Arriva una nuova serie tv: Kripton

L’universo DC Comics inizia ad essere fiorente sul grande schermo e sta facendo molto bene anche in televisione. Come The CW continua ad espandere la sua Arrow-verse, che ora include anche la dimensione parallela di Supergirl sulla CBS, Syfy sta portando avanti la sua serie prequel di Superman.
Secondo The Hollywood Reporter, Syfy si sta chiudendo su un accordo per la produzione di un pilot di Krypton, un progetto che è in corso già dall’anno 2014. David S. Goyer , che ha lavorato sulle sceneggiature per Man of Steel e Batman v Superman: dawn of Justice (nonché la serie di Costantine), sta sviluppando un concept insieme a Ian Goldberg (Once Upon a Time). Nella serie si racconta del pianeta Krypton anni prima dell’arrivo di Superman (la mitologia dei fumetti ne è piena), concentrandosi sulle origini e più precisamente sul nonno di Kal-El, che lavora per portare la speranza e l’uguaglianza sul pianeta. Colm McCarthy (Sherlock) dirigerà sotto showrunner Damian Kindler (Sleepy Hollow).

Batman v Superman : chi è il piu’ forte?

Fra 34 giorni il film che tutti noi aspettiamo, Batman v Superman: Dawn of Justice, diretto da Zack Snyder, metterà a confronto, per la prima volta sul grande schermo, i due personaggi più iconici della DC Comics, vale a dire l’Uomo d’Acciaio, interpretato da Henry Cavill, e il Cavaliere Oscuro, impersonato da Ben Affleck. Dalle notizie che abbiamo pubblicato finora sulla trama del film, e anche da ciò che si è visto nei trailer i due eroi saranno tutt’altro che amici, finendo probabilmente per allearsi contro una minaccia comune in seguito. Se questo sarà il primo incontro/scontro tra i due componenti di punta della Justice League al cinema, lo stesso non si può dire per i loro equivalenti a fumetti. Diverse volte, infatti, i due personaggi si sono sfidati fra le pagine dei comics, creando il grande dilemma che da anni appassiona legioni di nerd: può un semplice mortale come Bruce Wayne sconfiggere un alieno con i poteri di un dio quale è Kal-El?

A questo proposito vi sono due correnti di pensiero: la prima vede Batman uscire vincente dallo scontro grazie al suo genio tattico e la profonda fermezza che mette in ogni combattimento, e sicuramente grazie all’ausilio della kryptonite, materiale roccioso capace di annullare i poteri di Superman e potenzialmente in grado di avvelenarlo a morte. La seconda teoria vede nello potenza schiacciante delle abilità di Kal-El una superiorità innegabile in caso di scontro fra i due personaggi: in caso di battaglia, per Superman infatti non sarebbe nemmeno necessario avvicinarsi a Batman, e quindi alla kryptonite, potendo il primo polverizzare il secondo anche solo grazie alla sua vista laser di cui Superman può controllare l’intensità. Nel frattempo che noi realizziamo quale dei due personaggi sia più forte (aspetto i vostri commenti) apprendiamo altre informazioni sul film e vi ricordiamo che cliccando qui potete scaricare delle fantastiche strip anni 40 di Batman v Superman.

Batman v Superman - La prima locandina per i cinema italiani

Batman v Superman – La prima locandina per i cinema italiani

Il sito internet Latino Review, ci informa che il budget della pellicola avrebbe raggiunto i 400 milioni di dollari fra budget e promozione. Quindi si prevede che il film di Zack Snyder dovrebbe incassare almeno un miliardo di dollari per non essere considerato un fallimento.

Il sito prosegue dicendo che il Batman di Ben Affleck è davvero la nota positiva della pellicola e che difficilmente la Warner toglierà la Justice League dalle mani di Snyder anteponendo, peraltro, il film solitario di Batman di e con Ben Affleck di cui vi abbiamo già parlato qui.

Intanto, pare che Snyder abbia dato vita a un nuovo film complicato e che la Warner dovrà osservare con attenzione quello che funziona e quello che non va. Cosa che potrebbe portare a una rimodulazione dei piani post-Justice League.

 

 

Batman v Superman: il trailer e altre news

Primo incontro tra Superman, Batman e Wonder Woman al cinema.

Primo incontro tra Superman, Batman e Wonder Woman al cinema.

Il termine trailer deriva dalla lingua inglese, ed e’ letteralmente traducibile come “rimorchio”, poiché in origine era proiettato alla fine del film, oggi ridenominati easter egg. In italiano il “rimorchio” è diventato promo e il suo scopo è quello di suscitare interesse verso il nuovo film, mostrandone alcune sequenze selezionate, spesso le più eccitanti, divertenti o intriganti. Ebbene si, dopo un’estenuante attesa, il sito Collider.com nella giornata di ieri ha riportato la notizia che tutti aspettavamo sulle prime sequenze ufficiali di Batman V Superman: Dawn of Justice.

Stando ad alcune solide fonti del sito, il primo trailer del cinecomic di con Ben Affleck e Henry Cavill approderà nei cinema assieme a Mad Max: Fury Road, atteso per il prossimo 15 maggio 2015 negli Stati Uniti, il che implica che online potrebbe approdare alcune ore prima.

A quanto pare, la Warner Bros. sarebbe pronta a diffondere il trailer già da subito, ma preferirebbe evitare il buzz scatenato dall’uscita di Avengers: Age of Ultron. Attendere fino a metà maggio, in tal senso, sarà la cosa migliore: lo studio si fida molto del potenziale della pellicola di Zack Snyder, ma preferisce che – a tempo debito – gli occhi siano tutti puntati sull’Uomo d’Acciaio e sul Cavaliere Oscuro.

Nel frattempo, il compositore olandese Tom Holkenborg, conosciuto anche come Junkie XL o JXL, ha annunciato su twitter di essersi messo a lavoro proprio alla fine di marzo. Questo il suo tweet originale:

It has begun! #silent #iFilmscoring pic.twitter.com/NLswZSzmR2

— Tom Holkenborg (@Junkie_XL) 31 Marzo 2015

Molto probabilmente il suo lavoro si interfaccerà con quello di Hans Zimmer (vedete qui la notizia).

Batman v Superman: i costumi

La figura del costumista è spesso, ma non necessariamente, colui dal quale dipende anche il truccatore, con il quale instaura un rapporto teso a delineare quale stile di mascheramento del corpo il truccatore debba utilizzare per completare l’idea del costumista sul personaggio. Per creare i costumi di Superman in L’Uomo d’Acciaio e quelli di Batman, Wonder Woman, Aquaman e una nuova versione di quello di Superman in Batman v Superman: Dawn of Justice, il costumista Michael Wilkinson ammette di trarre fonte d’ispirazione dalle sculture greche, l’alta moda, dai video artistici, dall’alta tecnologia usata nello sport, e dal vestiario militare. Organizza poi tutte le immagini con un collage su Photoshop per dare forma alla visione del regista Zack Snyder.

“Vuole davvero che questi personaggi siano connessi direttamente con il nostro mondo. Quindi se stessi camminando per strada e incontrassi Superman o Batman – ovviamente sarebbe [un’esperienza] sorprendente e notevole – ma potrebbe realmente accadere nel nostro mondo e non in una stilizzata versione della nostra realtà”.

In uno dei loro primi incontri, Snyder ha spiegato a Wilkinson l’importanza dell’avere dei costumi molto flessibili e confortevoli.
Questa è una delle prime cose che Snyder mi ha menzionato in uno dei nostri primi incontri. È una cosa molto importante per Zack che il costume di Batman sia comodo e molto flessibile, d’altro canto sarebbe in grado di recitare in un modo molto naturale ed energico. Così un incredibile quantità di ingegneria è stata necessaria nello sviluppo nella nuova maschera”.

Wilkinson ammette che reinventare il costume di Aquaman per la sua prima apparizione in Batman v Superman, successivamente lo vedremo in Justice League – Part One, è stata un’enorme sfida.

“La gente si era molto lamentata per la pelle arancione e la calzamaglia verde e tutto il resto”.

La pelle di Aquaman non è arancione, il costumista si riferisce alla parte sopra del costume classico indossato dal personaggio che ricorda la pelle a scaglie di un pesce, di color appunto arancione.

Il nuovo costume di Superman, ne hanno creati 18, non è così semplice come può apparire spiega Wilkinson. La creazione di questi costumi ruota attorno alla

“Costruzione di strati e alla creazione della profondità. Mi sentivo come un alieno di metallo, qualcosa di molto forte e potente”.
Per realizzare il costume di Kal-El, è stato usato:

-una tuta cromata con i muscoli scolpiti (perché la compressione di una tuta appiattisce i muscoli pompati degli attori);
-una sottile, semplice cotta di maglia stampata in 3D, il mesh (tipo di tessuto) blu è sovrapposto alle forme in schiuma di lattice.
Ma se con Batman v Superman sono riusciti a ridurre a soli 15 il tempo di vestizione di Henry Cavill, per Ben Affleck ci vogliono invece circa 25 minuti e l’aiuto di altre tre persone per indossare la Batsuit.