BATMAN: CAVALIERE BIANCO, di Sean Murphy ( Recensione )

LO PUOI LEGGERE SU: Batman: Cavaliere Bianco – ediz. Deluxe ( volume unico, Panini )

AUTORI: Sean Murphy (storia e disegni)

SINOSSI:  Dopo un duro scontro con Batman, Joker ingerisce dei medicinali che lo fanno miracolosamente rinsavire. Inizia così la sua trasformazione in Jack Napier, un distinto “uomo comune”, che grazie alla sua intelligenza e lucidità, riuscirà ad inchiodare l’Uomo Pipistrello e il sistema corrotto di Gotham City, schierandosi dalla parte dei più deboli e disagiati. Sarà veramente la fine della sua carriera criminale ? E come reagirà Batman, ora che tutti sembrano essere contro di lui ???

PRO:  Una visione alternativa molto personale ed intrigante del Cavaliere Oscuro e il suo mondo, ma soprattutto della sua nemesi per eccellenza, realizzata con lo stile unico di Sean Murphy.  

CONTRO:  La parte inziale, molto focalizzata sulla “redenzione” di Joker e la sua ritrovata umanità, vacilla un po’ a livello di ritmo, anche se poi si riprende più avanti.

GIUDIZIO COMPLESSIVO:  

Batman: Cavaliere Bianco è un vero e proprio gioiello dell’arte sequenziale, che di sicuro farà felici tutti i fan del Cavaliere Oscuro. Non solo perché offre una prospettiva nuova ed originale sul rapporto tra Joker e la sua nemesi, ma anche perché è un sentito omaggio dell’autore al mito di Batman.

All’interno del racconto troviamo infatti buona parte dei villain più famosi del Pipistrello, oltre a tutte le batmobili viste al cinema e in tv, per cui l’artista sembra avere un debole, anche se si può notare una certa predilezione per quella di Tim Burton, rimasta ormai nel cuore di tantissimi fan.

Vedere il tratto cupo e spigoloso di Sean Murphy rapportarsi col mondo del Crociato Incappucciato è una vera goduria per gli occhi, anche perché ha voluto regalarcene una sua personale visione, sia narrativa che estetica, avendo curato lui stesso entrambi gli aspetti.

Con una trama solida e introspettiva, Murphy dimostra di non voler giocare facile calcando la mano su splash page a effetto e azione fracassona, ma piuttosto si focalizza su questo nuovo Joker “rinsavito” e sulla sua ritrovata umanità, finora sempre tenuta ben nascosta sotto quel terrificante ghigno… In tutto questo ricoprirà un ruolo fondamentale anche Harley Quinn, ormai lontana dall’essere una spalla svampita e sottomessa, per lasciare spazio a una donna forte e decisa, che diventerà un vero punto fermo, emotivo ed amoroso, per un Joker/Jack più che mai bisognoso di certezze.

A proposito dei due protagonisti, invece, è interessante notare come l’autore operi un vero e proprio ribaltamento dei ruoli, facendo empatizzare il lettore con l’ex Pagliaccio del Crimine, di cui mette a nudo ogni fragilità e la sua voglia di riscatto, dopo una vita passata imprigionato nella gabbia della follia e l’ossessione nei confronti del suo eterno rivale. D’altro canto, Batman appare invece come un vigilante scorbutico e violento, quasi più disumano di Joker, con Nightwing e Batgirl a fargli da contraltare, anche se poi le cose si evolveranno nel corso degli eventi…

Come avrete capito, dunque, Batman: Cavaliere Bianco è una lettura diversa dal solito, che offre spunti molto interessanti e profondi, dimostrando così l’incredibile talento artistico di Sean Murphy, anche in veste di autore completo. Le sue tavole, cinetiche e spettacolari, valgono già da sole il prezzo del biglietto, ma se a queste uniamo una trama incalzante e coinvolgente, abbiamo il mix perfetto per quello che possiamo già definire un “nuovo classico” di Batman, e quindi un assoluto must-have per ogni appassionato del Cavaliere Oscuro che si rispetti.

Il successo di questa miniserie, tra l’altro, è stato tale che ne è già uscito un seguito ( La Maledizione del Cavaliere Bianco ), e uno spin-off dedicato ad Harley Quinn, già disponibili anche in Italia. Un nuovo universo in continua espansione, insomma, ancora tutto da esplorare, che ci riserverà sicuramente tante altre sorprese ed emozioni.

VOTO: 8 ½

Marco “Spider-Ci” Novelli

6 thoughts on “BATMAN: CAVALIERE BIANCO, di Sean Murphy ( Recensione )

  1. Molto interessante!
    Ma allora, se il Joker “guarito” si chiama Jack Napier si potrebbe pensare che questo sia il suo vero nome? Oppure è solo una strizzatina d’occhio dell’autore al “Batman” di Tim Burton?

    • E’ il suo vero nome in questa realtà alternativa creata da Sean Murphy, che ovviamente omaggia in più occasioni il Batman di Tim Burton ! 😉 Di fatto, però, sulle vere origini di Joker c’è sempre stato un alone di mistero…!

I tuoi commenti sono sempre i benvenuti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...