DC: 8 Film Collection Box Set

Dal 13 ottobre 2020 in arrivo anche l’atteso super cofanetto “DC 8 Film Collection Box Set”, in edizione limitata e numerata (per un totale di 550 copie).

Faranno parte del cofanetto 8 film in edizione Blu-Ray: “Batman v Superman”, “Wonder Woman”, “Aquaman”, “Shazam!”, “Suicide Squad”, “Justice League”, “L’Uomo d’Acciaio”, “Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn)”. Ad impreziosire questa edizione limitata, anche 9 Art Card che celebrano i personaggi DC nelle più belle città italiane, realizzate in collaborazione con Panini Comics dai più grandi comic authors
italiani (tra cui spiccano Wonder Woman a Verona, firmata da Milo Manara e Harley Quinn a Venezia di Giorgio Cavazzano).

Le 9 Art Card, che possono essere assemblate per creare un poster di misure 40×50,
ritraggono:
* Wonder Woman – Artista: Milo Manara (Verona)
* Aquaman – Artista: Emanuela Lupacchino (Polignano a Mare)
* Batman/Superman – Artista: Simone Bianchi (Firenze)
* Harley Quinn – Artista: Giorgio Cavazzano (Venezia)
* Justice League – Artista: Lelio Bonaccorso (Agrigento)
* Superman – Artista: Gabriele dell’Otto (Roma)
* Batman – Artista: Lee Bermejo (Modena)
* Shazam – Artista: Giovanni Timpano (Bologna)
* Card con Logo DC

Il cofanetto è disponibile solo su Amazon e cpn almeno € 50 di prodotti all’interno dello Store (in un’unica soluzione) si potrà accedere agli eventi esclusivi Lucca Changes riservati ai clienti Amazon. 

Metropolis: in arrivo la serie TV prequel di Superman

Batman e Superman sono certamente i due supereroi della DC Comics più amati e più popolari, proprio per questo oltre che riportarli sul grande schermo con pellicole come L’uomo d’acciaio, Batman v Superman: Dawn of Justice e Justice League, la DC Extended Universe ha pensato bene di dedicargli anche delle serie TV. O meglio, offrire agli spettatori una serie TV rivolta al mondo che circonda questi due personaggi. È così che da qualche anno sta avendo un buon successo Gotham, serie prequel delle avventure di Batman con protagonista un giovane detective Jim Gordon, ora la Warner Bros e la DC Entertainment sono al lavoro per un progetto simile: Metropolis, la serie in cui vengono proposti gli antefatti delle avventure di Superman.

Batman v Superman Concept Artbook – Illustrazione di Mauro Manthomex Antonini

Metropolis: la serie TV prequel di Superman

Metropolis non sarà una sorta di rifacimento di Smallville, celebre serie TV che raccontava le gesta del giovane Clark Kent, Superman non sarà infatti neanche il protagonista principale della storia (così come non lo è Bruce Wayne in Gotham), ma questo ruolo se lo divideranno altri due personaggi: Lois Lane e Lex Luthor. La serie TV sarà trasmessa direttamente dalla piattaforma streaming della DC nel 2019 e le riprese inizeranno nei prossimi mesi. La prima stagione sarà composta da tredici episodi. Non sono ancora noti i nomi degli attori che faranno parte del cast di Metropolis.

 

Krypton: la serie TV prequel di Superman e di Metropolis

Metropolis non sarà l’unica serie TV prequel di Superman che sarà visibile nei prossimi mesi: il prossimo 21 negli Stati Uniti andrà infatti in onda il primo episodio di Krypton (in Italia non è ancora noto quando arriverà), serie che avrà come protagonista Cameron Cuffe nel ruolo di un giovane Seg-El, ovvero il nonno di Superman. Il cast di Krypton è poi completato da attori come Georgina Campbell, Ian McElhinney, Aaron Pierre e Elliot Cowan. L’idea della serie TV su Krypton è stata di David S. Goyer (da noi incontrato personalmente al Roma Fiction Festival), un nome che noi fan dei film della DC conosciamo bene: scrive il soggetto per il film Batman Begins di Christopher Nolan, lavorando poi a quattro mani con quest’ultimo nella stesura della sceneggiatura definitiva. Successivamente co-scriverà il soggetto per i due sequel del film, Il cavaliere oscuro del 2008 e Il cavaliere oscuro – Il ritorno del 2012, oltre ad essere lo sceneggiatore di L’Uomo d’Acciaio e di Batman v Superman: Dawn of Justice e conosce bene la storia del pianeta di Superman. Krypton, di cui è stato anche già diffuso il primo trailer ufficiale, sarà ambientata, come suggerisce il titolo, nell’omonimo pianeta nativo di Superman duecento anni prima della sua esplosione.

Justice League 2 rimandato per inserire The Batman

La Warner Bros ha ufficializzato il rinvio della “Justice League 2” previsto per il 14 giugno 2019, al suo posto il “The Batman” firmato dal regista premio Oscar Ben Affleck.

Zack Snyder il regista che ha portato sullo schermo “Watchmen” (2009), “L’uomo d’acciaio” (2013) e “Batman v Superman: Dawn of Justice” (2016) è attualmente impegnato nella post-produzione del film “Justice League”. L’uscita del film nella sale statunitensi, riguardante la squadra dei supereroi della DC Comics, è prevista per il 17 Novembre 2017.

La Warner Bros stava già pensando concretamente alla realizzazione del sequel “Justice League 2”, previsto inizialmente per il 14 Giugno 2019, ma ora è stato ufficialmente rimandato per dare spazio a un altro cinecomic: “The Batman” di Ben Affleck!

Il primo Justice League diretto da Zack Snyder uscirà comunque il prossimo autunno, mentre è possibile che adesso il film di Affleck prenda come data d’uscita il 24 luglio 2019, quella destinata al secondo episodio dell’ensemble di supereroi DC, anche se in precedenza erano uscite notizie di un possibile film di Batman nell’anno 2018.

L’intenzione della Warner Bros è quindi quella di concentrarsi su “The Batman” prima di lavorare a “Justice League 2”. Il film sarà scritto, diretto e interpretato da Ben Affleck. Nonostante il lungometraggio non abbia ancora una data di uscita ufficiale, i fans sperano di poterlo vedere al cinema nel corso del 2018. Si pensa anche possa prendere il posto della ex data di uscita del sequel della Justice League. Il primo film, invece, arriverà nelle sale italiane il 23 Novembre 2017.

Batman v Superman se non avete letto i fumetti

Ancora prima della resa dei conti cinematografica tra il Crociato Incappucciato e l’Uomo d’Acciaio in Batman v Superman: Dawn of Justice , su Twitter ha iniziato a circolare l’hashtag #whowillwin (#chivincera). Tra noi, appassionati di fumetti e tra chi ha già visto il film è facile notare la grande influenza de Il ritorno del Cavaliere Oscuro, il classico scritto dal fumettista e sceneggiatore Frank Miller, il costume di Robin nella teca della bat-caverna con il riferimento a Morte in famiglia. Ma tra gli spettatori ci saranno anche normali frequentatori di cinema, che vedendo il titolo si chiederanno perplessi come mai Batman e Superman si scontrino, dal momento che in teoria sarebbero amici, anzi super amici. Per gli appassionati le sole parole “Dawn of Justice” (“l’alba della giustizia”) sono sufficienti per capire che alla fine Batman e Superman dovrebbero riuscire ad appianare le loro divergenze e, con l’aiuto di Wonder Woman, fare un passo verso la creazione della Justice League: finalmente la risposta della DC Comics al gruppo di supereroi Marvel degli Avengers. Per lo spettatore medio però tutto questo potrebbe non essere così chiaro. Tra amici, colleghi e addirittura celebrità, la domanda che continua a saltar fuori è sempre la stessa: «Perché combattono tra loro?». Mettiamo insieme i cinque punti fondamentali per chi fa parte della seconda categoria e vuole mettersi in pari (con qualche spoiler minimo, ma solo per chi non ha visto i trailer).

1. Superman ha salvato una città distruggendola
Il film del 2013 L’uomo d’acciaio, che ha introdotto il Superman interpretato da Henry Cavill, rappresenta l’inizio dei tentativi da parte di Warner Bros e DC Entertainment di costruire un universo cinematografico condiviso per i film sui supereroi DC. Il film non finisce bene: Superman riesce a salvare la Terra, ma per farlo contribuisce a distruggere gran parte della città di Metropolis. Durante lo scontro con il generale Zod, che viene dal pianeta Kripton come Superman e ha la sua stessa forza, vengono abbattuti palazzi e muoiono molte persone. Superman si comporta in modo eroico, ma per molti abitanti della città il fatto che sia un alieno fa della Terra un bersaglio. Tra i molti che la pensano così c’è anche Batman.

2. Batman considera Superman una scheggia impazzita
Bruce Wayne, l’alter ego di Batman, ha assistito alla distruzione provocata dalla battaglia tra Superman e Zod (in cui le nuvole accecanti di detriti hanno l’aria di essere un forte rimando all’11 settembre). Sembra che uno dei palazzi della sua Wayne Enterprises a Metropolis sia stato distrutto, uccidendo probabilmente molti dei dipendenti. La nuova versione di Batman, interpretato da Ben Affleck, non ha ancora incontrato Superman. Batman è convinto che Superman abbia contribuito a distruggere una città, e per questo dovrebbe essere considerato una minaccia da eliminare. Nonostante molte persone considerino Superman un eroe, Batman crede che anche solo l’1 per cento di possibilità che diventi un criminale sia una ragione sufficiente per eliminarlo.

3. Superman considera Batman un vigilante che va fermato
Superman non condivide i metodi usati da Batman per combattere la criminalità. Come giornalista, Clark Kent cerca di convincere il direttore del Daily Planet Perry White a indagare su Batman e i suoi metodi. Sembra che Kent ne stia facendo una battaglia personale, risponde White. Quando Kent intervista Bruce Wayne a un evento promosso da Lex Luthor, per prima cosa gli chiede cosa pensa della presenza di Batman a Gotham City. Da Superman, poi, Kent strappa via le portiere della Batmobile e minaccia di fermare per sempre Batman se continuerà a fare Batman. Che ovviamente non gli dà retta.

4. Il film è basato su un classico dei fumetti DC
Il Ritorno del Cavaliere Oscuro, la celebre e importante storia a fumetti scritta da Miller per la DC Comics che ha recentemente festeggiato il suo 30esimo anniversario, influenza molto Batman v Superman: Dawn of Justice. Nel fumetto Batman è molto invecchiato e non gradisce che altri supereroi gli diano ordini. Molti aspetti del Ritorno del Cavaliere Oscuro sono stati adattati per il film, compreso il costume corazzato che un brizzolato Batman indossa per tenere testa alla forza di Superman.

5. La visione che Flash mostra a Bruce Wayne
Flash, mostra una versione della Terra soggiogata da Darkseid mentre le sue legioni di Parademoni sciamano ovunque. I ribelli, sono alla ricerca della kryptonite, vengono traditi e massacrati, e Bruce assiste impotente all’intervento da parte di un esercito di Parademoni agli ordini di Darkseid, il quale probabilmente ha invaso la terra e controlla anche la mente di Superman. Ciò che Batman vede inizialmente davanti a se e’ il simbolo di Darkseid disegnato a terra. Sempre in questo ipotetico futuro, Bruce viene imprigionato e Superman lo uccide, sfondandogli il petto e facendo un riferimento alla morte di Lois Lane. Alla morte di Batman in questo futuro alternativo, Bruce nella propria linea temporale, mentre Flash, venuto dal futuro lo avvisa del fatto che lui aveva ragione su Superman, il quale sarebbe impazzito a causa della morte di Lois.

6. Dietro le quinte, Lex Luthor muove i fili…e la scena mancante
Lex Luthor (interpretato questa volta da Jesse Eisenberg) storicamente non ama molto Superman. Nel film escogita un piano per far sì che i due supereroi si eliminino a vicenda, in modo da non doversene occupare personalmente. Luthor trova il modo per far scontrare fino allo sfinimento Superman e Batman. Infatti, dal momento che non può eguagliare Superman in fatto di forza bruta, Lex Luthor deve fare affidamento sul suo impressionante intelletto per trovare altri modi per sopraffare l’Uomo d’Acciaio. Quindi Lex rapisce la madre di Superman, Martha Kent, per rendere l’eroe Kryptoniano conforme alla sua richiesta: uccidere Batman. Nel film è stata tagliata una scena in cui Superman ha usato i suoi poteri per rintracciare il luogo in cui Martha veniva tenuta prigioniera. In questa scena lui vola sopra la città. La telecamera inizia a ruotare attorno a lui mentre sente le grida e il dolore causato dal crimine. Lui soffre perché sa che se cerca di trovarla in questo modo, dovrà ignorare gli innumerevoli gridi d’aiuto che sentirà provenire dalle città di tutto il mondo.

 

La battaglia del secolo

Batman v Superman

Batman v Superman

Il coreografo dei combattimenti di Batman v Superman parla del grande scontro

Prendo spunto dal titolo usato per la collana fumetti edita dalla Panini Comics negli anni 90, per evidenziare le parole del coreografo Guillermo Grispo, che ci parla di come ha impostato le sequenze del film su cui da mesi Zack Snyder sta lavorando: Batman v Superman: Dawn of Justice. Siamo ormai abituati al fatto che gli sceneggiatori di film tratti da fumetti cerchino ispirazione nelle storie cartacee. Quali potrebbero essere le storie da cui trarre ispirazione per questo epico scontro?
Tante sono le storie che avrebbero potuto offrire buon materiale al team creativo del film.

Durante un’intervista rilasciata al sito spagnolo Los Andes Diario, il coreografo Guillermo Grispo ha rivelato alcuni interessanti dettagli sul tanto atteso Batman V Superman: Dawn of Justice, preannunciando un’epica battaglia e grandi combattimenti senza precedenti per i due eroi DC.

Batman combatterà contro Superman. Questa è una delle nostre poche certezze riguardanti la trama di Batman v Superman: Dawn of Justice, ma come è stato coreografato il combattimento tra i due supereroi DC? Lo stesso Guillermo Grispo (300, Sucker Punch, L’Uomo d’Acciaio) coordinatore anche degli stunt e dei combattimenti  ha fornito qualche dettaglio sullo scontro:
“Alla Warner Bros sono davvero severi, quindi non posso dire molto ma non c’è da stupirsi se dico che Batman e Superman si trovano faccia a faccia nel film. È una delle più importanti sequenze e sono stato attivamente coinvolto nella progettazione del combattimento: lo scambio dei pugni e il movimento fisico sono stati messi insieme con il mio partner Ryan Watson.
C’è il pensiero che Batman non abbia alcuna possibilità, che l’altro lo schiaccerà come un verme. Ma quando vedrete il film e come tutto avverrà, c’è una spiegazione davvero intelligente sul perché si confonteranno in prima persona anche se Batman sembra essere in totale svantaggio”.

In merito al personaggio di Batman e alle precedenti trasposizioni cinematografiche del Cavaliere Oscuro, ha inoltre aggiunto:

“Batman combatterà nel modo che ho sempre sognato. È un personaggio che vanta una certa preparazione nelle arti marziali, malgrado generalmente i filmmaker tralascino questo aspetto. Anche nell’ultimo film di Christopher Nolan, le scene d’azione non sono molto buone da un punto di vista tecnico della ripresa, della coreografia o dei movimenti della macchina da presa. Non fraintendetemi, Nolan è un grande regista. Realizza storie affascinanti, ma ritengo non abbia prestato molta attenzione ai combattimenti. Questi sono dettagli che Zack ama preparare e penso che quando vedrete il nuovo Batman in azione noterete un enorme differenza rispetto ai suoi predecessori”.

Ma preparare le scene d’azione non è poi così facile, perché bisogna tener conto di molte, ha spiegato Grispo:

“Puoi arrivare e dire ‘Bene, ora voglio colpire contro quella finestra e voglio romperla’ e ti viene detto ‘No, no, stop!’ perché non è possibile girare la cinepresa qui o là per via dell’illuminazione, o perché l’estensione digitale è stata preparata fino a un certo punto.
Per esempio, immaginate una lotta in esterno a Gotham: dico ‘Bene, in questa scena voglio un angolo che guarda verso l’alto quando sta dando il calcio’, e mi è stato detto ‘No, guarda, se si guarda verso l’alto costerà alla produzione 80.000$ in più perché dovremo aggiungere l’estensione digitale dagli edifici fino alle nuvole, quindi prova a trovare qualcos’altro perché è più economico’ [ride]”.

Batman v Superman: terminate le riprese

Dopo otto mesi di riprese, Batman v Superman: Dawn of Justice è terminato. Lo rende noto il direttore della fotografia Larry Fong che lo ha ufficialmente annunciato la notizia il 4 dicembre su Instagram. Le riprese si sono svolte principalmente in Detroit, Michigan, ma qualche tempo è stato girato anche in Illinois e New Mexico.

Le aspettative nei confronti di Batman v Superman: Dawn of Justice, il sequel de L’Uomo d’Acciaio diretto da Zack Snyder, sono altissime. Lo sa bene Henry Cavill, che è tornato ad interpretare il ruolo di Superman ed ha promesso hai fan un’esperienza indimenticabile:

È un film di Zack Snyder, quindi sarà uno spettacolo visivo e farà la storia del Cinema. Stiamo facendo Superman e stiamo facendo Batman, e sta succedendo tutto allo stesso tempo. Quindi incrociamo le dita e vedrete che sarà eccitante come penso!

E per quanto riguarda il suo collega Ben Affleck, che vestirà i panni dell’Uomo Pipistrello? Anche in questo caso nessun dubbio:

Stiamo parlando di Ben Affleck. Non credo che abbia bisogno di nessun consiglio da parte mia. Il ragazzo è una leggenda. Fa quello che gli riesce meglio. È grandioso. È fantastico.

Il film è previsto per essere rilasciato negli Stati Uniti il 25 Marzo 2016 in 3D .

Batman v Superman: Dawn of Justice

Batman v Superman: Dawn of Justice

 

Justice League Dark: news da Guillermo Del Toro

Guillermo del Toro, dopo il colossal di fantascienza Pacific Rim, uscito questa estate, pare stia sviluppando il suo film della DC Comics, Justice League Dark. In una recente intervista su Cinefilos.it (che qui sotto vi proponiamo), il regista ci dà un breve aggiornamento sul progetto, e poi dice che la Warner Bros sta facendo piani per l’intero universo DC! Ecco la citazione:

“Abbiamo parlato sia con la Warner che con la DC e mi sento sicuro che i due progetti possano convivere ed andare avanti indipendentemente. Credo che la DC stia provando a creare un grande universo di personaggi, espanderlo e far capire al pubblico che si tratterà di un mondo intero di personaggi, non solamente uno che dipende da uno o due personaggi”.

Forse questo potrebbe significare che la nuova pellicola Justice League Dark dovrebbe essere ambientata quanto meno nello stesso universo de L’Uomo d’Acciaio.
Insomma, dopo che i piani alti della NBC hanno commissionato una serie televisiva su Constantine, figura chiave nella Justice League Dark (infatti nei fumetti e’ stato reinserito il suo character nel DCU canonico), sembra chiaro a tutti che però l’intero progetto di Del Toro deve, per il momento, essere congelato o comunque decisamente ritardato.

Justice League Dark

Justice League Dark – Fotogramma

BEN AFFLECK INTERPRETA BATMAN NEL SEQUEL DI SUPERMAN

«Sapevamo di aver bisogno di un attore straordinario per interpretare uno dei più popolari supereroi, e Ben Affleck di certo lo è, e anche di più». Così si legge nel comunicato ufficiale diffuso dalla Warner in cui si annuncia che sarà appunto la star di Argo a vestire i panni del nuovo Batman.

Superman/Batman

Superman/Batman

Così Ben Affleck intepreterà, Batman nel sequel de «L’uomo d’acciaio», il film di che quest’anno ha riportato Superman al cinema incassando oltre 650 milioni di dollari. Nel sequel, scritto da David S. Goyer e Diretto da Zack Snyder, Henry Cavill interpreterà ancora Clark Kent ovvero Superman.
Il nuovo film vedrà altresì il ritorno di diversi personaggi del primo capitolo ossia: Amy Adams, Laurence Fishburne e Diane Lane. Le riprese dovrebbero prendere il via a inizio l’anno 2014.
C’e’ da dire che l’interpretazione di Ben Affleck nel cinecomic Marvel Daredevil non e’ stata certo tra le sue migliori performance. Ma nel frattempo, il nuovo Batman, nel 2006 ha vinto la Coppa Volpi a Venezia per «Hollywoodland», in cui interpreta George Reeves, ovvero il primo Superman della tv e d’altra parte è anche vero che ormai sono passati 10 anni da Dare Devil e l’attore è molto maturato, infatti ha trionfato agli Oscar 2013 con il film «Argo» (il cui produttore e’ stato l’ex Batman George Clooney).

Quando viene domandato a Ben Affleck chi vincerebbe fra il Crociato di Gotham e Kal-el afferma:

È più complicato di così. Lo realizzerete quando vedrete il film. Non c’è un autentico vincitore. Mi piace l’idea che sia la Verità a trionfare.

Quanto al paragone con l’illustre e acclamato predecessore:

Non voglio competere con le altre incarnazioni né emularle. Sono versioni che appartengono ad altri universi. Christopher Nolan ha impiegato Batman per raccontare una storia con una sua conclusione. La mia versione è diversa, ma fedele alla mitologia del personaggio e i temi a lui associati. Poi bisogna anche dire che il Batman di Nolan si muove in un contesto dove gli altri supereroi non esistono. Qua, visto che ci stiamo muovendo in direzione della Justice League, c’è anche Superman e un intero mondo popolato da supereroi. Una situazione che dà origine a una realtà alternativa.

Superman/Batman Logo

Superman/Batman Logo

La stessa Warner Bros – attraverso la voce del Presidente e direttore creativo Greg Silverman e del Presidente e direttore marketing Sue Kroll – ha poi annunciato la data ufficiale d’uscita: il 17 luglio 2015. Il film di che riunisce per la prima volta sul grande schermo i due supereroi della DC Comics sembra essere ancora senza titolo.
David Goyer (già ospite sul nostro blog) tornerà nelle vesti di sceneggiatore e Zack Snyder in quelle di regista. Lo stesso direttore artistico Snyder ha espresso tutta la sua soddisfazione ed entusiasmo per la scelta di Affleck: «Ben è un interessante controbilanciere al Superman interpretato da Henry. Ha le abilità recitative adatte per creare un ritratto di un uomo che è certo più vecchio e saggio di Clark Kent che ha le cicatrici delle vecchie lotte contro il crimine, ma ha anche il fascino del miliardario Bruce Wayne che il mondo conosce. Non vedo l’ora di lavorare con lui».
Dopo questo annuncio ci si chiede: chi sarà il cattivo della situazione? In Man of Steel si comprende che esistono le imprese Wayne e la Lex Corp. Sicuramente al piu’ presto arrivera’ la risposta.