STORIA DEL FUMETTO MODERNO: PIPISTRELLI E RINASCIMENTO AMERICANO – Parte 5/6

L’attenzione dei media e dei collezionisti è ora focalizzata sulla DC Comics ma è la marvel che controlla il quaranta per cento dei trecento milioni di dollari dell’industria delle nuvole parlanti. La Casa delle Idee sta uscendo infatti con più albi degli altri editori, circa cinquanta titoli mensili e, con una distribuzione totale di sette milioni di copie. Tuttavia rimangono in campo venticinque editori indipendenti che forniscono più libertà creativa agli autori e permettono uno sviluppo dell’industria mai visto dai primi anni ’50. Ancora novità per Batman: su Killing Joke (1988), albo unico disegnato dal bravo Brian Bolland, Alan Moore riscrive le origini del folle Joker, criminale avversario e controparte psicopatica dell’oscuro Detective di Gotham e decreta la fine di Batgirl (Barbara Gordon) che da un parziale ritiro viene, con questa storia, segregata su una sedia a rotelle. Su The Cult (1988), miniserie di quattro albi prestige, Jim Starlin, autore anche di “A Death in the Family”, e il disegnatore Berni Wrighson, sprofondano Batman nelle pesanti atmosfere dell’horror. Comparso su Detective Comics nel maggio 1939 tocca al nostro Chirottero Umano festeggiare i cinquanta nel 1989, anno che segna anche il suo ritorno sulla scena cinematografica. Continua senza diminuire d’intensità l’interesse dei lettori e, anche la Marvel Comics festeggia il numero uno dell’omonima rivista edita nel novembre 1939, e i cinquant’anni di eroi come la prima Torcia Umana, Submariner e altri. Entrambe le Majors gestiscono quasi il settantacinque per cento delle vendite nei negozi specializzati, ma ci sono ancora oltre settantacinque piccoli e medi editori che pubblicano centinaia di titoli. In libreria, all’attenzione della critica e all’esame dei media, molti fumetti in graphic novels e albums.

Gli anni ottanta si chiudono con un crescente interesse nel medium fumetto e all’incremento di un sempre più vasto pubblico. Di quest’anno Arkham Asylum, hardcover DC dove la coppia di artisti inglesi, Grant Morrison e Dave McKean propongono l’atmosfera folle e oscura del manicomio criminale di Gotham dove le paure e i dubbi di Batman si infrangono contro le pazze sicurezze del Joker in un confronto senza speranza. Al pessimismo imperante risponderà lo sceneggiatore Marv Wolfman che, nei numeri dal 440 al 442 di Batman e su The New Titans n.60 e 61, costruirà le basi per l’arrivo del terzo Rabin “ufficiale”, Timothy Drake, nella saga di A Lonely Place of Dying. Nel Novembre 1989 si inaugura Legends of the Dark Knight, la terza collana dedicata al “Caped Crusader”. La serie si frammenta in avventure che si dipanano in pochi albi con la possibilità di racchiudere successivamente il tutto da immancabili volumetti da libreria. gli autori, tra i migliori del momento, cambiario ad ogni miniserie proponendo teams come quello di Shaman (storia che inaugura la serie nel novembre 1989) composto da Dennis O’Neil, Edward Hannigan e John Beatty o il duo di Gothic (n.10, agosto 1990), composto da Grant Morrison e Klaus Janson, decisamente più titolati di quelli impegnati nelle serie regolari.

Il Batman di queste vicende è comunque quello dei primi anni che, privo di Robin, raccoglie la lezione dell’eroe tenebroso legato ai tempi storici inquieti che, alla Marvel è proposta da Wolverine, il Punitore, Ghost Rider e altri. La DC ritorna alle ipotesi più intriganti con Gotham by Gaslight (1989), disegnato da Mike Mignola (Batman contro Jack lo Squartatore nella cornice vittoriana) ed è con questo albo che gli sceneggiatori ritornano ai What if pre-Crisis dove realtà alternative e tempi passati e futuri si scatenano, così nasce la collana di albi fuoriserie Elseworlds dove tutto è possibile. Nonostante tutto però è la Marvel che, eterna rivale DC, inaugura i ’90 con un nuovo record di distribuzione; Spiderman n.1, scritto e disegnato da Todd McFarlane, vende oltre due milioni e settecentomila copie in sei edizioni simultanee. La Dark Horse diventa la terza editrice più popolare dopo Marvel e DC Comics pubblicando le trasposizioni a fumetti di film di successo come Aliens, Terminator e Predator. Il cacciatore alieno di Predator si scontrerà in seguito con Batman (1991), in una miniserie di tre numeri frutto di una breve collaborazione tra case editrici. Riappare il fumetto horror che passa dagli adattamenti di romanzi come Vampire Lestat di Anne Rice o Nightbreed tratto dai lavori dello scrittore inglese Clive Barker. La DC Comics organizza i suoi migliori autori in una linea adulta destinata a diventare Vertigo, dedicata soprattutto alle ambientazioni dell’ orrore, così sceneggiatori e disegnatori inglesi come Alan Moore, Neil Gaiman, Grant Morrison, Dave Gibbons, Brian Bolland e Alan Grant, propongono al pubblico le proprie versioni di Sandman, Swamp Thing, Doom Patrol, Animal Man e altri titoli di successo.

Dc Comics annuncia Universe

Il mondo DC Comics si amplia: nasce il nuovo servizio di video in streaming che verrà entro la fine del 2018. La piattaforma streaming Universe sarà completamente dedicata alle storie e ai personaggi della casa dei fumetti di Burbank.

Si vociferava da tempo in casa DC Comics e oggi arriva ufficialmente la notizia: l’apertura del canale streaming dedicato esclusivamente ai personaggi e alle storie dei personaggi della storica casa di fumetti è vicina. Già un anno fa infatti Warner Bros e DC Entertainment avevano annunciato la futua apertura di un canale streaming digitale che includesse sia serie animate che live action. Ora, quel servizio ha un nome, la piattaforma infatti si chiamerà Universe e metterà online i prodotti seriali della DC.

L’universo seriale DC Comics sarà completamente indipendente da quello cinematografico.

A differenza della Marvel, che unisce in un solo gruppo film e serie tv, la DC Comics taglia una netta linea di confine fra i prodotti destinati al cinema e quelli al piccolo schermo. “Il DC Universe regalerà un’esperienza digitale completamente immersiva mai vista prima, disegnata su misura per il fan della DC” ecco la descrizione che si trova nella home page del sito. La descrizione continua confermando che le serie si troveranno in esclusiva sulla piattaforma con accesso illimitato.

Daniela Di Matteo per il Batman Silent Book (Harley Quinn)

In arrivo dunque titoli inediti, fra cui ad oggi ci sono già delle conferme: le serie tv Titans e Harley Quinn, i cui loghi sono già disponibili sulla landing page di DC Universe. Finalmente tutti i progetti annunciati in questi anni avranno una casa univoca, un luogo digitale a cui accedere e godere esclusivamente di storie targate DC Comics. L’annuncio è arrivato direttamente dal canale Twitter della DC Comics.

Inoltre si profila la possibilità più che concreta di vedere in tv Swamp Thing, uno dei personaggi più iconici e amati della DC Comics. DC Universe,  sta collaborando con il regista di Aquaman James Wan allo sviluppo di una serie live-action incentrata sulla mostruosa e fortissima creatura della palude creata nel 1971 da Len Wein e Berni Wrightson.

Per quanto riguarda la serie dei Titans, l’inizio delle riprese della serie tv live action è previsto per questo autunno ad Atlanta, in Georgia.
Questo il cast Brenton Thwaitesb (Robin/Dick Grayson), Anna Diop (Starfire), Teagan Croft (Raven), Ryan Potter (Beast Boy).

Se volete tenere sotto controllo costantemente tutte le novità su queste interessantissimo servizio streaming, iscrivetevi al sito ufficiale che potrete raggiungere seguendo il seguente link.

Riusciremo presto a ricevere questo servizio anche in Italia?

Justice League Dark – Il trailer ufficiale

Warner Bros, in partecipazione con DC Comics, ha presentato in esclusiva sabato 8 ottobre al New York Comic Con 2016 un nuovo film animato intitolato: Justice League Dark.
All’evento erano presenti il regista Jay Oliva (Batman: The Dark Knight Returns I & II), i doppiatori Matt Ryan (Constantine), Jason O’Mara (Agents Of S.H.I.E.L.D.), il produttore James Tucker e il character design Phil Bourassa intervistati in merito al film.
Il produttore, James Tucker, ha raccontato ai giornalisti che nel film sarà presente molta magia e azione: un film sui supereroi con moltissimi incantesimi.
Sebbene Justice League Dark sia un film d’insieme, i fan aspettano la pellicola in particolare per vedere il personaggio di John Constantine.

Matt Ryan, attore e protagonista della serie TV Constantine (serie cancellata il 7 maggio 2015 e in Italia andata in onda dal 28 settembre 2015 sul canale a pagamento Premium Action e dal 22 aprile 2016 in chiaro su Italia 1), ha partecipato al film animato in veste di doppiatore, riprendendo nuovamente il ruolo di John.
L’attore in un’intervista ha rivelato:
“Il personaggio della serie TV e del film animato hanno lo stesso DNA, sono molto simili. Mi piace come il personaggio è stato introdotto e la sua caratterizzazione. In questo film è possibile scoprire più sfumature del suo carattere a differenza della serie TV”.

Il regista, Jay Oliva (Batman TDKR pt. 1, JL: Flashpoint Paradox) , è molto fiducioso in termini di vendite riguardo a Justice League Dark e promette di inserire Spettro nel possibile sequel.
Si vocifera che il lungometraggio Justice League Dark verrà svelato nei primi mesi del 2017 direttamente in formato DVD e Blu-ray.
La trama del film: la Justice League Dark è una squadra di antieroi dell’occulto formata da: John Constantine, Zatanna, Swamp Thing, Deadman, Etrigan e Black Orchid per combattere eventi sovrannaturali che la canonica Justice League non è in grado di affrontare. Nel film Batman avrà un ruolo fondamentale e combatterà al fianco della JLD, dopo essere stato reclutato da Constantine.

Nella giornata di ieri (15 Novembre 2016), il sito IGN.com ha messo a disposizione il trailer di questo atteso film.


Confermato nei piani futuri della Warner Bros un live action dedicato alla Justice League Dark. Il film sarà diretto da Doug Liman (Edge of Tomorrow) e nessun attore è stato ancora scelto per ricoprire i ruoli dei personaggi principali.

Vi presentiamo i personaggi della Justice League Dark.

Justice League Dark - Fotogramma

Justice League Dark – Fotogramma

John Constantine « Io sono quello che esce dall’ombra, strafigo e arrogante con soprabito e sigaretta, pronto ad affrontare la follia. Ah, penso io a tutto. Posso salvarvi. Dovesse anche costarvi fino all’ultima goccia del vostro sangue, scaccerò i vostri demoni. Li prenderò a calci nei coglioni. Sputerò loro addosso mentre sono a terra e poi sparirò di nuovo nell’ombra, lasciandomi dietro solo un cenno, una strizzata d’occhio e una battuta sagace. Cammino da solo… Chi mai vorrebbe camminare con me? » (John Constantine in Abitudini pericolose (II ed. it. 2005) – Dangerous Habits, Part 1, Hellblazer n. 41 (1994) – testi di Garth Ennis, trad. it. Matteo Casali)

L’anno di nascita di Zatanna è il 1964 e debutta per la prima volta in un albo di Hawkman. Entra a far parte della Justice League ed i suoi poteri sono magici tanto che nella vita “normale” si diletta a fare l’illusionista. Sui fumetti DC Comics il suo destino si incrocia con quelli di Batman, Hawkman, Hawkwoman, Lanterna Verde e in periodo più recente soprattutto con Catwoman oltre a fare comparsate anche su varie pubblicazioni Vertigo. Stando a vari indizi nei suoi 40 anni di storia, Zatanna dovrebbe essere parente diretta di Leonardo da Vinci (un mago segreto nell’Universo DC), di Nostradamus, di Cagliostro, degli alchimisti Nicolas Flamel ed Evan Fulcanelli, ed anche del Re Arion di Atlantide.

Swamp Thing è un personaggio horror creato dal duo LEN WEIN/BERNI WRIGHTSON nel 1971, per la DC Comics. La sua prima apparizione risale al numero 92 della serie “The House of Secrets”, ma subito dopo gli venne dedicata una serie regolare. La serie ha da subito interessato numerosi fan, sia per le tematiche horror che per i disegni di Wrightson. Purtroppo, con la chiusura della prima serie (avvenuta con il numero #24) e con il successivo cambio del team creativo nella seconda, intitolata “Saga of the Swamp Thing” (uscita dal Maggio 1982 fino all’Agosto del 1996), il personaggio aveva perso tutte le sue caratteristiche e l’attenzione alla serie da parte dei fans andava via via diminuendo. Alcuni numeri della serie sono stati disegnati dall’italiano Giuseppe Camuncoli.

Deadman, debuttò nel 1967 sulle pagine del numero 205 periodico antologico Strange Adventures, il suo vero nome è Boston Brand, ed è un fantasma. Trapezista di circo, viene ucciso mediante un sabotaggio perché si oppone all’uso del circo come centrale per lo spaccio di droga. Il suo assassino è un misterioso uomo con l’uncino, e per indagare sul suo delitto sfrutta i suoi poteri di spirito per possedere letteralmente i corpi di persone viventi, al fine di poter agire nel mondo tangibile. Avendo uno spirito buono, il più delle volte usa questo potere anche per aiutare le persone possedute.

Etrigan è stato creato dal grande Jack Kirby nel 1972 dietro richiesta della DC Comics, Etrigan nasce come figlio del arci-demone Belial e un altro demone Ran Va Daath, evocato dal fratellastro Merlino, che poi lo fonde con Jason Blood, uno dei cavalieri della tavola rotonda. Etrigan ha così due identità: quella più umana con il volto di Blood e la versione mostruosa, capace di lanciare le fiamme dell’inferno e usare la magia, il tutto unito a una tale forza fisica da renderlo in grado di affrontare Batman, Superman e Wonder Woman.

Black Orchid è una misteriosa eroina che compare verso gli anni ’70 come personaggio della testata Adventure Comics, creata da Sheldon Mayer e Tony DeZuniga. Il suo albo di origini è considerato a tutt’oggi qualcosa di bizzarro, perché di fatto, le sue origini non vengono assolutamente spiegate. Di questa Black Orchid sappiamo solo che sotto la maschera si nasconde la bella Susan Linden-Thorne, stop. La supereroina è un personaggio multiforme, maestra del travestimento, quindi quella di Susan Linden-Thorne potrebbe essere soltanto una delle molte identità che la vediamo impersonare.

Focus e saluto di Giuseppe Camuncoli

Italian Job – Cover autografata

Sempre da Lucca Comics and Games edizione 2012, non potevamo farvi mancare il saluto di uno degli autori italiani piu’ prolifici in casa DC Comics e Marvel: Giuseppe Camuncoli.
Il quale anche quest’anno ha lavorato alacremente allo stand Italian Job.
Giuseppe ha lavorato (e continua a farlo) sul mercato americano.
Nel 2002 lavora anche per la Marvel Comics a una storia di Spiderman’s Tangled Web, scritta da Brian Azzarello.
Ma grazie anche alla Vertigo/DC comics, realizza nove numeri di Swamp Thing con brian K. Vaughan. Le sue matite sono apparse in seguito su Hellblazer, Vertigo pop: bangkok, House of mystery Halloween annual (Vertigo), Batgirl secret files, Robin, Batman e due nuemeri della bellissima serie 52, in cui realizza la settimana 41 dal titolo “Miracoli e meraviglie” e la settimana 47 dal titolo “Rivelazioni” che si apre proprio a Gotham City con storia di Geoff Johns, Grant Morrison, Greg Rucka e Mark Waid.
Ricordo, per coloro che non hanno potuto leggere la serie 52 è una serie settimanale a fumetti pubblicata dalla DC Comics dal 10 maggio 2006 e vede lo svolgersi degli eventi dopo la conclusione del crossover Crisi infinita: un anno senza i classici supereroi che per contratto si prendono un meritato anno sabbatico. Ma vi assicuro che e’ una serie da leggere tutta d’un fiato per quanto e’ bella.
Qui di seguito vi proponiamo una carrellata di alcuni disegni realizzati da Giuseppe Camuncoli sul nostro eroe preferito…sicuramente una di queste pagine l’avrete gia’ vista e stara’ sui vostri scaffali.

Tavola n. 1 di Batman n. 644 (2005)
Crimini di guerra, quarta parte
matite di Giuseppe Camuncoli, chine di Sandra Hope

Tavola n. 1 di Batman n. 643 (2005)
Crimini di guerra, seconda parte
matite di Giuseppe Camuncoli, chine di Sandra Hope

Tavola n. 2 di Batman n. 643 (2005)
Crimini di guerra, seconda parte
matite di Giuseppe Camuncoli, chine di Sandra Hope

Giuseppe saluta i lettori di Batman Crime Solver.

https://plus.google.com/103009992429833131103/posts/KmDPvQdmcTF