine della testata Batman: Gotham Knights per DC Comics.
In seguito ha lavorato con Mike Carey su Hellblazer (Vertigo), con Brian Azzarello su Lex Luthor: Man of Steel (DC Comics), e con Mike Mignola su Hellboy (Dark Horse Comics).
Nel corso della sua carriera ha collaborato anche con Adam Hugues e Warren Ellis.

Vedi lo Showcase di Lee Bermejo

Vedi lo Showcase di Lee Bermejo

Nel 2006 ha iniziato a lavorare per una miniserie dedicata al personaggio di Joker, che DC Comics, in seguito al successo ottenuto dal film Il cavaliere oscuro (2008), ha deciso di raccogliere in un unico volume, Joker HC (Joker HardCover).
Nel 2011 Bermejo è al lavoro sul graphic novel Batman: Noel, in cui veste il ruolo sia di disegnatore che di sceneggiatore (ruolo che svolge per la prima volta). Infatti la Dc Comics gli ha finalmente affidato un progetto per veri intenditori e che riguarda il nostro amato eroe.
Per ora è troppo presto immaginare una data di uscita, ma dal titolo scelto è facile intuire che sarà distribuito durante il prossimo inverno, a pochi giorni dal Natale; oppure forse si potrà avere un assaggio per Lucca Comics edizione 2012. Mark Chiarello, l’editor di Batman: Noel, ha dichiarato di essere rimasto sorpreso dalle capacità di Bermejo nei panni insoliti di sceneggiatore.
Di Bermejo abbiamo raccontato come ha iniziato la sua carriera ma c’e’ aggiungere che la DC Comics lo ha voluto come disegnatore per la miniserie-prequel Before Watchman. Bemejo, con la sua professionalita’ ha affrontato la sfida realizzando graficamente RORSCHACH (4 numeri) con testi di Brian Azzarello. Aggiungiamo una curiosità: per tre mesi Bermejo ha vissuto a Reggio Emilia per lavorare cono lo Studio Gioco Duro al fianco di Giuseppe Camuncoli e Jim Lee.

Lo Showcase con Bermejo a Lucca Comics 2011 è disponibile facendo click sulle immagini di questo post o qui sotto, buona visione.