Lynda Carter in trattative per un cameo in Wonder Woman 2

L’attrice Lynda Carter ha ricevuto il riconoscimento riservato alle più grandi star sulla prestigiosa Walk of Fame di Hollywood il 3 Aprile 2018 per la sua originaria interpretazione di Wonder Woman.

Ora, l’attrice 66enne, nota in tutto il mondo per aver dato il volto alla supereroina per eccellenza nella serie tv anni 70, ha la probabile la possibilità di realizzare un cameo nel nuovo capitolo dedicato all’amazzone dell’isola Paradiso.

Quasi certamente non indosserà l’iconico costume rosso, bianco, blu e oro, ma Lynda Carter è in trattativa per apparire nella “Wonder Woman” 2 insieme a Gal Gadot.

La Carter, che ha interpretato la super eroina dei fumetti DC nella serie TV degli anni ’70, è apparsa nel “Today Show” e ha rivelato che lei e la regista Patty Jenkins stanno discutendo un cameo per lei nel sequel, secondo il Daily Mail.

“Mi ha dato qualche suggerimento e immagino che spetti alla Warner Bros. se vogliono spendere i soldi”, ha detto la Carter.

Il sequel, che è previsto per il rilascio nel novembre 2019, vedrà Gadot tornare come Wonder Woman/Diana Prince, e porterà in serie il nuovo arrivato Kristen Wiig come il suo acerrimo nemico Cheetah feroce guerriera dalla grande forza fisica interpretata, per l’occasione, da Kristen Wiig. Il primo capitolo del 2017 ha guadagnato $ 821 milioni in tutto il mondo, e $ 412 milioni negli USA, secondo il Box Office Mojo.

Intanto la regista del nuovo film Patty Jenkins, è stata ospite al Cinema Con di Las Vegas e ha confermato ai presenti che Wonder Woman 2 si ambienterà negli anni ’80!

La Carter ha recitato in 60 episodi della serie TV, che ha funzionato prima su ABC e poi su CBS dal 1975 al 1979. La decisione sul cameo è “ormai non più nelle mie mani”, ha concluso l’attrice.

Lynda Carter ha ricevuto la sua stella sulla Walk of Fame con la “benedizione” di Gal Gadot

L’attrice 66enne ha ricevuto il riconoscimento riservato alle più grandi star hollywoodiane. Alla cerimonia ha presenziato anche Patty Jenkins, la regista dell’ultimo film Wonder Woman del 2017 con Gal Gadot e non solo la stessa Gadot le ha riservato un augurio speciale con un proprio tweet.

La Wonder Woman originale s’è aggiudicata una stella sulla prestigiosa Walk of Fame di Hollywood. Lynda Carter 66enne, nota in tutto il mondo per aver dato il volto alla supereroina per eccellenza nella serie tv Anni 70, ha ricevuto il riconoscimento riservato alle più grandi star.

Originaria di Phoenix, in Arizona, la sua è la stella numero 2632 sulla celebre via di Los Angeles. Alla cerimonia ha presenziato anche Patty Jenkins, la regista dell’ultimo film su Wonder Woman del 2017 con Gal Gadot.

In una lunga intervista rilasciata al Daily Beast qualche settimana fa, l’attrice ha trovato i coraggio di raccontare le aggressioni subite circa 40 anni fa. Nessun nome ma in molti leggono chiari riferimenti al comico Bill Cosby:  «In questo momento [il violentatore] sta affrontando una sorta di punizione divina». La Carter racconta di essere stata abusata più volte, anche sul set e commenta i positivi effetti del movimento #metoo, ricorda di aver più volte pensato di denunciare l’autore delle violenze, ma di non aver mai trovato il coraggio per farlo. Ma ora grazie al crescere del movimento ha deciso di uscire allo scoperto raccontando questa sua ferita.

Lynda Carter riceve la sua stella sulla Hollywood Walk of Fame

Lynda Carter dotata di una straordinaria bellezza, nel 1972 partecipa a Miss Stati Uniti nel mondo arrivando in semifinale. Diventò popolare a metà Anni 70 interpretando la supereroina per eccellenza. Viene eletta nel 1978 The Most Beautiful Woman in the World dalla International Academy of Beauty. Dopo il successo nelle tre serie di Wonder Woman andate in onda dal 1975 al 1979, la Carter partecipò a Smallville, Law & Order, Hazzard, Sky High – Scuola di superpoteri. Oggi è sposata con l’avvocato Robert Altman e si dedica al canto. Nel 2011 è uscito il suo terzo album Crazy Little Things. Ma ancora oggi non rinuncia a recitare parti molto interessanti come nelle serie televisiva Supergirl nel ruolo ricorrente di Presidente degli Stati Uniti d’America.

Hollywood celebra il creatore di Batman: stella sulla Walk of Fame

Hollywood Boulevard 21 Ottobre 2015 – Hollywood celebra il creatore di Batman con una stella postuma sulla Walk of Fame. A tre giorni dal centenario della sua nascita, Bob Kane fa il suo ingresso ufficiale tra le più grandi celebrità di Hollywood ricevendo la stella sulla famosa passeggiata. A introdurre la cerimonia Zack Snyder, regista del prossimo Batman vs Superman e Ben Affleck, che sarà il protagonista . Il motivo dell’onoreficenza conferita a Kane, come spiegato sul sito ufficiale dell’ente, va oltre i meriti esclusivamente legati alla storia dei comics. Del resto Batman, nei suoi settantacinque anni di vita, è divenuto molto di più di una figura conosciuta soltanto dagli appassionati di fumetti essendo ormai una vera e propria icona nell’immaginario di più generazioni.  Alla cerimonia è intervenuto anche Jim Lee, vi proponiamo qualche scatto che lo ritrae durante la celebrazione di Bob Kane e vi facciamo vedere la stella che ora appare sulla famosa passeggiata hollywoodiana della celebrità. Vi proponiamo anche un servizio che comprende anche un’intervista a Zack Snyder, il quale  al minuto 20.45, ha spiegato come è stato creare il suo Batman per il nuovo film DC e come è stato vedere per la prima volta nel ruolo Ben Affleck.

“Recentemente, ho fatto questo film Batman v Superman, e nel processo, ho dovuto progettare il personaggio di Batman. Ho dovuto fare un costume. Non so se sapete nulla del processo, ma dopo mesi di progettazione meticolosa e di modifiche, arrivi a una estetica che rappresenterà il Batman che ti eri immaginato. Insieme al mio costumista Michael Wilkinson, abbiamo fatto proprio questo e siamo arrivati a un punto in cui eravamo pronti a testare il costume su Ben [Affleck]. Quindi, abbiamo costruito il set di un vicolo, con dei graffiti, dei barili infuocati, cose che fumavano, e per la prima volta abbiamo usato questa impostazione molto noir per filmare il nostro Batman. Ben ha messo il costume e lo abbiamo messo di fronte alla telecamera e lo stavo facendo girare per darmi uno sguardo alla Batman, ed è stato fantastico perché in quel momento ho sentito di aver raggiunto l’obiettivo che mi ero prefissato. Quando ho guardato Ben, era la personificazione perfetta del Batman che avevo in mente”.

Ma Snyder ha ammesso:

“La verità è che, non era proprio il Batman che avevo immaginato. Bob l’aveva messo lì nella mia mente, attraverso anni di serie tv, fumetti, film. Mi sono reso conto che tutti noi – ognuno di noi – ha un Batman, un Batman immaginario, nelle nostre menti, in agguato nell’ombra. Quella è l’eredità di Bob”.
Secondo Snyder, il successo di Batman deriva dal fatto che non ha dei poteri che lo rendono ‘super’ come gli altri supereroi del suo calibro.
“Batman a differenza di Superman o Wonder Woman o Flash, è una persona senza poteri. E’ un uomo. Rappresenta tutti noi. Credo che sia questo. Tutti noi abbiamo dentro di noi un eroe che portiamo in giro ogni giorno. E’ quel tipo. E’ Batman. Ringrazio Bob per questo. Noi tutti abbiamo un debito di gratitudine verso di lui. Ci rendiamo conto che quell’eroe che ci portiamo in giro, siamo noi, perché è un uomo. In realtà, tutti siamo Batman”.

Parlando con Comic Book Resources dopo il suo discorso Snyder ha spiegato di voler fare un costume più classico, e non la versione in armatura che ha preso più piede negli ultimi decenni.

“Volevo un Batman più vecchio. Volevo un Batman stanco della guerra. Ecco perché, in molti modi, Ben era davvero perfetto per me – l’abbiamo un po’ invecchiato. Ha funzionato molto bene. Sono davvero entusiasta del Batman che abbiamo creato”.

Il filmaker ammette che Batman v Superman è stato influenzato dal fumetto di Frank Miller Dark Knight Returns, ma non è un suo adattamento.

“Stavo parlando con Frank a questo proposito: Dark Knight Returns ha avuto una grande influenza su di me così, ho voluto onorarlo attraverso delle immagini del film. Si potrebbe ancora fare un film di “Dark Knight Returns” se si vuole. Questo è quello che dico, per quanto abbiamo utilizzato e quanto non abbiamo utilizzato [gli elementi del fumetto di Miller]. Gli elementi visivi, ce ne sono alcuni che ho omaggiato, ma non credo che il film [sia un adattamento].”
All’evento è stato inoltre confermato ufficialmente che Batman è il supereroe che è stato adattato più volte al cinema.

Temendo le azioni di un Supereroe/Dio privo di controllo, il più forte, formidabile vigilante di Gotham City si scaglia contro il venerato moderno salvatore di Metropolis, mentre il mondo lotta per capire di quale supereroe ha bisogno. Con Batman e Superman in guerra tra loro, una nuova minaccia riesce a emergere facilmente, mettendo gli uomini in un pericolo mai affrontato prima.

 

Jim Lee, Zack Snyder e Batman

Jim Lee, Zack Snyder e Batman

Bob Kane ' STELLA SULLA HOLLYWOOD WALK OF FAME

Bob Kane ‘ STELLA SULLA HOLLYWOOD WALK OF FAME

Hollywood walk of fame cerimonia per Bob Kane

Hollywood walk of fame cerimonia per Bob Kane

Jim Lee - Batman V Superman Dawn of Justice batmobile

Jim Lee – Batman V Superman Dawn of Justice batmobile

Batman v Superman - La batmobile

Batman v Superman – La batmobile