Batman telefilm anni 60: è morta l’attrice Lisa Seagram

L’attrice statunitense Lisa Seagram (nella foto), interprete di conturbante bellezza apparsa in popolari telefilm degli anni 60 come «Batman», «The Beverly Hillbillies», «Vita da strega» e «Tre nipoti e un maggiordomo», è morta in una casa di riposo a Burbank, in California, dopo una battaglia di quasi un decennio contro la demenza senile. Aveva 82 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dalla figlia Chela Fiorini a «The Hollywood Reporter», che pubblica la notizia, precisando che il decesso è avvenuto lo scorso 1 febbraio.

Batman anni 60: Lisa Seagram

Nella serie Batman, i telefilm degli anni 60, Lila era la prima sostenitrice di Louie (Milton Berle), che aveva conquistato il mercato del business floreale di Gotham City. Mentre i figli dei fiori (gli hippy) si radunavano nel parco per una fioritura, Louie ne approfittava, controllando le menti dei giovani di Gotham, che lui credeva sarebbero stati i futuri leader della città. Louie tornerà poi successivamente nella serie, con una donna diversa al suo fianco.

Al di là della sua parte in Batman, la Seagram ha interpretato Edythe Brewster, la moglie del petroliere che ha reso ricco Jed Clampett in The Beverly Hillbillies. Seagram è apparsa in serie come La legge di Burke, Vita da strega, Io e i miei tre figli, Il mio amico marziano, Perry Mason, Un equipaggio tutto matto, Honey West e Agenzia U.N.C.L.E.

Gli ultimi ruoli cinematografici dell’attrice, a metà degli anni ’80, non le sono stati, per lo più, accreditati. Nella sua vita, successivamente, si è dedicata all’insegnamento della recitazione alle Hawaii.

Zack Snyder svela una news su Wonder Woman e si allontana dalla fase post produzione di Justice League

Il 1 giugno la prima pellicola interamente dedicata a Wonder Woman approderà nelle sale.  Mentre sale l’attesa dei fortunati ragazzi che assisteranno all’anteprima mondiale del film mercoledì 24 Maggio al cinema The Space (qui potrete seguire in diretta il parterre dell’anteprima)  e in attesa di conoscere la ricezione da parte del pubblico, Warner Bros non perde tempo e sta già sviluppando un sequel. A confermare la messa in produzione di Wonder Woman 2 è il regista Zack Snyder, ma il film non sarà la prossima pellicola del DC Extended Universe incentrata su un’eroina ad approdare al cinema.

Wonder Woman Gal Gadot

 

Zack Snyder si sarebbe lasciato scappare la rivelazione mentre si trovava a Shanghai per promuovere Wonder Woman. La moglie del regista, la produttrice Deborah Snyder, ha specificato che prima del sequel arriverà in sala un’altra pellicola al femminile del DC Extended Universe, Batgirl di Joss Whedon.

Batgirl disegnata in esclusiva per Batman Crime Solver da Raffaele Marinetti

Gal Gadot tornerà nei panni della guerriera amazzone in Justice League a novembre. Anche questa pellicola dovrebbe avere un sequel in uscita nel 2019, ma per il momento la release precisa è incerta.

Justice League

Purtroppo è notizia di poche ora fa, che lo stesso regista ha deciso di allontanarsi dal dirigere Justice League per star più vicino alla sua famiglia dopo il tragico suicidio della sua figlia di 20 anni, Autumn. Il completamento del film è stato affidato al futuro regista dell’universo femminile DC  Comics: Joss Whedon.
Autumn Snyder è venuta a mancare a marzo, ma la famiglia ha deciso di mantenere la notizia privata. Tuttavia, con i rinforzi per iniziare prima della pubblicazione di novembre del film, il regista ha ritenuto che fosse giunto il momento di rendere la notizia pubblica invece di ritardare il film.

“Ho deciso di fare un passo indietro dal film per stare con la mia famiglia, stare con i miei figli, che hanno veramente bisogno di me”, ha detto Snyder al The Hollywood Reporter.

La moglie di Snyder, Deborah, che è una dei produttori del film, sta altrettanto fuggendo dalle sue funzioni. I Snyders avevano recentemente proiettato un taglio del film e hanno portato Whedon a scrivere alcune nuove scene. Ma quando hanno capito che non potevano lasciare la loro famiglia per rimanere a Londra a causa del film, Whedon si è offerto di dirigere anche lui.

“Non ho mai pensato di renderlo pubblico”, ha detto Snyder. “Pensavo che sarebbe rimasto tutto in famiglia, nel nostro privato, e che avremmo affrontato nel nostro dolore. Quando è divetato evidente che avevo bisogno di prendere pausa, sapevo che ci sarebbero state storie creati su internet. Che facciano quello che vogliono. La verità è … che adesso sono passato a prendermi cura di quel tipo di cose.” Riferendosi alla famiglia.

Il presidente della Warner Bros. Pictures, Toby Emmerich, ha anche aggiunto che sebbene alla regia rimarrà Whedon, questo sarà un film principalmente di Zack Snyder.

“La regia è minima e deve aderire allo stile e al tono e al modello che Zack ha impostato”, ha detto Emmerich. “Non stiamo introducendo nuovi personaggi. Sono gli stessi personaggi in alcune nuove scene. Sta consegnando un bastone a Joss ma il percorso è stato realmente impostato da Zack. Credo ancora che, nonostante questa tragedia, finiremo ancora con un grande film “.

Continuate a seguirci su FacebookTwitterInstagramDailymotionGoogle+ per aggiornamenti, notizie, e curiosità sul mondo DC Comics!

Harley Quinn e Batgirl in un film standalone

Questa cosa forse non sarà una sorpresa per nessuno, ma almeno ora sembra una notizia confermata. Questa è la notizia che, quando Margot Robbie ha firmato per interpretare il ruolo di Harley Quinn nel film della Suicide Squad, tutti si aspettavano. L’attrice si è impegnata a rimanere nello stesso ruolo per almeno 10 anni della sua carriera.
10 anni a noi suonano come almeno quattro o cinque film. Almeno. Suicide Squad è già il primo con la possibilità non troppo remota di apparire nei due film della Justice League. Potrebbe Harley Quinn avere un film indipendente da qualche parte nel cinematografico masterplan universo della DC Comics, allora?
Secondo quanto riportato da The Hollywood Reporter, Warner Bros. è al lavoro su uno spin-off di Suicide Squad basato sul personaggio di Harley Quinn interpretata da Margot Robbie.

Secondo alcuni appassionati, il film potrebbe ispirarsi alla recente serie di fumetti “Superhero Girls” (il franchise di fashion doll e action figure a tema supereroistico creata da DC Comics e controllata da Time Warner e Mattel), messa a punto per attrarre un pubblico adolescente femminile, dove si ritroverebbero personaggi come Batgirl, Poison Ivy, Katana, Bumblebee e la stessa Quinn. Harley Quinn potrebbe dunque dar vita a tutta una nuova serie di lungometraggi dedicata agli eroi del fumetto. Al momento non è dato sapere altro, ma vi terremo aggiornati. Margot Robbie sarà prosssimamente al cinema non solo con “Suicide Squat”, ma anche con “The Legend of Tarzan”.

Nel frattempo, martedì 17 maggio 2016, l’attrice Tara Strong che dona la voce a personaggi come Timmy Turner, Bubbles, Raven, Batgirl, Twilight Sparkle e naturalmente, Harley Quinn (The Arkham Games, DC Super Hero Girls, Lego Dimensions), si è lasciata trasportare dalla passione per l’universo DC ed ha espresso il desiderio di apparire in un cameo nel film con Margot Robbie e su Twitter ha scritto: “Voglio solo fare un cameo @RealStanLee, come portare il caffè”.


 

Arriva una nuova serie tv: Kripton

L’universo DC Comics inizia ad essere fiorente sul grande schermo e sta facendo molto bene anche in televisione. Come The CW continua ad espandere la sua Arrow-verse, che ora include anche la dimensione parallela di Supergirl sulla CBS, Syfy sta portando avanti la sua serie prequel di Superman.
Secondo The Hollywood Reporter, Syfy si sta chiudendo su un accordo per la produzione di un pilot di Krypton, un progetto che è in corso già dall’anno 2014. David S. Goyer , che ha lavorato sulle sceneggiature per Man of Steel e Batman v Superman: dawn of Justice (nonché la serie di Costantine), sta sviluppando un concept insieme a Ian Goldberg (Once Upon a Time). Nella serie si racconta del pianeta Krypton anni prima dell’arrivo di Superman (la mitologia dei fumetti ne è piena), concentrandosi sulle origini e più precisamente sul nonno di Kal-El, che lavora per portare la speranza e l’uguaglianza sul pianeta. Colm McCarthy (Sherlock) dirigerà sotto showrunner Damian Kindler (Sleepy Hollow).

Sarà possibile vedere Batman in un prossimo episodio di Arrow?

Flash vs. Arrow

Flash vs. Arrow

Arrow è nel pieno della sua terza stagione e ha già avuto un crossover con Flash, nell’episodio “Calma apparente” (The Calm) il primo episodio della terza stagione che andra’ in onda qui in Italia il 20 Gennaio 2015. Chissà se sarà possibile vfedere altri membri della Justice League in TV? Il produttore esecutivo di Arrow, Marc Guggenheim, non è sicuro, ma ha gli occhi sul Cavaliere Oscuro. Ecco cosa ha dichiarato in un’intervista a The Hollywood Reporter :

Quanti membri della Justice League volete inserire nella serie di Arrow?

“Sarebbe così fantastico avere Batman nello show. Sarebbe davvero cool. Non credo che accadrà presto, ma non si sa mai …chissà, forse un giorno. Una cosa che diciamo sempre è che non abbiamo aspettato per inserire personaggi come la Cacciatrice, Deathstroke o Deadshot; alla fine ci siamo ritrovati con un sacco di più personaggi DC Comics che sono diventati parte dello spettacolo e che non avevamo previsto. Non era inizialmente parte del campo o la concezione dello spettacolo inserire i membri della Justice League. Ora qui siamo nella nostra terza stagione e abbiamo Flash, la Suicide Squad e stiamo per introdurre Katana (Tatsu Yamashiro membro dei primi Outsiders) e abbiamo Ray Palmer (Raymond “Ray” Palmer ovvero Atomo), e sembra che tutti si possano interfacciare bene con il nostro personaggio principale. E’ qualcosa che va al di la delle nostre aspettative. Questo è un modo prolisso per dire che ho imparato a non aspettarmi nulla o fare previsioni, perché la realtà ha superato di gran lunga qualsiasi delle nostre previsioni iniziali o concezioni iniziali.”

Lo stesso produttore ha poi continuato affermando che i prossimi episodi di Arrow sono tra i migliori che abbiano mai realizzato e che sono incredibilmente avvincenti.

Forse vedere Batman in tv sarà poco probabile, almeno in tempi brevi, ma mai dire mai. E’stato ritenuto che la Warner Bros non vuole confondere i suoi personaggi televisivi e cinematografici, ma sappiamo già che Flash e Deadshot appariranno nei prossimi film come Justice League e Suicide Squad.

Per concludere, c’è da aggiungere una buona notizia per noi amanti dell’universo DC Comics, infatti, In quella occasione è stata rivolta a Marc Guggenheim anche una domanda sulla fattibilità di un crossover tra i due telefilm Arrow e The Flash con Supergirl, l’annunciata serie della CBS.
Il produttore alla domanda ha risposto lapidario che “e’ possibile”.
Un reporter di The Hollywood Reporter si è spinto oltre dichiarando di aver sentito voci secondo le quali un crossover tra le serie sarebbe previsto da una clausola del contratto del produttore esecutivo di Supergirl, Greg Berlanti.
Il tutto potrebbe essere possibile perché la CBS è comproprietaria, insieme alla Warner, del network The CW.

Se anche ciò dovesse rivelarsi vero, per vedere la supereroina di Krypton sul piccolo schermo ci vorrà ancora del tempo, visto che la produzione non ha ancora trovato la sua protagonista.
Inizialmente si pensava che Claire Holt (The Originals) potesse aver ottenuto il costume, mentre ora spunta il nome di una possibile contendente: la modella e attrice inglese Gemma Atkinson.

FONTE: The Hollywood Reporter