Batman v Superman: scegli il cereale giusto

General Mills ha prodotto “Batman v Superman: Dawn of Justice” cereali a tema che si torvano ora sugli scaffali dei supermercati USA, e il gigante della prima colazione sta chiedendo ai fan di fare la loro scelta con saggezza quando si aggiunge il giusto sapore al primo pasto della giornata.

S
“Superman Caramel Crunch” e “Batman Fragola al cioccolato”, sono entrambi disponibili per un tempo limitato, e gli appassionati sono invitati a sostenere i loro favorti sui social media con l’hashtag #supermancereal e #batmancereal. L’uomo dei cereali di acciaio è a forma di scudo “S” del protagonista, mentre i bocconcini zuccherati del Cavaliere Oscuro sono a forma di pipistrello.
“Abbiamo speso tempo ed esteso i nostri sforzi per sviluppare i sapori e l’aspetto di questi cereali, per non parlare del loro imballaggio, in modo che essi corrispondano all’incredibile qualità dei personaggi che caratterizzano il nuovo film”, afferma Alan Cunningham, del settore marketing.

"Batman v Superman: Dawn of Justice": i cereali a tema

“Batman v Superman: Dawn of Justice”: i cereali a tema

Annunci

Usa: storia ‘Batkid’ diventa un documentario

Miles Scott, bambino malato di leucemia, aveva commosso America

Miles Scott, bambino malato di leucemia, aveva commosso America

Miles Scott, bambino malato di leucemia, aveva commosso America

La storia di Miles Scott, il bambino malato di leucemia che e’ stato per un giorno ‘Batkid’ trasformando San Francisco in Gotham City, diventa un documentario: ‘Batkid Begins’. Prodotto da Warner Bros, uscito alla fine di giugno.

”A Miles sono sempre piaciuti tutti i supereroi ma alla fine il suo preferito e’ Batman”, dice il padre di Miles nel trailer che si può guardare sul sito http://www.batkidbegins.com. ”Un giorno Natalie mi ha chiamato urlando e piangendo e mi ha detto che Miles aveva la leucemia”, ricorda Nick Scott precisando che la malattia ha dato vita a una ”battaglia per la vita”. Nel 2013, per coronare il sogno di Miles Scott, San Francisco si e’ fermata: a cinque anni il bambino, malato di leucemia, aveva espresso il desiderio di essere Batman e salvare Gotham City. Un desiderio divenuto realtà: San Francisco si ‘ trasformata in Gotham City, e Miles-Batkid l’ha salvata. la storia ha commosso l’America e la Casa Bianca, con il presidente americano, Barack Obama, che ha inviato a Batkid i suoi auguri su Twitter: ”Cosi’ si fa Miles, ora Gotham City e’ salva”.

Fonte: [Ansa]

“I never said thank you…

Batman Begins final scene
…and you’ll never have to”

Thank you american friends. It was 25th of Febraury 2012, when it opened the blog, and you continued to follow us. Thanks a lot!