Smallville

Smallville. Dieci stagioni, andate in onda tra il 2001 e il 2011, che esplorano la vita del giovane Clark Kent, interpretato da Tom Welling (doppiato dal nostro Marco Vivio) e il suo percorso per diventare l’iconico eroe dal mantello rosso e dagli incredibili poteri. Quali sono le sue motivazioni? Cosa lo ha spinto a diventare il paladino dell’Umanità nonostante le sue origini aliene? Con quali valori è stato cresciuto dai suoi genitori adottivi, Jonathan e Martha? Quali amicizie e amori hanno segnato la sua strada? Quali difficili scelte, quali incontri e scontri?

Con queste intriganti premesse la serie si riprometteva di riportare ai giorni nostri il mito di Superman, da sempre sotteso all’eterna dicotomia tra un linguaggio che sa di universalità – pescando addirittura nella mitologia – e l’inevitabile condanna a essere eternamente fuori dal tempo. Trovare nuove strade per raccontarne la storia non era, e tuttora non è, facile (né mai lo sarà, a mio modesto parere). Ma, per certi versi, usando l’espediente dell’elseworld, Smallville ci riesce.

Almeno per le prime cinque stagioni, infatti, pur conservando una preponderante componente romantica – si tratta pur sempre di un teen drama – Smallville fa il suo dovere piuttosto bene, delineando i tratti dei personaggi principali della mitologia supermaniana anche con una certa complessità: il cammino dell’eroe viene costellato di prove e fatiche, che specularmente raccontano anche il declino dell’amico destinato a divenire il suo peggior antagonista. Tra una fanciulla da salvare e un freak of the week, la storia si mantiene su buoni livelli, vantando perfino dei cameo di rilievo, da Margot Kidder al compianto Christopher Reeve, in quello che all’epoca fu un vero e proprio passaggio di testimone estremamente toccante.

La seconda metà di serie non si mantiene su questi livelli, cercando di barcamenarsi tra una quantità di personaggi – tra gli altri e solo a livello indicativo: Flash, Aquaman, Black Canary, Cyborg, Martian Manhunter, Metallo, Zod, la Legione, Brainiac… – e storie forse un po’ sfuggite di mano, la voglia di fare dello show qualcosa di più fumettistico e la necessità di conservarne le radici teen, in un graduale declino che ha il suo apice nell’ottava stagione – discesa pur parzialmente giustificata dal cambio di sceneggiatori dovuto a un lungo sciopero della categoria negli U.S.A., ragione comunque non sufficiente a considerare quantomeno passabili alcuni story-arc: ancora non perdono l’orribile gestione della questione Lana Lang, per non parlare del main villain, un Doomsday tanto mal scritto quanto inutile.

Le cose migliorano dalla metà della nona stagione, con il subentro di Geoff Johns (qui una nostra ripresa esclusiva a Lucca Comics 2012) alla sceneggiatura di alcuni episodi – memorabile la doppia puntata sulla Justice Society of America, che vide non solo l’ingresso nella serie di Hawkman, Doctor Fate e Stargirl, ma anche riferimenti importanti a Sandman, Jay Garric (ben prima di The Flash) e a Alan Scott, la prima Lanterna Verde.

Geoff Johns a Lucca Comics 2012 - Foto di Batman Crime Solver

Foto di repertorio di Batman Crime Solver – Geoff Johns a Lucca Comics 2012

La decima stagione ricollega bene molti punti oscuri – tranne, per l’appunto, che fine abbia fatto Lana, a dimostrare che si trattava proprio di una sceneggiatura partorita male – traghettando degnamente Clark ad abbracciare, finalmente, il suo destino contro la grande minaccia di Darkseid. A dirla tutta, avremmo tutti voluto una scena finale più action, vedere finalmente Superman in azione e non semplicemente Welling sbottonarsi la camicia e mostrarci lo Scudo; ma, data la qualità non più eccelsa e il budget richiesto troppo elevato, ci si è un po’ tutti accontentati, chiudendo persino un occhio sulla sorte riservata a Lex Luthor.

Si tratta comunque di una visione leggera e non impegnativa, pur parlando di oltre duecento puntate. La visione della serie in streaming, può essere un buon rimedio per coloro che non l’hanno vista.

Se proprio non sopportate trame “alla Beautiful” che puntano più al romanticismo che all’azione, evitatelo come la peste. Consigliata a tutti gli altri, soprattutto agli appassionati del genere e dei personaggi.

Tra le nostre tante interviste abbiamo in archivio per voi i saluti di Marco Vivio il doppiatore di Clark Kent interpretato da Tom Welling.

E i saluti dal bravissimo Fabrizio Vidale che è apparso nel serial doppiando il personaggio WINSLOW SCHOTT / GIOCATTOLAIO (prima apparizione è stata su Action Comics n. 64 settembre 1943) interpretato da Chris Gauthier (stagione/episodi 8.14, 9.4, 10.20).

CURIOSITÀ

Filmato quasi interamente a Cloverdale, nella Columbia Britannica, la serie vede l’ingresso nel mondo della televisione di nuovi talenti come Kristin Kreuk nel ruolo di Lana Lang, e il ritorno di volti ben più noti come John Schneider (il Bo Duke di Hazzard) nel ruolo di Jonathan Kent, di Annette O’Toole (apparsa nel film Superman III nel ruolo di Lana Lang) nel ruolo della madre di Clark Kent e di John Glover nel ruolo di Lionel Luthor. Senza dimenticare la nostra Wonder Woman Lynda Carter che ha recitato in Smallville un cameo in nel ruolo di Moira Sullivan.

Pubblicità

Legends of Tomorrow

La serie Legends of Tomorrow, spin-off di Arrow e Flash, vanta un cast di star come Victor Garber (The Flash, Alias),Brandon Routh (Arrow, Superman Returns), Arthur Darvill (Doctor Who), Caity Lotz (Arrow),Ciarra Renee (Pippin), e Franz Drameh (Edge of Tomorrow), Dominic Purcell (The Flash, Prison Break) eWentworth Miller (The Flash, Prison Break).
Quindi presto, alla saetta rossa e freccia verde si aggiungerà un vascello sovraccarico di nuovi supereroi taragato FINALMENTE DC Comics. Infatti presto riusciremo a vedere, anche sulle reti mediaset (probabilmente Italia uno) il debutto di questa nuova serie in onda sul canale della CW.
Il telefilm ci narra la storia di Rip Hunter (Arthur Darvill), un viaggiatore nel tempo che torna ai giorni nostri per dare la caccia al malvagio Vandal Savage (Casper Crump), uomo immortale che vaga da più di seimila anni sulla terra con un solo intento: distruggere l’umanità ed ottenere così il controllo sul mondo intero. Per compiere però la sua missione Rip sarà costretto a riunire una squadra di eroi e criminali accomunati dal desiderio di fermare l’avanzata di Vandal.

Questa nuova serie proviene da Bonanza Productions Inc. in associazione con Berlanti Productions e Warner Bros. Television. Greg Berlanti (The Flash, Supergirl, Arrow) il produttore esecutivo al fianco di Marc Guggenheim (Eli Stone, Percy Jackson: Il mare dei mostri), Andrew Kreisberg (The Flash, Warehouse 13) e Sarah Schechter (The Flash, Pan), è realizzata sulla base dei personaggi della “DC Comics”di cui alcuni già apparsi, chi prima chi dopo, in alcuni degli episodi speciali cross-over di The Flash e Arrow. Tra le vecchie conoscenze ricordiamo il professor Martin Stein (Victor Garber), che per un breve periodo ha sostituito il ‘defunto’ Dr. Wells al fianco di saetta rossa, e la sua nuova inscindibile metà Jefferson ‘Jax’ Jackson (Franz Drameh), insieme come Firestorm; o ancora Leonard Snart a.k.a Capitan Cold (Wentworth Miller), scaltro criminale e collaboratore occasionale di The Flash, e il suo socio Mick Rory (Dominic Purcell), anche conosciuto come Heat Wave. Ma impareremo anche a conoscere meglio alcune interessanti new entry come, ad esempio, la coppia di pennuti giganti più affascinanti della tv formata Hawkigirl e Hawkman, rispettivamente Kendra Saunders (Ciara Renée) e Carter Hall (Falk Hentschel), apparasi per la prima volta negli episodi cross over di The Flash e Arrow: ultima reincarnazione di un principe egizio, Carter è destinato ad amare e proteggere Kendra, sua anima gemella, nei secoli dei secoli. Legends of Tomorrow, che vedrà per altro come guest star Grant Gustin (Barry Allen / Flash) e Stephen Amell (Oliver Queen/Freccia Verde), sarà composta da 16 episodi il primo dei quali andrà in onda il prossimo 21 gennaio sempre sul canale della CW. Intanto in Italia, è stato già scelto il cast di doppiaggio.  Ambrogio Colombo tra cui ricordiamo il doppiaggio sui personaggi di Kaioh, Hyo e Yasha in Ken il guerriero interpreterà: Professor Martin Stein / Firestorm. Il giovane Marco Vivio, che ha esperienza di supereroi specie in chiave Marvel per aver rappresentato in diverse salse Spiderman rappresenterà Ray Palmer / Atom. Questo è un saluto speciale per tutti voi lettori di Batman Crime Solver.

La brava ed esperta Valentina Mari interpreterà Sara Lance / White Canary, mentre l’ottimo Francesco Prando presterà la sua voce a Mick Rory / Heat Wave e Roberto Certomà a Leonard Snart / Captain Cold. Insomma nei prossimi giorni del 2016 ci sarà pane per i nostri denti…non vediamo l’ora!|

Legends of Tomorrow

Legends of Tomorrow

GenComics 2013: Un bel successo per tutti

GENZANO DI ROMA – 25.05.2013 – Sulla scia dell’evento italiano capofila nel settore, il Lucca comics & Games, numerose città propongono la propria manifestazione dedicata al mondo del fumetto, del manga, dei cosplay, dei cartoni animati, degli anime e del cinema. Dopo il Romics, contenuto all’interno della nuova fiera di Roma, anche Genzano di Roma ha avuto il piacere di ospitare la prima edizione del Gen Comics 2013. La storica cittadina situata sul versante esterno del cratere vulcanico del lago di Nemi, da sempre valorizza e offre rifugio a ogni forma d’arte, compresa quella del fumetto; infatti, la manifestazione ha l’obiettivo di affermarsi come un punto di riferimento per questo specifico tipo di arte a livello nazionale. L’edizione di questo primo anno e’ stata articolata all’insegna di tutto ciò può essere definito Nerd, con la presenza di bravissimi disegnatori, aree dedicate ai cosplayer ed ospiti importanti, tra doppiaggio arte e musica.
L’evento, presentato con la sempre puntuale e precisa conduzione di Vanessa Grappa, in arte Vigei, che si è ben districata tra i mille impegni della serata, ha previsto una discussione sull’arte del doppiaggio con l’ospite d’onore Marco Vivio (Spiderman tra gli altri a cui ha prestato la propria voce), e con l’anteprima del nuovo libro tributo dedicato al Cavaliere Oscuro dal titolo Batman Silent Book, realizzato da un team di artisti italiani. Presenti per l’anteprima del libro i bravissimi disegnatori Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti. I Fake No More hanno deliziato la serata con la buona musica e la voce della stessa Vigei.

Stefano Avvisati

 

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti intervistati da Vanessa Grappa

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti intervistati da Vanessa Grappa

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti intervistati da Vanessa Grappa

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti intervistati da Vanessa Grappa

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti intervistati da Vanessa Grappa

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti intervistati da Vanessa Grappa

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti consegano un disegno di Spiderman a Marco Vivio

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti consegano un disegno di Spiderman a Marco Vivio

Autografo di Marco Vivio dedicato ai lettori del nostro blog

Autografo di Marco Vivio dedicato ai lettori del nostro blog

https://plus.google.com/103009992429833131103/posts/SvMuGzrP9mc

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti premiati

Vittorio Astone e Lorenzo Magalotti premiati

Astone Vittorio (1)

Batman Crime Solver presenta: GEN COMICS 2013

GEN COMICS 2013 - Prima edizione

GEN COMICS 2013 – Prima edizione

BATMAN CRIME SOLVER DIVENTA MEDIA PARTNER DELL’EVENTO:
G E N   C O M I C S   2 0 1 3
Ed ecco la grande novità di quest’anno per tutti gli appassionati di comics, manga, fumetti, cartoni animati, cinema e della buona musica: GEN COMICS 2013 prima edizione.

Anche e soprattutto per tutti gli appassionati del mondo cosplay questo e’ un appuntamento imperdibile per far emergere la propria capacità d’interpretazione, attraverso la qualità dei costumi e dell’immedesimazione del personaggio.
Partecipa anche tu a questa straordinaria gara e aggiudicati uno dei premi in palio.
Infatti, ci sarà una gara Cosplay, con premiazione dei gruppi e delle singole esibizioni.

Marco VivioUn incontro con uno tra i migliori attori/doppiatori Italiani:
Marco Vivio, il quale sarà felice di incontrare il proprio pubblico. Marco Vivio, è noto soprattutto per aver prestato la voce a Tobey Maguire in Wonder Boys, Spider-Man, Spider-Man 2, Spider-Man 3, tutti per la regia di Sam Raimi. Tra gli altri ha anche interpretato:
Peter Parker / Spider-Man in “Spectacular Spider-Man”
Anakin Skywalker in “Star Wars: The Clone Wars”
Tobimaru in “Lamù, la ragazza dello spazio” (3^ parte epis.)
Gohan in “Dragon Ball Z – L’eroe del pianeta Conuts”
Tom Welling in “Smallville” (Clark Kent / Superboy)

Fake No More, la band.

Fake No More, la band.

Non mancherà la musica dal vivo con i FAKE NO MORE karaoke , diversi stand e tanto altro ancora!!!
Dove e quando? Facile:
SABATO 25 MAGGIO 2013
Palarockness
Associazione Culturale Affiliata ENAL
Via dei Fabbri, 5 (Zona Artigianale)
00045 Genzano di Roma (Roma)
Tel : 0645557334

Articolo apparso su EGOLATINA.IT il 23.05.2013

Per l’organizzazione potete rivolgervi presso queste pagine Facebook:

facebook.com/GenComicsRoma
facebook.com/FakeNoMoreFNM
myspace.com/FakeNoMoreFNM

BATMAN CRIME SOLVER, MEDIA PARTNER DELL’EVENTO GEN COMICS 2013 E’ LIETO DI PRESENTARE UN LIBRO DEDICATO A TUTTI GLI AMANTI DEL CAVALIERE OSCURO:

IN AUTUNNO 2013

BATMAN SILENT BOOK

https://plus.google.com/103009992429833131103/posts/2rt5KfBwCTg