“Gotham”: la Fox annuncia la nuova serie tv

Come già anticipato da diversi siti internet il prequel di Batman arriverà presto in tv. Infatti, il canale tematico Fox è al lavoro con la Dc Comics per sviluppare una serie sul mondo dell’uomo pipistrello, si chiamerà “Gotham” ed esplorerà la città del crimine molto prima che l’eroe mascherato appaia per la prima volta. A capo del progetto ci sarà Bruno Heller, il creatore di “The Mentalist”.

Gotham Central i poliziotti della Grandi Crimini di Gotham

Gotham Central i poliziotti della Grandi Crimini di Gotham

Il protagonista sarà un giovane commissario Gordon, ma è ancora top secret il nome dell’attore che lo interpreterà sul piccolo schermo dopo l’ottimo Gary Oldman nella trilogia di Christopher Nolan. Per quanto riguarda il cast si fanno i nomi di Aaron Paul (“Breaking Bad”), John Bernthal (“The Walking Dead”), Eros Vlahos (“Da Vinci Demon’s”, “Il Trono di Spade”) e Dean Norris (“Under the dome”, “Breaking Bad”), anche se non si sanno ancora i rispettivi ruoli che potrebbero avere nella serie.

Il Gotham Central Police Gotham City Police Department

Il Gotham Central Police Gotham City Police Department

Gotham in tv, funzionerà? L’ultima volta che la DC provò ad esportare l’universo di Gotham City in una serie televisiva, non fu un tentativo memorabile. Si chiamava “Birds of Prey” e raccontava le avventure della città di “New Gotham”, così chiamata dopo l’abbandono di Batman come paladino della giustizia. Con lui abbandonarono anche gli spettatori, costringendo la produzione a chiudere la serie dopo la prima stagione. In Italia la serie è stata trasmessa da Canal Jimmy a partire dal novembre 2005.

Renee Montoya e Crispus Allen

Renee Montoya e Crispus Allen

Batman Crime Solver, tanto per giocare un po’ con la fantasia, vi invita a fare un salto presso il Gotham City Police Department (GCPD) cliccando qui.
Quali saranno, secondo voi i personaggi che faranno parte di questa nuova serie tv?
Secondo voi prenderanno spunto anche da Gotham Central? La serie poliziesca a fumetti ideata dagli sceneggiatori Greg Rucka e Ed Brubaker e pubblicata da DC Comics tra il 2003 e il 2006?
Insomma sbizzarritevi con la fantasia.
Aspettiamo i vostri commenti.

Renee Montoya in Gotham Central

Renee Montoya in Gotham Central

I nemici di Batman e Arkham Asylum

I nemici

I nemici

Sono il peggio che Gotham City possa offrire. Maniaci assassini, gangster e scontenti di ogni sorta, i loro nomi malfamati costituiscono un vero schedario criminale. Una feccia che accampa pretese territoriali su Gotham ed e’ affetta da fissazioni psicotiche sul Cavaliere Oscuro, come loro nemesi. Quando Bruce Wayne indosso’ il mantello di Batman per diffondere il terrore tra i criminali della citta’, una nuova stirpe di chiassosi e appariscenti furfanti emerse come sua violenta controparte: il Joker, Due Facce, Bane e molti altri, con fedine penali e numero di vittime a carico direttamente proporzionali alla loro pazzia. Malvagi oltre ogni limite, i nemici di Batman si pongono in assoluta contrapposizione alla crociata del Cavaliere Oscuro. Lui vive per portare l’ordine a Gotham. Loro sognano un caos confacente alle loro peculiari manie, sia per diventare favolosamente ricchi sia per appagare un’insaziabile bramosia di disordine. Nelle celle imbottite di Arkham Asylum, o dietro le sbarre del carcere di Blackgate, tramano le loro prossime insidiose imprese criminali…mentre Batman attende il prossimo, inevitabile scontro.

ARKHAM ASYLUM
La pazzia regna sovrana nell’elisabbettiano Arkham Asylum, il manicomio criminale di Gotham City. Costruito nel 1921, la sua storia e’ costellata di sangue e tragedie. Oggi, i peggiori nemici del Cavaliere Oscuro si ritrovano regolarmente confinati in questo istituto, rivelatosi troppo spesso inadeguato per la riabilitazione dei criminali e incapace di esorcizzare i demoni interiori che spingono il Joker, Due Facce e molti altri ad atti di inspiegabile malvagita’.

Arkham Asylum

Arkham Asylum

VILLA MERCY
I pazienti destinati ad Arkham Asylum sono accolti in un complesso da icubo, che non sembra poter contribuire un gran che alla salute mentale dei suoi ospiti. Quando Bane demoli’ il complesso ospedaliero, il dr. Jeremiah Arkham fu costretto ad attrezzare la labirintica Villa Mercy, ubicata a poche miglia dall’Impianto di trattamento dei rifiuti diAngelo. Arkham quindi, non emana solo l’odore della paura.

Nei pressi di Villa Mercy

Nei pressi di Villa Mercy

ALLOGGI
La peculiarita’ degli ospiti di Arkham richiede celle speciali per ogni detenuto. Il serial killer Mr. Zsasz necessita di un controllo continuo, mentre Poison Ivy e’ tenuta dietro Plexiglas infragibili per evitare il contagio coi suoi particolari feromoni.

PERSONALE DI SICUREZZA

Il personale di Arkham controlla i pazienti ad alto rischio con telecamere a circuito chiuso. Le guardie portano manganelli e pistole d’ordinanza, mentre gli inservienti sono muniti di taser e spray urticanti.

REGOLE DA MANICOMIO
A seguito del devastante terremoto di Gotham, il dr. Arkham fu lasciato completamente solo a sorvegliare i pericolosi pazienti. Per impedirne la fuga, sigillo’ l’edificio con imposte d’acciaio controllate dal suo ufficio. Quando pero’ i viveri e le altre forniture cominiciarono a scarseggiare i detenuti si rivoltarono!

DR. JEREMIAH ARKHAM
Lo psicoterapeuta Jeremiha Arkham ha dedicato tutta la vita a curare gli squilibrati, principalemente per espiare le colpe di suo zio, il dr. Amedeus Arkham, fondatore dell’Arkham Asylum. Il primo paziente del manicomio – Martin “Mad Dog” Hawkins – uccise brutalmente moglie e figlia del medico, Amadeus, percio’, curo’ Hawkins con una mortale terapia elettroshock e fu successivamente rinchiuso nel suo stesso istituto, diretto ora dal nipote con risultati alterni.

Jeremiah Arkham

Jeremiah Arkham

LIBERTA’ CONDIZIONATA
Piuttosto che vedere i suoi pazienti morire di fame nell’istituto isolato dal terremoto, Arkham offri’ loro la liberta’ in cambio della promessa di non tornare piu’ a Gotham. Naturalmente mentirono.

I gothamiti di Romics 2012

Dodicesima edizione di Romics, il festival del fumetto, dell’animazione e dei games in cartellone alla Fiera di Roma dal 27 al 30 settembre 2012. Quattro giorni di kermesse ininterrotta: eventi, ospiti, spettacoli e proiezioni per tutti i gusti.

All’interno dei padiglioni della Fiera di Roma è possibile trovare proprio tutto sul settore ludico, dai fumetti ai videogiochi ai gadget. Nella grande sala eventi e proiezioni – con una capienza di oltre 10mila persone – sono in programma i grandi eventi di Romics: proiezioni, spettacoli, sfilata Cosplay, incontri con i Romics D’Oro. E ancora, conferenze, tavole rotonde, incontri sul fumetto, l’animazione, il rapporto con i nuovi media, la multimedialità, il gioco, il videogioco, le interazioni con la fantascienza e il fantasy.

Ra’s al Ghul è un personaggio dei fumetti creato da Dennis O’Neil e Neal Adams nel 1971, pubblicato dalla DC Comics. È uno dei più complessi e pericolosi antagonisti di Batman, apparso per la prima volta nella storia Il risveglio del Demone. È uno dei pochi nemici dell’Uomo-Pipistrello che conosce la sua vera identità.

 

THE THREE GHOSTS OF BATMAN – I TRE SPIRITI DI BATMAN (date: maggio-luglio 2007)


Tempo addietro, Batman ha accettato di sottoporsi ad un esperimento segreto condotto per conto dell’esercito e diretto da un certo dottor Simon Hurt (tenetelo d’occhio). Durante lo stesso esperimento, uomini scelti del GCPD sono stati addestrati in segreto per prendere il posto di Batman nel caso questi dovesse mancare. Uno di essi l’abbiamo già incontrato, è il falso Batman che ha sparato in faccia al Joker all’inizio di Batman e Figlio. Incontriamo ora il secondo falso Batman, un bruto gigantesco gonfiato dalle droghe similmente a com’era Bane. Com’è da aspettarsi, costui bastona sonoramente Batman e lo concia per le feste. Sappiamo poi di un terzo “fantasma” di Batman in due modi piuttosto insoliti: un flashforward che ci porta circa vent’anni nel futuro, in cui Damian Wayne ha preso il posto di Bruce e combatte contro un falso sé stesso che dice di essere mandato addirittura dal diavolo (e non a caso il racconto è stato pubblicato in Batman #666); e una specie di profezia nel tempo attuale che narra della venuta di un terzo spirito, anche in questo caso emissario del “male”. Nella storia si parla anche dello Schedario Nero: un quaderno di appunti in cui Bruce avrebbe annotato tutte le esperienze inspiegabili (paranormali, fantascientifiche ecc.) finora vissute.
Durante il racconto vediamo anche come si sviluppa la nuova relazione tra Bruce Wayne e Jezebel Jet, la ricca africana con cui è iniziato un flirt in Batman e Figlio, e veniamo informati della convalescenza di Damian e del suo ritorno il campo.

Il Gotham City Police Department

Grazie alla Terra Di Nessuno, il Dipartimento di Polizia di Gotham City (Gotham City Police Department) si è guadagnato un nuovo, generale rispetto. Un manipolo di poliziotti, capeggiati da Jim Gordon e ribattezzati i “Blue Boys” durante quell’anno terribile, rimasero per mantenere l’ordine nella città isolata e devastata dal terremoto. Dopo la ricostruzione Gordon andò in pensione, consapevole di lasciare un gruppo di poliziotti onesti, tra cui il nuovo commssario Michael Akins, e il Capo della polizia Mackenzie “Hardback” Bock. Come già in passato, l’Unità grandi crimini del tenente Harvey Bullock vanta tra i suoi detective Renee Montoya, Crispus Allen, Joely Bartlett, Vincent DelArrazio, Dagmar Procjnow, Tommy Burke, Ivan Cohen; e tra gli ufficiali Andrea “Andi” Kasinsky.

Distintivo d’onore
Colpito da una grave mancanza di personale dopo la riapertura di Gotham, il G.C.P.D. lanciò una campagna di reclutamento per rimpolpare le fila. Il programma si rivolgeva a giovani uomini e donne intraprendenti, desiderosi di migliorare la qualità della vita nella città.

La legge di Bullock
Harvey Bullock ha soltanto tre vizi: le ciambelle, un buon sigaro e i vecchi film. Dichiaratamente rozzo, l’ex sergente trova assai scomodo il ruolo di comandante dell’Unità Grandi Crimini del Gotham City Police Department, visto che Gotham continua ad avere gli stessi problemi del passato. Il crimine organizzato, infatti, si è reinstallato in città, con almeno cinque organizzazioni in lotta per la supremazia. E, in aggiunta ai soliti furfanti, ci sono da fronteggiare i tumulti provocati dai “GO” (Gothamiti Originari) che minacciano i “disertori”, gli abitanti, cioè, tornati in città, che accusano di aver disertato durante la Terra di Nessuno.

Il detective Renee Montoya
Figlia di immigrati dominicani, Renee Montoya ha lavorato duramente per guadagnarsi il distintivo di detective. Ancora poliziotto di pattuglia, arrestò Mr. Zsasz, un serial killer evaso, dimostrando la sua tempra ad un corpo a larga prevalenza maschile.

Il detective Crispus Allen 

In seguito al terremoto e alla ricostruzione di Gotham City (in Terra di nessuno), Allen viene trasferito da Metropolis all’unità Grandi Crimini del GCPD, in coppia con la detective Renee Montoya. A differenza della moglie e dei due figli, Allen è agnostico. Una notte, quando il Ragno Nero (Johnny LaMonica) spara a Montoya, Allen risponde al fuoco, ed uccide il criminale ferendo però la partner; gli Affari Interni indagano su di lui, ma non viene rinvenuto il primo proiettile esploso da LaMonica, rubato da Jim Corrigan. Quest’ultimo uccide alle spalle Allen mentre questi indagava, e il delitto irrisolto ha ripercussioni su Montoya, che decide di rassegnare le dimissioni. Inoltre, il corpo di Allen al obitorio ospita lo Spettro (a partire da Crisi infinita).

 

Commandos Urbani
Guidata dal tenente Gerard “Jerry” Hennellym, il Quick Response Team (Q.R.T.) è forse, fra tutte le squadre del Gotham City Police Department, quella addestrata con maggior rigore. Questa Unità di pronto intervento è specializzata in manovre anti-terrorismo, per contrastare la peculiare criminalità di Gotham.

La liberazione di Robinson Park
Uno dei primi compiti della squadra Quick Response Team (Q.R.T.), appena ricostruita, fu collaborare alla liberazione, senza spargimento di sangue, di Robinson Park da Poison Ivy, con la sua banda di piccoli orfani.

Il Batsegnale
Munito di dispositivo d’autodistruzione, questo segnale al laser montato sul tetto serve a scrivere frecce direzionali e indirizzi in cielo.