Un po’ di storia sui personaggi che popolano l’universo di Batman parte 9

BATWOMAN

La seconda metà degli anni ’50 assiste all’entrata in scena della controparte femminile dell’eroe mascherato di Gotham, Batwoman (Detective Comics n.233 – Luglio 1956). Bellissima acrobata e, in seguito, proprietaria di un circo, indossa l’attillato costume da pipistrello emulando ammirata il Cavaliere Oscuro e, grazie ad una cospicua eredità, diventa subito sua indesiderata partner, rivaleggiando con il Batman nei casi più disparati. La Bat-donna (o Bat-amazzone, come viene ribattezzata in Italia) perderà questa speciale guerra dei sessi da lei stessa scatenata quando Batman, dando prova di maggiori capacità deduttive, scoprirà, a differenza di lei, la vera identità della rivale, costringendola ad abbandonare la carriera di eroina.

Batwoman per il Batman Silent Book disegnata da Elena Casagrande

Katherine Webb-Kane, dotata di un arsenale dissimulato in una frivola borsetta (il portacipria contiene polvere accecante, la boccetta di profumo è invece gas asfissiante e così via…), opererà in coppia con la nipote Betty, la prima Batgirl, che scopre per caso la doppia identità della zia, dando modo ai sapienti sceneggiatori DC di sviluppare il gioco delle possibilità sentimentali tra Bruce e Kathy e tra i giovani Robin e Batgirl, anche se nessun valore futuro verrà attribuito a questi rapporti. La sequenza di storie prima del rinnovamento di Crisis, la trovano tranquillamente in pensione su Terra 2, membro stimato dell’alta società di Gotham. Destino più tragico la attende su Terra 1, dove viene uccisa dal criminale Tigre di Bronzo (Bronze Tiger), durante una contesa tra Ra’s Al Ghul e Sensei, leader della Lega degli Assassini.

Nel 2006 la DC Comics ha pensato di rilanciare il personaggio nell’albo n.11 della saga 52 e, con l’assenza di Batman a causa di Batman R.I.P., è divenuta la protagonista di Detective Comics. Il design del personaggio venne curato da Alex Ross. L’identità di questa nuova Batwoman II è Kathy Kane, miliardaria lesbica che frequenta gli stessi ambienti di Bruce Wayne, ex compagna di Renee Montoya.
Katherine “Kate” Kane, è quindi l’attuale Batwoman II è figlia del colonnello dei corpi speciali, Jacob “Jake” Kane.
Kate decise di prendere le orme di Batman in età adulta, quando l’eroe la salvò da un assalitore, ma la determinazione alla lotta contro il crimine l’aveva sin da bambina: lei e la sorella gemella furono rapite assieme alla madre. Il padre intervenne per salvarle, ma madre e sorella morirono nello scontro a fuoco, sotto i suoi occhi.
La sua aiutante è la cugina Bette Kane, che già da anni era la supereroina Flamebird.
Con il riavvio della continuity DC in Rebirth, su Detective Comics Batman assembla una sua squadra personale di assistenti che comprende Kate Kane/Batwoman.
Bette Kane, alias Bat-Girl alias Flamebird, cugina e alleata dell’attuale Batwoman, in un prossimo futuro è mostrata come nuova Batwoman, la III, nonché amore di Tim Drake alias il nuovo Batman, nella saga Titans Tomorrow.

Cassandra Cain, alias Batgirl III, nella saga Titans Tomorrow… Today! è mostrata come Batwoman IV al posto di Bette Kane, che non sta più con Tim Drake/Batman e ha ripreso il vecchio ruolo di Flamebird.

Amori perduti

A volte, l’amore è il nemico più grande. Benchè l’incessante crociata contro il crimine non gli lasci molto tempo per dedicarsi agli affari di cuore, Batman è stato più volte turbato da questioni sentimentali. In un’elenco infinito di belle donne sorprese a braccetto del miliardario Bruce Wayne, soltanto poche, però, sono riuscite a intuire la vera natura di questo annoiato playboy. Tra queste Julie, Vicky, Talia, Silver, Shondra, Kathy, Vesper e Ivy, nel corso degli anni, hanno tutte suscitato nel Cavaliere Oscuro qualche momento di incertezza. Ciascuna a suo modo, lo hanno tutte costretto a scegliere tra il vero amore e la guerra che si era impegnato a combattere fino all’ultimo.

Il cuore del pipistrello
Batman protegge il suo cuore con un’armatura, Bruce Wayne con la freddezza.
Si è arreso, infatti, all’evidenza che la vera felicità verrà sempre dopo la sua crociata. Ha quindi accettato la solitudine come parte del suo destino, convinto di porter essere più utile alla sua causa sacrificando la compagnia femminile. Conscio che deve affrontare, Bruce non vuole che l’amore diventi l’ennesima vittima della sua guerra contro il crimine.

Vicki Vale
La macchina fotografica della fotoreporter Vicki Vale non mentiva mai, e neppure il suo ragazzo Bruce Wayne. Pur dopo molti, strazianti tentativi, Bruce non le disse mai, però, del suo alter ego Batman! Man mano che Vicki si avvicinava a lui, Bruce si ritrasse sempre più dietro la sua maschera, soffrendo in silenzio, mentre l’allontanava per sempre dalla sua vita.

Dr. Shondra Kinsolving
Bane riuscì a paralizzare Bruce, prima che potesse rivelare i suoi sentimenti al medico personale Shondra Kinsolving. Shondra, frattanto, fu rapita dal malvagio fratellastro Benedict Asp, che la costrinse ad usare per scopi malvagi le sue abilità empatiche latenti. Bruce sconfisse Asp e liberò Shondra, ma i danni subiti dalla mente della donna erano troppo gravi. La psiche di Shondra subì poi una regressione allo stadio infantile, mentre curava le ferite di Bruce.

 

 

 

Kathy Kane
Quando immaginava il proprio futuro, Bruce vedeva spesso Katy Kane (l’ex supereroina Batwoman) al centro di una vita idilliaca in cui il Cavaliere Oscuro era felicemente sposato e serenamente in pensione. Però nè Bruce nè Kathy, nè tantomeno i loro alter ego, diedero sfogo alla loro attrazione reciproca. E quando la deliziosa direttrice di circo fu uccisa da Tigre di Bronzo della Lega degli Assassini, era ormai troppo tardi.

 

Talia
Talia, figlia dell’ecoterrorista Ra’s al Ghul, si innamora di Batman, che il padre, nonostante le differenti posizioni, designa come suo erede. Ma Batman, nonostante l’attrazione per Talia, si è sempre rifiutato, rifiutando ed ostacolando i loro piani criminali.
Quando Ra’s si allea con Bane, l’uomo confidava in lui come un possibile erede e compagno per Talia, che però lo rifiuta.
Talia fa parte della Società Segreta dei Super Criminali e, disillusa dai piani del padre, lascia la lega degli assassini per supportare Lex Luthor, sia nella LexCorp che per la sua campagna elettorale per la carica di Presidente degli Stati Uniti; dietro le quinte però la donna rema contro di lui, arrivando a dare in pasto alla stampa le malefatte delle sue società. Quando Talia viene rapita dalla sorella Nyssa, che voleva vendicarsi del padre, la donna viene torturata, uccisa e risorta più volte grazie ai pozzi di Lazzaro. Comprese le ragioni della sorella, non si oppone all’uccisione di Ra’s, e arriva a ripudiare l’amore che desiderava da Batman. Quando l’immortale padre cerca di ritornare in vita attraverso Damian, figlio di Talia e Batman tenuto nascosto, la donna non esita ad opporvisi, riuscendo infine a salvare il giovane.

Silver St. Cloud
In uno spettacolo di beneficenza a bordo del suo yacht, Bruce conobbe Silver St. Cloud, un’organizzatrice di convention. Silver s’accorse subito che in Bruce c’era qualcosa di più di quanto apparisse; sospetto poi confermato quando il Cavaliere Oscuro piombò nell’Expo Center di Gotham per catturare un assassino. Silver riconobbe il corteggiatore, ma preferì confessare il suo amore a Batman in un addio straziante, piuttosto che vederlo rischiare la vita ogni notte.

Pamela Isley
Quando Poison Ivy rapinò il galà di beneficenza Danzing, Bruce si rese subito conto che la sua attrazione era più di tipo sessuale che sentimantale, e dipendeva dai seducenti feromoni di Ivy. Il primo bacio della ragazza era un veleno; il secondo un antitodo. Durante il loro primo incontro, le labbra velenose di Ivy inseminarono Bruce d’estasi tossica. Quando poi Ivy baciò il Cavaliere Oscuro morente, inconsapevolmente, guarì la sua presunta vittima, facendo sbocciare tra loro una nuova attrazione sessuale!

Julie Madison
Il primo amore di Bruce, l’aspirante attrice Julie Madison, credeva totalmente alla maschera da playboy del suo innamorato, ma sapeva che, se Bruce non si fosse deciso a mettere la testa a posto, la loro relazione sarebbe giunta al capolinea. Dopo aver posto fine al fidanzamento con Bruce, Julie si costruì una nuova vita ad Holliwood nei panni della starlet Portia Storme.

Vesper Fairchild
Proprio quando Bruce cominciava a rendersi conto della sua passione per Vesper Fairchild, DJ della WKGC e “Sirena della notte”, il grande terremoto di Gotham pose fine alla loro relazione. Vesper decise di lasciarsi alle spalle Bruce e Gotham durante il periodo della Terra di Nessuno: una decisione che rimpianse amaramente, una volta tornata nella città ricostruita. Solo il tempo ci dirà se l’amore di Bruce e Vesper toroverà una base più solida…oppure rimarrà arroccato su un terreno franoso.

 

 

 

 

Jezebel Jet

Jezebel Jet è una ex top model che ora governa un piccolo paese africano. Anche lei ha incontrato Bruce Wayne a una festa per la raccolta di fondi per beneficenza nel corso di una galleria d’arte di Londra. Ha frequentato Bruce Wayne per volere di Alfred Pennyworth, che pensava che il suo capo avesse bisogno di tornare in contatto con se stesso e il proprio costume di “Playboy”, con lo scopo di occupare qualche “colonna di gossip” sui giornali. I due si mostrarono insieme intorno alla galleria d’arte, parlando di politica e della beneficenza. Lei si rifiutò di dargli il suo numero di telefono citando la sua reputazione e il suo disinteresse a diventare una ” delle ragazze di Wayne”.
I due si riuniscono in seguito per una vacanza sulla neve. Wayne ha detto alcune bugie sul suo amore per gli “sport pericolosi”.
Nel frattempo il suo rapporto è monitorato da Talia al Ghul nel suo continuo interesse per formare una vita con Bruce Wayne e il loro figlio Damian. Il rapporto è stato anche fortemente monitorato da vari giornalisti dei tabloid che hanno riferito ogni loro mossa, speculandoci anche sopra.
Durante un evento di beneficenza il Bat-segnale è stato illuminato, portando Wayne a fingere di andare fuori rotta per andare alla sede centrale della polizia di Gotham City e occuparsi del problema. Una settimana dopo Jezebel ha incontrato Bruce al ristorante Alhambra Rooms, e durante la loro conversazione lo affrontò sulle sue sparizioni costanti e del suo comportamento misterioso. Proprio quando il rapporto sembra essere arrivato al termine Jezebel viene presa in ostaggio. Batman la salva. Jezebel dopo aver urlato una serie di accuse a Bruce Wayne, e cioè che “è un superficiale, egoista, sconsiderato, un uomo che non è mai cresciuto” capisce la sua identità. La rivelazione del suo alter-ego rafforza il loro rapporto, e quando una tregua del “supercrimine” colpisce Gotham City inizia a trascorrere più tempo con lei, anche arrivando a piedi direttamente attraverso la Batcaverna. Verso la fine della Batman R.I.P., si scopre che Jezebel Jet è stata un agente del Guanto Nero per tutto il tempo. Durante l’epilogo, lei è stata vista l’ultima volta attaccata dai pipistrelli, così il suo destino rimane sconosciuto.