Burt Ward ottiene la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame

Robin è il supereroe più recente dell’universo DC a festeggiare gli 80 anni di pubblicazione, seguendo le orme dei pilastri della casa editrice statunitense come Superman, Batman e Wonder Woman. Quasi ad 80 anni precisi dalla sua prima apparizione in Detective Comics 38, testata nella quale lo stesso Cavaliere Oscuro ha visto le sue origini, risalente al 6 marzo 1940. Se Superman è stato, a tutti gli effetti, il primo eroe diverso dal solito, con poteri mai visti prima, Batman ha ricoperto il ruolo di detective tenebroso, abile nelle arti marziali, con un’infinità di dispositivi per combattere il crimine, e Wonder Woman è stata la prima grande eroina, nonché una delle prime creazioni della DC.

Di fronte a questi mostri sacri dell’ambiente fumettistico Robin è apparso come aiutante, un compagno con il quale il supereroe avrebbe intrapreso numerose avventure. Nel corso degli anni queste figure di “sidekick” hanno acquisito sempre maggiore importanza e, come nel caso di Robin, si sono successivamente distaccati per poi divenire i veri protagonisti nelle testate loro dedicate.

Giovedì 9 Gennaio 2020 è diventato ufficiale: Burt Ward ha la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame, unendosi al suo compianto collega Adam West.

Questo il video dei festeggiamenti:

Alla cerimonia hanno partecipato fan, cosplayer e celebrità – come gli ex-allievi di Batman ’66 Lee “Catwoman” Meriwether, Sivi “Undine” Aberg, Terry “Venus” Moore e Sharyn “Eenie” Wynters.

Date un’occhiata a questi frame:

Burt parla con il “cast” di Batman ’66

Il cosplayer di Robin Alex Zsolt e Ward

Zsolt e Ward

Tracy e Burt Ward

Hollywood Walk of Fame: una stella per Batman nel 2020

Dopo la stella conferita sulla Hollywood Walk of Fame al co-creatore di Batman Bob Kane il 21 Ottobre 2015, ora è il momento del Cavaliere della Notte. Nell’ambito delle celebrazioni in corso per l’80esimo anniversario di Batman, il Cavaliere Oscuro riceverà, per la categoria cinema una stella sulla Hollywood Walk of Fame. La stella, alla punta di diamante della DC Comics verrà assegnata nel 2020. Oltre ad essere l’80° anniversario della prima apparizione di Batman, questo è l’anno che segna i 30 anni da quando Tim Burton ha letteralmente cambiato il modo di realizzare i film a fumetti con Batman, il blockbuster del 1989 che ha dato il via alla rivoluzione dei supereroi che ancora oggi continua ed ha portato a sette film solisti di Batman finora.

Tra gli altri riconoscimenti per la categoria film figurano Mahershala Ali, Julia Roberts, Spike Lee e Octavia Spencer. Anche il Marvel’s Thor, Chris Hemsworth, sarà presente. Ci sono un sacco di nomi di TV e musica inclusi nella lista dei premiati nel 2020, con onori postumi diretti a Andy Kaufman e Muddy Waters. I candidati sono votati dalla Camera di Commercio di Hollywood, che supervisiona e gestisce la Walk fo Fame. Le icone dei geek precedenti premiate con una stella includono Stan Lee, Mark Hamill e Lynda Carter. I fan stanno facendo una campagna per ottenere Carrie Fisher un onore postumo.

“Le scelte di quest’anno sono state particolarmente singolari”, ha dichiarato Vin Di Bona, presidente della commissione di selezione e Variety Walk of Fame. “Siamo stati in grado di riconoscere i talenti di 35 artisti che hanno già costruito un’eredità qui a Hollywood. Inoltre, siamo stati in grado di celebrare molti nuovi artisti di talento che hanno toccato i nostri cuori in film, televisione, radio e una varietà di categorie musicali “.

L’ultima apparizione sul grande schermo di The Dark Knight è stata nel 2017 Justice League , e la sua prossima apparizione sarà nel 2021, quando Matt Reeves reinventa The Batman per interpretare Robert Pattinson piuttosto che Ben Affleck, il cui incarico si è concluso dopo due film. Il Batman eviterà le domande sullo stato dell’universo cinematografico condiviso di Batman in DC esplorando un momento poco dopo che Bruce Wayne è diventato Batman, quando ha affinato le sue abilità da detective. Secondo quanto riferito, il progetto è il primo di una trilogia pianificata per Reeves, che in precedenza ha dato nuova linfa al franchise Il Pianeta delle scimmie.