Un pò di storia sui personaggi che popolano l’universo di Batman parte 8

VICKI VALE

Una delle presenze femminili più longeve della saga di Batman è la bella fotografa Vicki Vale, presentata alla fine degli anni ’40 (Batman n.49), la cui origine, legata direttamente al disegnatore Bob Kane, è sicuramente singolare. Durante un viaggio ad Hollywood per lavoro infatti, l’artista conobbe la giovane attrice Norma Jean Baker e si ispirò a lei per l’introduzione del personaggio di Vicki, che apparve per la prima volta nel seria! “Batman and Robin” della Columbia Pictures (15 episodi, prodotto nel 1949 da Sam Katzman e diretto da Spencer Gordon Bennet). Con grave disappunto, Bob scoprì che i produttori avevano già assegnato la parte ad una bruna, di nome Jean Adams, e fu costretto a dimenticare la rossa dalle curve mozzafiato destinata a diventare il mito Marilyn Monroe (che in qualche modo ha avuto a che fare con Bob Kane…non ci credete? Leggete qui).

Vicki Vale muove i primi passi sul sentiero tracciato dalla giornalista Lois Lane, gioia e dolore del collega Superman, ma non riesce, fortunatamente, ad emularla nelle caratteristiche più assillanti. Presto il lavoro come fotografa diventa una missione che svolge con la stessa ossessione del Batman. Le immagini diventano la sua maniera di raggiungere ad ogni costo la verità. Il suo rapporto con Bruce è ostacolato dalla doppia vita di lui e, anche se sono fortemente attratti l’uno dall’altro, non riescono a convivere serenamente a causa dei rispettivi impegni. L’aprile del 1992 doveva indicare una vera e propria svolta sentimentale tra i due, ma il n. 476 di Batman, che riporta sulla copertina un Bruce Wayne che rivela la propria identità all’amata, rientrò nei molti giochi a sorpresa, senza esito, della DC Comics, rivelando, come d’uso, il solito sogno ad occhi aperti del protagonista. Per una chiarificazione conclusiva, dovremo aspettare il periodo immediatamente precedente alla Knightfall, quando la rossa fotografa infrange con un secco no i progetti sentimentali di Bruce Wayne. L’accumularsi degli eventi negativi, compreso questo rifiuto, porterà Batman alla dura realtà della sconfitta, come vedremo nelle prossime pagine. Vicki rimane però la donna ideale per l’Uomo Pipistrello che potrebbe benissimo, nelle prossime avventure, rivelare proprio a lei la sua vera identità.

Il personaggio appare anche nel film animato Batman contro Dracula del 2005 e la doppiatrice è la bravissima Renata Bertolas, da noi raggiunta gia’ tempo fa come doppiatrice di Dana Tan la ragazza di Terrence “Terry” McGinnis in Batman of the Future.
Sul canale Dailymotion di Batman Crime Solver, ci sono i suoi saluti 

Batman e Robin 1949

Batman and Robin è un altro serial cinematografico del 1949 diretto da Spencer Gordon Bennet. Composto da 15 episodi della durata di 263’ ciascuno, prodotti dalla Columbia Pictures. Queste nuove trame rappresentano il sequel della precedente serie Batman del 1943. Robert Lowery interpreta Batman, mentre Johnny Duncan (scomparso a febbraio 2016) interpreta Robin. Altri interpreti sono: Jane Adams nella parte di Vicki Vale e Lyle Talbot nella parte del Commissario Gordon. Se nel primo serial Batman contro una spia giapponese, le nuove avventure vedono il dinamico duo impegnato a combattere contro Wizard, un cattivo incappucciato, la cui identità rimane un mistero per tutta la serie e viene svelata soltanto nell’ultimo episodio.

«Come d’abitudine nelle produzioni di Sam Katzman», rilevano Harmon e Glut, «il basso budget è evidente ovunque, nei tagli per abbassare le spese e nelle insufficienze». Il costume di Batman aveva un cappuccio che mal si adattava al volto dell’attore, al costume di Robin vennero aggiunte delle calze rosa, per coprire i peli sulle gambe dell’attore e dello stunt. La Batmobile, ancora una volta, viene esclusa, e al posto della Limousine utilizzata nella prima serie, il dinamico duo viaggia a bordo di una Mercury del 1949. Diversi sono poi gli errori e le incongruenze presenti nella serie. Ad esempio il film mostra il Batsegnale proiettato in pieno giorno. Ancora, nonostante il fatto che i supereroi indossino una striscia di stoffa al posto della classica cintura con piena di gadget, quando si tratta di dover fuggire, Batman estrae una fiamma ossidrica dalla cintura. A rendere la cosa più assurda, il fatto che si tratti di una normale fiamma ossidrica di dimensioni tali che sarebbe impossibile non vederla addosso all’uomo pipistrello. Harmon e Glut ipotizzano che probabilmente nel copione era indicato di usare una fiamma ossidrica di 12 cm., come quella utilizzata nei fumetti, ma nella produzione ciò venne malinterpretato, utilizzando così una normale fiamma ossidrica.

CURIOSITÀ

In questo serial la Batmobile è una Mercury Convertible del 1949 color marrone. Curiosità: Era usata anche da Bruce Wayne ma con la cappottina tirata giù così da non essere riconosciuto.

Il serial è stato distribuito in formato DVD nel 2005 per pubblicizzare l’uscita di Batman Begins.

Gotham: il personaggio di Vicki Vale nella terza stagione

Stando alle ultime indiscrezioni, la produzione della terza stagione della serie Gotham, distribuita dal network televisivo statunitense FOX, ha confermato di avere l’intenzione di introdurre il personaggio della giovane Vicki Vale all’interno dei prossimi episodi della serie.
A quanto sembra, la notizia è ufficiale, anche perché molti siti autorevoli riportano che la produzione ha confermato di voler aggiungere il personaggio. Stando al report del network, la new enty dovrebbe occupare un ruolo ricorrente a partire dalla terza stagione di Gotham. Sempre secondo questo report, il ruolo è stato descritto come quello di “una giovane giornalista ambiziosa con un’età tra i venti e i trent’anni.”.
Nei fumetti, Vicki è una reporter per il Gotham Gazette che ha intrattenuto un complesso rapporto di interesse amoroso con Bruce Wayne/Batman. Naturalmente, lo show sembra dare al personaggio una connotazione diversa.
Come si può dedurre dalla descrizione, la Vicki che verrà introdotta ha un’età più avanzata rispetto a David Mazouz, che impersona Bruce Wayne e che, nella serie, non ha più di 15 anni.
Come tutti certamente saprete, non è la prima volta che il personaggio viene trasposto sullo schermo. Nel 1989, infatti, era già stato impersonato da Kim Basinger, che aveva recitato al fianco di Michael Keaton in Batman.
Il personaggio è apparso anche in Batman: The Brave and the Bold e Batman: Year One, così come nei videogiochi della DC Universe Online e in Batman: Arkham City.
[Fonte: Tvline.com]

Amori perduti

A volte, l’amore è il nemico più grande. Benchè l’incessante crociata contro il crimine non gli lasci molto tempo per dedicarsi agli affari di cuore, Batman è stato più volte turbato da questioni sentimentali. In un’elenco infinito di belle donne sorprese a braccetto del miliardario Bruce Wayne, soltanto poche, però, sono riuscite a intuire la vera natura di questo annoiato playboy. Tra queste Julie, Vicky, Talia, Silver, Shondra, Kathy, Vesper e Ivy, nel corso degli anni, hanno tutte suscitato nel Cavaliere Oscuro qualche momento di incertezza. Ciascuna a suo modo, lo hanno tutte costretto a scegliere tra il vero amore e la guerra che si era impegnato a combattere fino all’ultimo.

Il cuore del pipistrello
Batman protegge il suo cuore con un’armatura, Bruce Wayne con la freddezza.
Si è arreso, infatti, all’evidenza che la vera felicità verrà sempre dopo la sua crociata. Ha quindi accettato la solitudine come parte del suo destino, convinto di porter essere più utile alla sua causa sacrificando la compagnia femminile. Conscio che deve affrontare, Bruce non vuole che l’amore diventi l’ennesima vittima della sua guerra contro il crimine.

Vicki Vale
La macchina fotografica della fotoreporter Vicki Vale non mentiva mai, e neppure il suo ragazzo Bruce Wayne. Pur dopo molti, strazianti tentativi, Bruce non le disse mai, però, del suo alter ego Batman! Man mano che Vicki si avvicinava a lui, Bruce si ritrasse sempre più dietro la sua maschera, soffrendo in silenzio, mentre l’allontanava per sempre dalla sua vita.

Dr. Shondra Kinsolving
Bane riuscì a paralizzare Bruce, prima che potesse rivelare i suoi sentimenti al medico personale Shondra Kinsolving. Shondra, frattanto, fu rapita dal malvagio fratellastro Benedict Asp, che la costrinse ad usare per scopi malvagi le sue abilità empatiche latenti. Bruce sconfisse Asp e liberò Shondra, ma i danni subiti dalla mente della donna erano troppo gravi. La psiche di Shondra subì poi una regressione allo stadio infantile, mentre curava le ferite di Bruce.

 

 

 

Kathy Kane
Quando immaginava il proprio futuro, Bruce vedeva spesso Katy Kane (l’ex supereroina Batwoman) al centro di una vita idilliaca in cui il Cavaliere Oscuro era felicemente sposato e serenamente in pensione. Però nè Bruce nè Kathy, nè tantomeno i loro alter ego, diedero sfogo alla loro attrazione reciproca. E quando la deliziosa direttrice di circo fu uccisa da Tigre di Bronzo della Lega degli Assassini, era ormai troppo tardi.

 

Talia
Talia, figlia dell’ecoterrorista Ra’s al Ghul, si innamora di Batman, che il padre, nonostante le differenti posizioni, designa come suo erede. Ma Batman, nonostante l’attrazione per Talia, si è sempre rifiutato, rifiutando ed ostacolando i loro piani criminali.
Quando Ra’s si allea con Bane, l’uomo confidava in lui come un possibile erede e compagno per Talia, che però lo rifiuta.
Talia fa parte della Società Segreta dei Super Criminali e, disillusa dai piani del padre, lascia la lega degli assassini per supportare Lex Luthor, sia nella LexCorp che per la sua campagna elettorale per la carica di Presidente degli Stati Uniti; dietro le quinte però la donna rema contro di lui, arrivando a dare in pasto alla stampa le malefatte delle sue società. Quando Talia viene rapita dalla sorella Nyssa, che voleva vendicarsi del padre, la donna viene torturata, uccisa e risorta più volte grazie ai pozzi di Lazzaro. Comprese le ragioni della sorella, non si oppone all’uccisione di Ra’s, e arriva a ripudiare l’amore che desiderava da Batman. Quando l’immortale padre cerca di ritornare in vita attraverso Damian, figlio di Talia e Batman tenuto nascosto, la donna non esita ad opporvisi, riuscendo infine a salvare il giovane.

Silver St. Cloud
In uno spettacolo di beneficenza a bordo del suo yacht, Bruce conobbe Silver St. Cloud, un’organizzatrice di convention. Silver s’accorse subito che in Bruce c’era qualcosa di più di quanto apparisse; sospetto poi confermato quando il Cavaliere Oscuro piombò nell’Expo Center di Gotham per catturare un assassino. Silver riconobbe il corteggiatore, ma preferì confessare il suo amore a Batman in un addio straziante, piuttosto che vederlo rischiare la vita ogni notte.

Pamela Isley
Quando Poison Ivy rapinò il galà di beneficenza Danzing, Bruce si rese subito conto che la sua attrazione era più di tipo sessuale che sentimantale, e dipendeva dai seducenti feromoni di Ivy. Il primo bacio della ragazza era un veleno; il secondo un antitodo. Durante il loro primo incontro, le labbra velenose di Ivy inseminarono Bruce d’estasi tossica. Quando poi Ivy baciò il Cavaliere Oscuro morente, inconsapevolmente, guarì la sua presunta vittima, facendo sbocciare tra loro una nuova attrazione sessuale!

Julie Madison
Il primo amore di Bruce, l’aspirante attrice Julie Madison, credeva totalmente alla maschera da playboy del suo innamorato, ma sapeva che, se Bruce non si fosse deciso a mettere la testa a posto, la loro relazione sarebbe giunta al capolinea. Dopo aver posto fine al fidanzamento con Bruce, Julie si costruì una nuova vita ad Holliwood nei panni della starlet Portia Storme.

Vesper Fairchild
Proprio quando Bruce cominciava a rendersi conto della sua passione per Vesper Fairchild, DJ della WKGC e “Sirena della notte”, il grande terremoto di Gotham pose fine alla loro relazione. Vesper decise di lasciarsi alle spalle Bruce e Gotham durante il periodo della Terra di Nessuno: una decisione che rimpianse amaramente, una volta tornata nella città ricostruita. Solo il tempo ci dirà se l’amore di Bruce e Vesper toroverà una base più solida…oppure rimarrà arroccato su un terreno franoso.

 

 

 

 

Jezebel Jet

Jezebel Jet è una ex top model che ora governa un piccolo paese africano. Anche lei ha incontrato Bruce Wayne a una festa per la raccolta di fondi per beneficenza nel corso di una galleria d’arte di Londra. Ha frequentato Bruce Wayne per volere di Alfred Pennyworth, che pensava che il suo capo avesse bisogno di tornare in contatto con se stesso e il proprio costume di “Playboy”, con lo scopo di occupare qualche “colonna di gossip” sui giornali. I due si mostrarono insieme intorno alla galleria d’arte, parlando di politica e della beneficenza. Lei si rifiutò di dargli il suo numero di telefono citando la sua reputazione e il suo disinteresse a diventare una ” delle ragazze di Wayne”.
I due si riuniscono in seguito per una vacanza sulla neve. Wayne ha detto alcune bugie sul suo amore per gli “sport pericolosi”.
Nel frattempo il suo rapporto è monitorato da Talia al Ghul nel suo continuo interesse per formare una vita con Bruce Wayne e il loro figlio Damian. Il rapporto è stato anche fortemente monitorato da vari giornalisti dei tabloid che hanno riferito ogni loro mossa, speculandoci anche sopra.
Durante un evento di beneficenza il Bat-segnale è stato illuminato, portando Wayne a fingere di andare fuori rotta per andare alla sede centrale della polizia di Gotham City e occuparsi del problema. Una settimana dopo Jezebel ha incontrato Bruce al ristorante Alhambra Rooms, e durante la loro conversazione lo affrontò sulle sue sparizioni costanti e del suo comportamento misterioso. Proprio quando il rapporto sembra essere arrivato al termine Jezebel viene presa in ostaggio. Batman la salva. Jezebel dopo aver urlato una serie di accuse a Bruce Wayne, e cioè che “è un superficiale, egoista, sconsiderato, un uomo che non è mai cresciuto” capisce la sua identità. La rivelazione del suo alter-ego rafforza il loro rapporto, e quando una tregua del “supercrimine” colpisce Gotham City inizia a trascorrere più tempo con lei, anche arrivando a piedi direttamente attraverso la Batcaverna. Verso la fine della Batman R.I.P., si scopre che Jezebel Jet è stata un agente del Guanto Nero per tutto il tempo. Durante l’epilogo, lei è stata vista l’ultima volta attaccata dai pipistrelli, così il suo destino rimane sconosciuto.