Park Row, apre a Londra il ristorante ispirato a Batman e Gotham City

Si chiama Park Row ed un ristorante completamente ispirato al mondo di Batman e alla sua Gotham City.

Realizzato da una compagnia specializzata in ristoranti a tema, la Wonderland Restaurants, il concept è stato sviluppato in collaborazione diretta con DC Comics e Warner Bros.

Park Row aprirà le porte al pubblico il 10 agosto, nel centralissimo quartiere di Soho, cuore pulsante di Londra, tra il West End e Piccadilly Circus.

Park Row è noto anche come Crime Alley ed è il quartiere dove Bruce Wayne vide uccidere i suoi genitori all’uscita del cinema dove erano andati a vedere

Il Monarch Theatre era il nome del cinema ed è anche quello di una delle cinque aree che compongono il Park Row. Il Monarch Theatre è un concept restaurant, un’esperienza immersiva in una sala circondata da schermi a tutta parete. Un unico tavolo da 20 posti dove viene servito un menu degustazione da 11 portate e vini abbinati completamente ispirato ai villain di Batman.

Per chi invece volesse gustare drink e cenare alla carta, ecco il Pennyworth, ristorante e cocktail bar elegante quanto il fedele maggiordomo di Bruce Wayne.

Se mentre gustate ostriche e caviale vi piace ascoltare un po’ di buona musica, allora fatevi accomodare nella Iceberg Lounge, gestita da Mr. Oswald Cobblepot.

Se invece preferite un ambiente più moderno e informale, allora la Rogue Gallery, da un’idea di Selina Kyle è quello che fa per voi.

Infine, per chi ama fare le ore piccole sorseggiando un cocktail o un buon whisky, impossibile non fare una visita a Old Gotham City, uno speakeasy ispirato agli studi sulla mente umana condotti dalla Dottoressa Pamela Isley e dal Dottor Jonathan Crane.

Sul sito https://parkrowlondon.co.uk/ è possibile prenotare (per il Monarch Theatre è obbligatorio) e nei prossimi giorni si troveranno anche tutti gli eventi e i concerti in programma.

Un bel modo per alleviare l’attesa per The Batman, il nuovo film sull’eroe di Gotham, diretto da Matt Reeves e interpretato da Robert Pattinson.

Fonte: [ciackmagazine]