I sette giorni migliori nella vita di Batman

Di Joshua Lapin-Bertone

La gente spesso pensa a Batman come a una creatura delle tenebre che vive una vita di tragedia e disperazione, ma vorremmo sfidare questa visione. Questa settimana celebriamo le icone DC sulla strada per DC FanDome, e questo ci ha fatto pensare a quali sono stati i giorni più felici del Crociato Incappucciato. Se Batman potesse rivivere un giorno qualunque, quale sarebbe? Ecco le nostre scelte per i sette giorni migliori nella vita di Batman.

1 – Incontro con Dick Grayson

Nel 1940 Detective Comics #38, Bruce Wayne incontrò Dick Grayson ed entrambe le loro vite furono cambiate per sempre. Prima di quel momento, Batman non aveva nessuno con cui condividere la sua vita da criminale e le sue notti erano piene di solitudine e disperazione. Quando ha incontrato Dick, Batman ha visto uno spirito affine e l’intero obiettivo della sua missione è cambiato. L’assunzione di Dick Grayson nei panni di Robin ha stabilito un precedente importante per Batman, e più alleati sono seguiti nel corso degli anni. Quando Thomas e Martha Wayne sono stati uccisi, Bruce Wayne ha perso il senso della famiglia, ma quando ha incontrato Dick Grayson, è stato in grado di guarire e crearne uno nuovo.

2 – Risolvere il mistero dell’omicidio dei suoi genitori

Batman ha risolto molti misteri, ma quello che lo ha sempre perseguitato di più è l’omicidio dei suoi genitori, Thomas e Martha Wayne. In Batman #47 del 1948 (raccontato in the Untold Legend of the Batman #1), il Crociato Incappucciato si trovò faccia a faccia con Joe Chill, che riconobbe immediatamente come il rapinatore che uccise i suoi genitori. Batman ha affrontato Chill, rivelandosi come Bruce Wayne, il che ha terrorizzato il criminale in carriera. Alla fine, Chill è stato ucciso da altri criminali arrabbiati per aver “creato” il Batman. Sebbene il Cavaliere Oscuro non sia stato in grado di mettere Chill dietro le sbarre, l’evento gli ha comunque dato un senso di chiusura.

3 – Pugno di Guy Gardner

Hai mai incontrato un collega odioso che volevi mettere fuori combattimento? Immagina quanto sia difficile quando sei Batman. Hai un vasto addestramento nelle arti marziali e puoi porre fine a uno sbruffone arrogante in oltre trenta modi diversi, ma devi mostrare moderazione perché sei un collega. Nel caso di Batman, quello sbruffone era Guy Gardner, un membro del Corpo delle Lanterne Verdi e compagno di squadra della Justice League del Cavaliere Oscuro. 

Justice League n. 5 del 1987

In Justice League n. 5 del 1987 , Guy sfidò Batman a combattere, il che diede al Crociato Incappucciato l’opportunità di sfogare la sua frustrazione sull’incapace Lanterna. Batman ha steso Guy con un pugno e possiamo solo immaginare quanto sia stato soddisfacente. Anche se il Cavaliere Oscuro non lo ammetterà mai, probabilmente quella notte ha dormito un po’ del suo meglio.

Nota a piè di pagina: il consulente legale di Guy Gardner vorrebbe che aggiungessimo che sebbene abbia una reputazione arrogante, non è poi così cattivo.

4 – Luna di miele con Talia

Il rapporto di Batman con Talia è sempre stato non convenzionale. Sebbene si amino, la sua lealtà verso suo padre, il terrorista internazionale Ra’s al Ghul, li ha sempre messi in disaccordo. Ciò è cambiato in Batman: il figlio del demone quando il Cavaliere Oscuro ha accettato di allearsi con Ra’s e Talia per combattere una minaccia più grande. Durante questa alleanza, Bruce e Talia vivevano insieme come marito e moglie, e il Cavaliere Oscuro iniziò a provare gioia come non aveva mai avuto prima. Quando Talia ha annunciato di essere incinta, Batman ha detto che è stato il periodo più felice della sua vita. Purtroppo, la partnership e il matrimonio presto andarono in pezzi e per anni Bruce pensò che il bambino fosse stato perso. Ma non si può negare la sensazione che Batman ha provato durante questa lunga luna di miele.

5 – Salvare suo figlio

E parlando di Batman e del figlio di Talia, che in effetti è sopravvissuto… Quando Damian è stato ucciso da Heretic, è stato uno dei giorni più bui della vita di Batman. 

Non c’è dolore come un genitore che deve seppellire il proprio figlio, ma Batman non era pronto ad arrendersi. Durante l’ evento Il Ritorno di Robin: Alfa “Robin Rises” (Pubblicazione italiana: Batman il cavaliere oscuro # 32, Rw Lion (Ago 2015), DC Omnibus # 10 – Batman e Robin di Tomasi e Gleason, Panini Comics (Mar 2021)) , Batman e i suoi alleati hanno viaggiato nelle profondità di Apokolips per recuperare l’anima di Damian e riportarlo nella terra dei vivi. Il viaggio è stato faticoso ed è quasi costato la vita a Batman, ma alla fine è riuscito a riportare indietro Damian. Anche questo è stato un punto culminante emotivo nella vita di Batman. Potrebbe non essere stato in grado di salvare i suoi genitori, ma è stato in grado di salvare suo figlio.

6 – Fidanzarsi con Selina Kyle

Per qualche ragione, Bruce si è convinto che essere Batman significhi dire no ai suoi desideri più profondi. Le cose sono cambiate in Batman #24 (in Italia Batman #51) del 2017, 

quando il Cavaliere Oscuro ha deciso di ascoltare il suo cuore e fare la proposta a Catwoman. Selina ha accettato la proposta in Batman #32 del 2017 , che ha fatto felici Bruce. Gli era davvero permesso di essere felice? Sfortunatamente, tutto è finito male, ma questo giorno, che è arrivato da anni, è stato pieno di gioia.

7 – Ritratto di famiglia

In Detective Comics #1000, Batman ha raccolto i suoi più stretti alleati per fare un ritratto di famiglia. Potrebbe non sembrare molto in superficie, ma ricorda che la Bat-Famiglia di solito non si riunisce in circostanze felici. E anche quando lo fanno, di solito qualcuno è assente perché è in missione o… beh, temporaneamente morto. Questa volta, tutti i “figli” di Batman ce l’hanno fatta, inclusa la solitamente assente Cassandra Cain e la pecora nera Jason Todd. Si sono presentati anche Alfred e Ace the Bat-Hound. Mentre c’erano le solite battute scherzose e il raduno non è durato a lungo, Bruce è stato in grado di immortalare il momento in una fotografia. Non lo ammetterà mai, ma sospettiamo che probabilmente usi quell’immagine come schermata di blocco del suo Batphone.

Menzione d’onore: Un divertente pomeriggio con Superman e Robin

Se guardi le prime copertine della Golden Age per World’s Finest, sembrano raccontare la storia di una giornata divertente con Superman, Batman e Robin. 

L’eroico trio ha giocato a baseball,

ha piantato un giardino della vittoria,

è andato nella casa degli specchi,

ha fatto un giro su un camion dei pompieri e altro ancora! 

La storia non raccontata di questo pomeriggio giocoso non è mai stata completamente raccontata, ma a giudicare dalle copertine, sembrava uno dei giorni più felici della vita di Batman.

Fonte: [dccomics.com]

Buone feste

Questo anno è stato duro, difficile, impietoso per ognuno di noi. Le motivazioni le conoscete tutti e quindi non mi soffermo a scrivere cio’ che già conoscete. Preferisco parlare della nostra passione, del nostro unico comune denominatore: Batman.

Continua a leggere

Addio a O’Neil, papà del Batman “dark”

Lo scrittore e sceneggiatore statunitense è morto l’11 Giugno 2020 a 81 anni. Con lui le storie dell’uomo-pipistrello hanno acquisito un carattere oscuro.

Lo scrittore e sceneggiatore statunitense Dennis “Denny” O’Neil, autore ed editore di fumetti noto per il suo iconico lavoro su Batman, che rilanciò facendone un personaggio dark rispetto alla creazione originale di Bob Kane (1995-1998) con Bill Finger (1914-1974), è morto a 81 anni per cause naturali.

L’annuncio è stato dato su Twitter da Jim Lee, top manager di Dc Comics,  storica casa editrice a fumetti dei supereroi americani. «Denny è stato uno dei primi scrittori a portare attenzione alle questioni sociali, spingendo i fumetti a una maggiore rispettabilità e accettazione come forma d’arte», ha scritto Jim Lee.

La carriera
Nato a St. Louis il 3 maggio 1939, agli inizi degli Anni 60 O’Neil, all’epoca giornalista a Washington, fu assunto dal leggendario Stan Lee come assistente editor per Marvel Comics, dove lavorò a progetti che sono diventati successivamente pietre miliari nel mondo dei fumetti, scrivendo per Amazing Spider-Man, Iron Man e Daredevil. Entrato in seguito alla Charlton Comics a fianco di Dick Giordano, quando quest’ultimo passò a Dc Comics, O’Neil lo seguì, occupandosi delle sceneggiature delle serie Wonder Woman, Justice League of America, Superman e Lanterna Verde.

La nuova vita dell’uomo-pipistrello
O’Neil in coppia con Neal Adams rilanciò il personaggio dell’uomo-pipistrello Batman (che esordì nel 1939), creando personaggi come Ra’s al Ghul, Talia al Ghul, Leslie Thompkins, Azrael e Richard Dragon. Dopo un lungo periodo di storie dai contenuti più allegri, a fine anni Sessanta O’Neil arrivò anche alla guida come editore delle pubblicazioni di Batman: è suo il merito di aver riportato il cavaliere nell’ombra, virando le storie verso toni più oscuri, con l’uso di una narrazione realistica, dai tratti a volte horror.

 

I nemici

Altro espediente adottato da O’Neil per contribuire al revival di Batman fu la reintroduzione dei nemici come Joker o Due Facce. Come autore ed editore ha seguito tutte le pubblicazioni a fumetti di “Detective Comics”, “Batman” e “Batman: Legends of the Dark Knight” (dal 1989), dove rafforzò il legame del supereroe con l’animale suo simbolo, il pipistrello. Ha curato la stesura delle sceneggiatura di tutti i volumi di Batman per conto della Dc Comics dal 1986 al 2000. Come editor ha portato il fumettista Frank Miller alla Dc Comics promuovendo la sua miniserie “Batman: Il ritorno del Cavaliere Oscuro”. O’Neil si è occupato inoltre degli adattamenti dell’arco narrativo di “Batman: Knightfall” (1994) e ha seguito da vicino la realizzazione delle pellicole cinematografiche “Batman Begins” (2005) e “Il cavaliere oscuro” (2008).
FONTE: [LA STAMPA]

Bat-comics: News

Il sito BleedingCool ha riportato che Frank Miller e Scott Snyder sarebbero al lavoro su The Dark Knight Returns 3. Ogni singolo capitolo dell’opera potrebbe essere affidato ad un artista diverso. Tra i nomi coinvolti spuntano quelli di Greg Capullo, Jim Lee, Andy Cubert, Marc Silvestri, anche se Scott Snyder vorrebbe tornare a collaborare con Sean Murphy su questo titolo.

La graphic_novel_BatmanThe Dark Knight Returns versione 1986

La graphic novel BatmanThe Dark Knight Returns versione 1986

Finalmente la Lion prosegue con le storie inedite delle Sirene di Gotham n. 3 – Noi di Batman Crime Solver vi abbiamo presentato i primi due volumi e i personaggi nel dettaglio in in questo breve articolo.
di Tony Bedard, Peter Calloway, Andrea Guinaldo, Lorenzo Ruggiero, Jeremy Haun
16,8×25,6 Brossurato, 144p colore costo € 12.95
Contiene Gotham City Sirens 14-19
Catwoman è alle prese con le conseguenze della feroce battaglia con la sorella. E’ il momento di ricominciare, per Selina Kyle e le Sirene di Gotham. E non perdetevi le special Guest: Zatanna e Talia Al Ghul.

Le Sirene di Gotham City n. 3

Le Sirene di Gotham City n. 3

Il fumetto tratto dal videogame cult: Infinite Crisis!
Infinite Crisis: Fight for the multiverse 1 Infinite DC Comis n.1
di Dan Abnett, Carl Potts, Larry Stroman, Szmon Kudranski.
16.5×25.2 – 32pagine €2.50

Una terribile minaccia grava sull’intero Multiverso DC e Nix Uotan, ultimo dei Monitor (creato da Marv Wolfman e George Perez, uno dei principali personaggi principali nella serie ‘Crisi sulle Terre Infinite’) è costretto a reclutare eroi dai 52 universi paralleli. Inizia una nuova, strepitosa serie ispirata al videogame della Turibine e scritta da Dan Abnett. In questo primo numero: il Batman di terra-0 visita Terra-19, ed solo l’inizio.

Infinite Crisis - Fight For the Multiverse #1

Infinite Crisis – Fight For the Multiverse #1

 

 

Intervista in esclusiva con: Claudia Catani

Batman Crime Solver, si pregia di ospitare sul proprio Blog, una delle attrici/doppiatrici italiane piu’ importanti del panorama artistico.

Claudia Catani

Nata a Theran Claudia Catani esordisce davanti al leggio da bambina doppiando uno dei nipoti di Marlon Brando ne “Il padrino”, sotto la direzione di Carlo Romano, per poi prestare voce ad uno dei personaggi della serie “I Rascals”.
Vincitrice al Festival Nazionale del Doppiaggio di Sanremo della competizione che le ha assegnato l’anello d’oro per aver interpretato in modo magistrale l’attrice Patricia Arquette, Allison Dubois, nella serie televisiva statunitense “Medium” (questa alla sua settima stagione).
Nonchè trionfatrice del Premio Voce femminile dell’anno assegnato dai direttori del doppiaggio al Gran Galà del Doppiaggio – Romics 2006, vincitrice del 6° Premio “Ferruccio Amendola” al Gran Galà del Doppiaggio – Romics 2010, ma soprattutto della più longeva manifestazione dedicata al doppiaggio italiano “Festival del Doppiaggio Voci nell’Ombra” nell’edizione 2010 per United States of Tara, in cui Claudia si cimenta con eccezionale destrezza nell’interpretazione di una casalinga e madre di famiglia affetta dal disturbo dissociativo dell’identità, caratterizzato dalla presenza di personalità multiple.

Gillian Anderson premiata al Roma Fiction Fest 2012

Conosciuta al grande pubblico televisivo specialmente per aver doppiato Gillian Anderson nei panni dell’agente Dana Scully nel telefilm cult di Chris Carter “X-Files”, lavoro che ha rappresentato la sua consacrazione definitiva nella recitazione in sala doppiaggio.
Claudia Catani durante i 9 anni di X-Files, recita anche sul grande schermo prestando la propria voce ad attrici del calibro di Gwyneth Paltrow in “Delitto perfetto”, “Il talento di Mr.Ripley” e “I Tenenbaum”; Naomi Watts in “Bara con vista”, “King Kong” e “Stay – Nel labirinto della mente”, Meg Ryan in “City of angels” e “Rapimento e riscatto”, una inconsueta ed anomala Cameron Diaz in “Ogni maledetta domenica” e Angelina Jolie in “Mr. & Mrs. Smith”, “A Mighty Heart”, “Wanted”, “Changeling”, oltre alla stessa Gillian Anderson in altri film, tra cui mi piace ricordare la bella resa vocale con la pellicola “Scherzi del cuore” in cui interpretava Meredith. Ma tra le altre attrici di prestigio troviamo anche Cameron Diaz in My sister’s keaper e Knight and Day e alcuni film di Charlize Theron.

Talia nel videogiocoOggi, il nostro blog Batman Crime Solver, si onora di averla ospite per qualche domanda su una delle sue ultime fatiche: The Dark Knight Rises – Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno, in cui Claudia interpreta Miranda Tate, membro del consiglio di amministrazione della Wayne Enterprises, per poi presentarsi con la sua vera identità alla fine del film: Talia al Ghul, interpretata dall’attrice francese Marion Cotillard. In realtà Claudia definisce lo stesso personaggio anche nel videogioco Batman: Arkham City.

Stefano: Ciao Claudia e benvenuta ospite sul nostro blog Batman Crime Solver.
Claudia: Grazie a voi per il vostro invito.

Stefano: Dando una veloce occhiata alle tue tante interpretazioni, mi viene spontaneo chiederti che differenza c’e’ tra il doppiaggio di un film a circuito televisivo, cinematografico o di videogiochi?
Claudia: …c’è solo una differenza nell’aspetto più tecnologico…ma non nella sostanza dell’interpretazione…che deve sempre mirare ad assolvere totalmente la funzione di rappresentare al meglio l’espressività del filmato in lingua originale.

Talia appare molto diverso rispetto a quello dei fumetti.

Stefano: Nel film Il Cavaliere Oscuro – Il ritorno reciti in italiano doppiando un’attrice francese. Ci sono particolarità o differenze tra il modo di recitare di un attore americano piuttosto che europeo?
Claudia: Si, c’è un modo di recitare diverso….quello francese è più “latino”, più vicino in qualche modo al nostro, quello anglosassone ha una sonorità molto diversa ed il “salto” linguistico del doppiaggio deve essere accompagnato da più consapevolezza e maturità nella recitazione…
Poi c’è da aggiungere che la stessa Cotillard patisce un po’ il recitare in lingua inglese….

Stefano: Ti è piaciuto interpretare ruolo di Miranda Tate e perché?
Claudia: Non è stato un ruolo particolarmente inebriante, eccetto per la parte-monologo in cui lei si rivela a Batman…..ma in generale, è stato un lavoro di recitazione molto raffinato e basato sulle sfumature…Amo e riesco ottimamente su queste corde.

Stefano: Prima di concludere questa breve intervista con te, ci tenevo a far sapere ai nostri lettori del tuo impegno nel sociale e che la tua voce recita nello spot di Medici con l’Africa Quamm. Vuoi lanciare un messaggio?
Claudia: Il messaggio è questo: solo se Conosci Te stesso, potrai “cambiare” il mondo: perché saprai che è in Te!
Grazie!!!!

Fan-Art di: Samantha Polini

Samantha nasce a Roma nel 1970.
Grafica Pubblicitaria, si fa le ossa per nove anni lavorando in laboratori di cartellonistica stradale. Nel 1998, lasciata la scuola del fumetto, realizza lo storyboard del film “Odi et Amo” del regista Maurizio Anania e si dà da fare sul set come aiuto-costumista.
Nel 1999 è tra i realizzatori delle Tavole Illustrate sul tema l’Avanspettacolo, in occasione dell’apertura della Sala Petrolini al Teatro Testaccio in Roma, nel frattempo lavora presso le librerie delle Gallerie Barberini e Corsini.
Seguono autoproduzioni nell’ambito fumettistico come: Dark Knight Gallery (1999), Imajika (2000), Le avventure del Mimo (raccolta delle storie apparse sulla rivista Linea d’Ombra 2003).
Collabora con fanzines amatoriali sul fumetto emergente: Zelig, Linea d’Ombra, Studio Dream, Schegge d’Ombra, Karakiri.
Oggi, dopo aver scritto un racconto on-line (presso il sito Marvel.it), è tornata alla sua antica passione: la pittura.
Sta comunque ultimando delle tavole che le consentano il grande salto verso l’oltreoceano.
Nel tempo libero, oltre ad occuparsi dei suoi amici uccelli, alla sua nuova casa e al lavoro di insegnante di disegno, si diverte nel manipolare immagini e lavorare filmati.

I suoi disegni sono visibili su:
http://www.uncannyxmen.net
http://www.labottegadellachina.com
Il racconto su:
http://www.comicus.it/marvelit/index.php

Vi propongo uno dei lavori iniziali dal titolo: Dark Knight Gallery, compresa la dedica che mi ha fatto all’interno della copertina.^_^
La scansione e’ solo per rendervi un’idea del lavoro, ma vi assicuro che non e’ mai come avere l’originale di questo fantastico libricino.
L’autrice e’ contattabile anche via Facebook.

TDK pt. 1

TDK pt. 2

TDK pt. 3