Hollywood celebra il creatore di Batman: stella sulla Walk of Fame

Hollywood Boulevard 21 Ottobre 2015 – Hollywood celebra il creatore di Batman con una stella postuma sulla Walk of Fame. A tre giorni dal centenario della sua nascita, Bob Kane fa il suo ingresso ufficiale tra le più grandi celebrità di Hollywood ricevendo la stella sulla famosa passeggiata. A introdurre la cerimonia Zack Snyder, regista del prossimo Batman vs Superman e Ben Affleck, che sarà il protagonista . Il motivo dell’onoreficenza conferita a Kane, come spiegato sul sito ufficiale dell’ente, va oltre i meriti esclusivamente legati alla storia dei comics. Del resto Batman, nei suoi settantacinque anni di vita, è divenuto molto di più di una figura conosciuta soltanto dagli appassionati di fumetti essendo ormai una vera e propria icona nell’immaginario di più generazioni.  Alla cerimonia è intervenuto anche Jim Lee, vi proponiamo qualche scatto che lo ritrae durante la celebrazione di Bob Kane e vi facciamo vedere la stella che ora appare sulla famosa passeggiata hollywoodiana della celebrità. Vi proponiamo anche un servizio che comprende anche un’intervista a Zack Snyder, il quale  al minuto 20.45, ha spiegato come è stato creare il suo Batman per il nuovo film DC e come è stato vedere per la prima volta nel ruolo Ben Affleck.

“Recentemente, ho fatto questo film Batman v Superman, e nel processo, ho dovuto progettare il personaggio di Batman. Ho dovuto fare un costume. Non so se sapete nulla del processo, ma dopo mesi di progettazione meticolosa e di modifiche, arrivi a una estetica che rappresenterà il Batman che ti eri immaginato. Insieme al mio costumista Michael Wilkinson, abbiamo fatto proprio questo e siamo arrivati a un punto in cui eravamo pronti a testare il costume su Ben [Affleck]. Quindi, abbiamo costruito il set di un vicolo, con dei graffiti, dei barili infuocati, cose che fumavano, e per la prima volta abbiamo usato questa impostazione molto noir per filmare il nostro Batman. Ben ha messo il costume e lo abbiamo messo di fronte alla telecamera e lo stavo facendo girare per darmi uno sguardo alla Batman, ed è stato fantastico perché in quel momento ho sentito di aver raggiunto l’obiettivo che mi ero prefissato. Quando ho guardato Ben, era la personificazione perfetta del Batman che avevo in mente”.

Ma Snyder ha ammesso:

“La verità è che, non era proprio il Batman che avevo immaginato. Bob l’aveva messo lì nella mia mente, attraverso anni di serie tv, fumetti, film. Mi sono reso conto che tutti noi – ognuno di noi – ha un Batman, un Batman immaginario, nelle nostre menti, in agguato nell’ombra. Quella è l’eredità di Bob”.
Secondo Snyder, il successo di Batman deriva dal fatto che non ha dei poteri che lo rendono ‘super’ come gli altri supereroi del suo calibro.
“Batman a differenza di Superman o Wonder Woman o Flash, è una persona senza poteri. E’ un uomo. Rappresenta tutti noi. Credo che sia questo. Tutti noi abbiamo dentro di noi un eroe che portiamo in giro ogni giorno. E’ quel tipo. E’ Batman. Ringrazio Bob per questo. Noi tutti abbiamo un debito di gratitudine verso di lui. Ci rendiamo conto che quell’eroe che ci portiamo in giro, siamo noi, perché è un uomo. In realtà, tutti siamo Batman”.

Parlando con Comic Book Resources dopo il suo discorso Snyder ha spiegato di voler fare un costume più classico, e non la versione in armatura che ha preso più piede negli ultimi decenni.

“Volevo un Batman più vecchio. Volevo un Batman stanco della guerra. Ecco perché, in molti modi, Ben era davvero perfetto per me – l’abbiamo un po’ invecchiato. Ha funzionato molto bene. Sono davvero entusiasta del Batman che abbiamo creato”.

Il filmaker ammette che Batman v Superman è stato influenzato dal fumetto di Frank Miller Dark Knight Returns, ma non è un suo adattamento.

“Stavo parlando con Frank a questo proposito: Dark Knight Returns ha avuto una grande influenza su di me così, ho voluto onorarlo attraverso delle immagini del film. Si potrebbe ancora fare un film di “Dark Knight Returns” se si vuole. Questo è quello che dico, per quanto abbiamo utilizzato e quanto non abbiamo utilizzato [gli elementi del fumetto di Miller]. Gli elementi visivi, ce ne sono alcuni che ho omaggiato, ma non credo che il film [sia un adattamento].”
All’evento è stato inoltre confermato ufficialmente che Batman è il supereroe che è stato adattato più volte al cinema.

Temendo le azioni di un Supereroe/Dio privo di controllo, il più forte, formidabile vigilante di Gotham City si scaglia contro il venerato moderno salvatore di Metropolis, mentre il mondo lotta per capire di quale supereroe ha bisogno. Con Batman e Superman in guerra tra loro, una nuova minaccia riesce a emergere facilmente, mettendo gli uomini in un pericolo mai affrontato prima.

 

Jim Lee, Zack Snyder e Batman

Jim Lee, Zack Snyder e Batman

Bob Kane ' STELLA SULLA HOLLYWOOD WALK OF FAME

Bob Kane ‘ STELLA SULLA HOLLYWOOD WALK OF FAME

Hollywood walk of fame cerimonia per Bob Kane

Hollywood walk of fame cerimonia per Bob Kane

Jim Lee - Batman V Superman Dawn of Justice batmobile

Jim Lee – Batman V Superman Dawn of Justice batmobile

Batman v Superman - La batmobile

Batman v Superman – La batmobile

Batman v Superman: il trailer e altre news

Primo incontro tra Superman, Batman e Wonder Woman al cinema.

Primo incontro tra Superman, Batman e Wonder Woman al cinema.

Il termine trailer deriva dalla lingua inglese, ed e’ letteralmente traducibile come “rimorchio”, poiché in origine era proiettato alla fine del film, oggi ridenominati easter egg. In italiano il “rimorchio” è diventato promo e il suo scopo è quello di suscitare interesse verso il nuovo film, mostrandone alcune sequenze selezionate, spesso le più eccitanti, divertenti o intriganti. Ebbene si, dopo un’estenuante attesa, il sito Collider.com nella giornata di ieri ha riportato la notizia che tutti aspettavamo sulle prime sequenze ufficiali di Batman V Superman: Dawn of Justice.

Stando ad alcune solide fonti del sito, il primo trailer del cinecomic di con Ben Affleck e Henry Cavill approderà nei cinema assieme a Mad Max: Fury Road, atteso per il prossimo 15 maggio 2015 negli Stati Uniti, il che implica che online potrebbe approdare alcune ore prima.

A quanto pare, la Warner Bros. sarebbe pronta a diffondere il trailer già da subito, ma preferirebbe evitare il buzz scatenato dall’uscita di Avengers: Age of Ultron. Attendere fino a metà maggio, in tal senso, sarà la cosa migliore: lo studio si fida molto del potenziale della pellicola di Zack Snyder, ma preferisce che – a tempo debito – gli occhi siano tutti puntati sull’Uomo d’Acciaio e sul Cavaliere Oscuro.

Nel frattempo, il compositore olandese Tom Holkenborg, conosciuto anche come Junkie XL o JXL, ha annunciato su twitter di essersi messo a lavoro proprio alla fine di marzo. Questo il suo tweet originale:

It has begun! #silent #iFilmscoring pic.twitter.com/NLswZSzmR2

— Tom Holkenborg (@Junkie_XL) 31 Marzo 2015

Molto probabilmente il suo lavoro si interfaccerà con quello di Hans Zimmer (vedete qui la notizia).

Batman v Superman: i costumi

La figura del costumista è spesso, ma non necessariamente, colui dal quale dipende anche il truccatore, con il quale instaura un rapporto teso a delineare quale stile di mascheramento del corpo il truccatore debba utilizzare per completare l’idea del costumista sul personaggio. Per creare i costumi di Superman in L’Uomo d’Acciaio e quelli di Batman, Wonder Woman, Aquaman e una nuova versione di quello di Superman in Batman v Superman: Dawn of Justice, il costumista Michael Wilkinson ammette di trarre fonte d’ispirazione dalle sculture greche, l’alta moda, dai video artistici, dall’alta tecnologia usata nello sport, e dal vestiario militare. Organizza poi tutte le immagini con un collage su Photoshop per dare forma alla visione del regista Zack Snyder.

“Vuole davvero che questi personaggi siano connessi direttamente con il nostro mondo. Quindi se stessi camminando per strada e incontrassi Superman o Batman – ovviamente sarebbe [un’esperienza] sorprendente e notevole – ma potrebbe realmente accadere nel nostro mondo e non in una stilizzata versione della nostra realtà”.

In uno dei loro primi incontri, Snyder ha spiegato a Wilkinson l’importanza dell’avere dei costumi molto flessibili e confortevoli.
Questa è una delle prime cose che Snyder mi ha menzionato in uno dei nostri primi incontri. È una cosa molto importante per Zack che il costume di Batman sia comodo e molto flessibile, d’altro canto sarebbe in grado di recitare in un modo molto naturale ed energico. Così un incredibile quantità di ingegneria è stata necessaria nello sviluppo nella nuova maschera”.

Wilkinson ammette che reinventare il costume di Aquaman per la sua prima apparizione in Batman v Superman, successivamente lo vedremo in Justice League – Part One, è stata un’enorme sfida.

“La gente si era molto lamentata per la pelle arancione e la calzamaglia verde e tutto il resto”.

La pelle di Aquaman non è arancione, il costumista si riferisce alla parte sopra del costume classico indossato dal personaggio che ricorda la pelle a scaglie di un pesce, di color appunto arancione.

Il nuovo costume di Superman, ne hanno creati 18, non è così semplice come può apparire spiega Wilkinson. La creazione di questi costumi ruota attorno alla

“Costruzione di strati e alla creazione della profondità. Mi sentivo come un alieno di metallo, qualcosa di molto forte e potente”.
Per realizzare il costume di Kal-El, è stato usato:

-una tuta cromata con i muscoli scolpiti (perché la compressione di una tuta appiattisce i muscoli pompati degli attori);
-una sottile, semplice cotta di maglia stampata in 3D, il mesh (tipo di tessuto) blu è sovrapposto alle forme in schiuma di lattice.
Ma se con Batman v Superman sono riusciti a ridurre a soli 15 il tempo di vestizione di Henry Cavill, per Ben Affleck ci vogliono invece circa 25 minuti e l’aiuto di altre tre persone per indossare la Batsuit.