Batman v Superman: i concept art iniziali di Batman

Al Comic-Con del 2013 venne annunciato il sequel del film di Man of steel: Batman v Superman: Dawn of Justice. Nel cast pellicola sono stati introdotti anche Wonder Woman, Lex Luthor e Alfred Pennyworth.
Il nostro blog, prima che il film arrivò al cinema, volle rendere omaggio con un libro illustrato un racconto visivo, un esercizio di stile del tutto italiano proponendo alcuni artwork di illustratori, disegnatori e fumettisti. Gli omaggi alla nuova pellicola sono stati raccolti in un concept art book e alcune illustrazioni proposte hanno anche anticipato qualcosa del lavoro di Snyder, come ad esempio quella di Mauro Manthomex Antonini, che molta fortuna ha portato all’artista, che successivamente è stato selezionato per lavorare alla pubblicistica e ai gadgets del film Tartarughe Ninja Fuori dall’ombra e Warcraft – L’inizio. Questa la sua opera di stampo cartoonesco sul Batman v Superman Concept Artbook:

Il 24 febbraio 2019, tramite instagram sono stati rilasciati dei concept art iniziali dei costumi del Cavaliere Oscuro e di Bruce Wayne in Batman V Superman: Dawn of Justice

Batman v Superman: Dawn of Justice ha mostrato il Bruce Wayne di Ben Affleck in un costume palesemente condizionato dal fumetto de Il cavaliere oscuro – Il ritorno. Molti fan dei fumetti, infatti,  assicurano ancora che si tratta della migliore Batsuit riuscita sul grande schermo, ma alcuni nuovi concept art iniziali, mostrano una versione differente.

E’ possibile osservare nelle foto tratte da instagram che vi proponiamo di seguito, Batman con un costume hi-tech, molto particolareggiato, che avrebbe concesso un look molto diverso a Ben Affleck  rispetto a quello proposto sul grande schermo, anche se alcuni elementi del genere sono stati poi assimilati nel personaggio in Justice League.

Ecco le foto dei concept art:

 

Zack Snyder ha creato un evento di 3 giorni nei cui verranno proiettati all’Art Center di California le director’s cut di Watchmen e Batman v Superman : Dawn of Justice, alla fine di ogni proiezione ci sarà un Q&A con Snyder, attori e crew.

Annunci

Justice League: il figlio del regista apre alla Snyder’s Cut

Dall’uscita cinematografica di Justice League ad oggi sono successe molte cose e dopo due anni, chi ha lavorato al film continua a dire che la Snyder’s Cut era molto superiore al film che abbiamo visto in sala (ritenuto però per la Warner Bros, troppo serio).

Film che dopo l’allontanamento per il lutto della figlia di Zack Snyder, ha visto la Warner metterci le mani sopra. Cambiandone totalmente il tono, la colonna sonora e all’ultimo momento rigirandone tre quarti sotto la regia di Whedon.

Purtroppo per noi appassionati di questo genere, il film era stato modificato così tanto che anche gli attori stessi come Ciarán Hinds / Steppenwolf, Ray Fisher/ Cyborg,  Jason Momoa/Aquaman, e come Ben Affleck (che risulta anche produttore) si erano lamentato definendo il film diverso da quello a cui hanno lavorato, insomma un pasticcio.

Dai media veniva messo in dubbio che esistesse una versione di Snyder, ma chi appunto ha lavorato al film, ha smentito la cosa.

Anche Jay Oliva, storyboard artist, film producer e animated film director,  che ha lavorato per la DreamWorks Animation e la Warner Bros, (partecipando a tutti i lungometraggi animati e non di casa DC), ha ammesso pubblicamente che quella famosa versione ESISTE e non solo!

Dice che è molto più completa di quanto ci immaginiamo, mancherebbe solo qualche piccolo effetto da finire e via.

Oliva, dice che Snyder ha girato tutte le scene che aveva in programma e sono state tutte montate subito, quindi la cosa è reale…e frequentemente continua a dire ai fans che devono continuare ad insistere se vogliono che le cose si smuovano.

Parlando con MTV News durante la promozione di Aquaman, Momoa ha dichiarato:

“Ne sono ossessionato anche io [dallo Snyder Cut]. È una parte orrenda del nostro business, in cui non riesci ad esprimere la tua opinione, ma si, cacchio voglio vederlo”.

A Novembre del 2018, Zack Snyder ringrazia i fans per aver creato uno striscione, risultato di una campagna per raccolta fondi organizzata per lo “Snyder Cut” a favore della prevenzione dei suicidi.

Le sue testuali parole sono:

“questo sì che è affetto“.

Ben Affleck che era in trattative per continuare come Batman nel DC Extended Universe (DCEU), ma vedendo il risultato di JL, il fatto che la Warner ha accantonato JL2, vedendo che Matt Reeves ha scartato dopo 5 mesi la sua sceneggiatura di The Batman (quando era stato assunto per girare proprio quella) e vedendo che quella nuova di Reeves prevede un Batman di 18-20 anni, con grande dispiacere ha deciso di allontanarsi definitivamente dal ruolo del personaggio.

Questo è un gran peccato perché Affleck è stato il miglior Bruce Wayne/Batman cinematografico, circondato da una serie di elementi azzeccati come la versione di Frank Miller a cui si è ispirato, un costume perfetto, credibile e molto fumettistico (totalmente diverso da quelli visti al cinema sino ad oggi).

Una bellissima Batmobile e finalmente era anche un attore che somigliava oltretutto in modo impressionante anche alla controparte cartacea.

Snyder stesso gli ha dedicato un post su internet a Dicembre, definendolo il Batman perfetto:

“Stavo trasferendo delle foto dal mio vecchio computer quando ho rivisto questa foto – non ricordo se effettivamente io l’abbia mai condivisa con voi, ma in ogni caso va bene – scattata con una Leica monocromatica 50mm…Ben  è il mio Batman perfetto”.

e poi a seguire anche un post dopo il suo abbandono dal ruolo:

C’è stato un tempo incontaminato, un tempo precedente, esisteva la perfezione…l’assoluto adamantino.

Come precipitano le cose, le cose sulla terra …e ciò che cade, è caduto.

Nel sogno mi portavano verso la luce, una splendida bugia.

“Miglior Batman di sempre, grazie amico mio per avermi benedetto con quel glorioso e fottuto mento e quel meraviglioso cuore”

In questi ultimi mesi, rumor non confermati dicono che il nuovo capo del CEO Warner, Walter Hamada, abbia visto la Snyder’s Cut e che gli sia piaciuta.

Stranamente questo combacia con altri piccoli tasselli che continuano a darci la speranza di vedere prima o poi questa sua versione del film.

Tant’è che Snyder ha postato sul suo account di VERO molte più foto inedite rispetto allo scorso anno ed ha risposto a molte più domande dei fans sulla sua Versione di JL.

Nel frattempo l’HBO Asia (Home Box Office, Inc., una divisione del gruppo Warner Media), su Twitter continua ad appoggiare i fans che premono per il rilascio di  questo Director’s Cut. Insomma, sembra che tutti vogliono vedere questa versione.

Ora, a Febbraio del 2019 è saltato fuori un nuovo aggiornamento della situazione, uno screen interessante…

Un fan ha scritto a Eli Snyder, figlio di Zack per chiedergli se effettivamente c’è un possibilità di vedere questa versione e la risposta che ha ottenuto è stata questa:

“Ciao Joshua. Totale ottimismo. Le buone cose stanno arrivando.

Post che è stato condiviso su Twitter dove Zack Snyder ha messo il “like”, confermando quindi che la cosa si sta davvero concretizzando.

Nuovi rumor a seguito di questo, dicono che verrà annunciata al Comicon di San Diego quest’estate per un rilascio al Cinema, addirittura questo Novembre!!! O_O

 

Quindi, rimanete sintonizzati, perchè se le cose vanno su questa linea…ne vedremo delle belle! 2 ore e 50 di emozioni!

Piero Castiglia

 

Watchmen: HBO alcuni teaser

L’emittente HBO ha rilasciato sul proprio canale Instagram e youtube tre frammenti di trailer della serie TV “Watchmen” in uscita quest’anno negli Stati Uniti.La serie televisiva dedicata a Watchmen e creata da Damon Lindelof è ancora avvolta nel mistero ed HBO non fa altro che alimentarne l’attesa con immagini e frammenti video. Al momento sappiamo che sarà ambientata nel presente e si svolgerà dopo i fatti raccontati nel fumetto del 1986-1987 di Alan Moore e Dave Gibbons. Nel 2012, nonostante la contrarietà di Moore e Gibbons, la DC Comics lanciò la miniserie prequel Before Watchmen, in cui diversi artisti e team creativi scrissero le avventure dei personaggi di Watchmen prima degli avvenimenti del romanzo grafico. Successivamente, nel 2017 la DC Comics, nell’ambito del progetto editoriale Rinascita, ha iniziato le pubblicazioni del sequel, Doomsday Clock, scritto da Geoff Johns, disegni di Gary Frank e colori di Brad Anderson.

Tornando al telefilm, la fotografia principale per l’episodio pilota è iniziata il 1 ° giugno 2018 ad Atlanta, in Georgia ed è molto probabile che queste immagini tratte dal profilo istagram della HBO, siano girate in quella località.

In questo brevissimo video abbiamo raccolto quanto la HBO ci ha messo a disposizione finora.

Batman: Arkham city per Mac OS si aggiorna alla versione 64 bit

Batman: Arkham City per Mac OS è stato aggiornato alla versione 64 bit, utilizzando le ultime librerie di Feral Interactive e le nuove API grafiche Metal di Apple che permetteranno un incremento delle prestazioni su tutti i Mac supportati.

Feral Interactive annuncia l’aggiornamento alla versione 64 Bit di Batman: Arkham City per Mac OS
Il gioco segue le avventure del Crociato Incappucciato che, grazie anche all’aiuto dei suoi alleati, piomberà nella prigione in stile gotico dell’Arkham City Asylum per affrontare temibili villain del calibro di Joker, Due Facce, Il Pinguino e Mr. Freeze.

Gli eventi si dipaneranno tra combattimenti, misteri da svelare e rompicapo da risolvere il più in fretta possibile.

Dettagli sull’aggiornamento 1.2 di Batman: Arkham City – Game of the year Edition

Aggiornamento del gioco dalla versione 32 bit alla 64 bit;
Utilizzo delle API grafiche Metal al posto delle librerie OpenGL;
Aggiunta della funzionalità per collegare il gioco a un account Calico;
Rimozione della funzionalità di connessione a un account Game Center;
Correzione di altri problemi minori.
Gli utenti che che hanno già installato Mac OS 10.14 Mojave possono aggiornare gratuitamente la loro copia di Batman: Arkham City direttamente sul Mac App Store o sulla Mac App Store Steam.

Fonte: [Feral Interactive]

Eaglemoss: i busti da collezione DC Comics

 Eaglemoss lancia i busti da collezione di Batman & C. e sono già disponibili sul sito della casa editrice.

La DC Batman Universe Collector’s Busts è una straordinaria collezione di statuette simili alla realtà del cavaliere oscuro, dei suoi alleati e dei suoi nemici. Una nuova collezione da oltre 75 anni di fumetti, TV, videogiochi e storia del cinema. La più grande collezione di busti di Batman, che celebra gli oltre 75 anni di DC Comics!

Ogni busto è un pezzo da collezione che presenta le seguenti caratteristiche: ha un’altezza di 128 mm, dipinto a mano e scolpiti con grande cura da mani esperte e soprattutto è approvato dalla DC Comics. La prima uscita è disponibile ad euro 3,99!

La Collector’s Busts sarà composta momentaneamente da 35 uscite. Ad ogni busto è allegata una rivista illustrata con la storia del personaggio.

La prima uscita con il busto di Batman è disponibile per l’acquisto online al prezzo speciale di € 3,99 spese di spedizione comprese.

Le successive uscite costeranno € 15,99 con spese di spedizione gratuite.

RACCOGLITORE DA COLLEZIONE:

Tieni la tua collezione in condizioni perfette, grazie a questo raccoglitore speciale dell’Universo di BatmanTM. GRATIS con la 2ª spedizione.

 

 

 

STAMPE ARTISTICHE E CUSTODIE IN LATTA DA COLLEZIONE:

5 stampe artistiche di alta qualità di tutto l’universo BatmanTM, con custodia protettiva in latta INCLUSA. GRATIS con la 3ª spedizione.

 

T-SHIRT ESCLUSIVA DI BATMAN: Con la 4ª spedizione, riceverai una t-shirt gratuita DC Comics-Batman, disegnata esclusivamente per gli abbonati

OROLOGIO DI SUPERMAN VS. BATMAN:

Quest’orologio da collezione di DC Comics è caratterizzato da un movimento al quarzo, una cassa incisa in lega, un cinturino in silicone e una custodia in latta da collezione. GRATIS con la 5ª spedizione.

 

 

BUSTO DI SUPERMAN:

Questo busto di Superman, appartenente al mondo di Batman, è esclusivo per gli abbonati e fa parte della sua cerchia degli alleati della serie di DC Comics: i nuovi 52. Il busto di SupermanTM è in scala proporzionata al resto della collezione. GRATIS con la 8ª spedizione.

Chi sarà il nuovo volto di Batman? La situzione ad oggi

Dopo la conferma da parte di Ben Affleck riguardo il suo abbandono per il ruolo di Batman, molti sono i rumors sull’attore che interpreterà in Cavaliere Oscuro.

Abbiamo visto debuttare Ben Affleck nel ruolo di Bruce Wayne in Batman vs Superman: Dawn of Justice, uscito nel 2016, in “Justice League” con gli altri grandi eroi della DC; e anche dopo il cameo in “Suicide Squad” si pensava di aver trovato il volto definitivo del Cavaliere Oscuro.
Ma così non sembra essere.

Durante un’apparizione al Jimmy Kimmel Live! per presentare il suo prossimo film per Netflix, Triple Frontier, l’attore ha parlato della sua decisione di lasciare il ruolo di Batman.

Ciò mette quindi definitivamente la parola fine alla sua collaborazione con il Worlds of DC, incluso il prossimo film dedicato al personaggio – “The Batman” – diretto dal regista Matt Reeves. Citando l’attore: “Sì, ho deciso, Ho provato a dirigerne una versione, ho lavorato con un ottimo sceneggiatore, ma non sono riuscito a trovare una mia quadra ideale. Non sono riuscito a decifrarlo. Così ho pensato che fosse arrivato il momento di permettere a qualcun altro di provarci, visto che hanno delle persone davvero in gamba”.

Nonostante abbia appeso il mantello al chiodo, Ben Affleck ha dichiarato di apprezzare il lavoro che è stato svolto attorno al progetto, dando una sorta di “Benedizione” via Twitter al prossimo che interpreterà Batman.

Come sarà il nuovo Batman?

Il nuovo film di Batman è scritto dallo stesso Reeves, che ha manifestato l’intenzione di dare corpo a una delle caratteristiche di Batman meno sfruttate fino a oggi, ovvero il lato investigativo: è una caratteristica che ha reso noto il personaggio dell’Uomo Pipistrello negli anni ’50, nelle pagine della rivista Detective Comics. Inoltre, Reeves ha detto di ispirarsi al famoso personaggio di Dr. Jekyll e Mr. Hyde e, per ultimo, pare che il regista voglia che il prossimo Uomo Pipistrello sia decisamente più giovane di Ben Affleck

Le speculazioni su chi raccoglierà questa eredità sono tante, e ancora è difficile fare chiarezza.

Tra i Candidati, Chris Pratt, che abbiamo visto come Starlord ne “I Guardiani della Galassia“, che è apparso anche in “Avengers: Infinity War” nello stesso ruolo e si suppone apparirà anche in Endgame. Decisamente un volto scanzonato e leggero per un personaggio cupo come il Cavaliere Oscuro, ma la sua bravura nel target del cinecomics è a tutti evidente.

Altro candidato è Robert Pattinson, battezzato alla fama dal ruolo di Cedric nella saga di “Harry Potter” e divenuto poi idolo delle ragazzine grazie a “Twilight”. Il modo è decisamente più dark, ma molti hanno mosso critiche sul taglio troppo teen che potrebbe avere il personaggio con un simile attore a interpretarlo.

Armie Hammer è un altra possibilità, stando ai rumors. Attore di “Chiamami col tuo Nome”, la sua candidatura sembra però essere stata subito smentita. Citando Boris kit su “Hollywood Reporter“: “Non sono nel business dello smentire bufale, ma considerando che tutti sembrano aver perso la testa al riguardo… non c’è nulla di vero. Non ci sono stati nemmeno degli incontri con attori per The Batman”. (Ma ciò non significa che Reeves e Warner Bros. non abbiano idee su chi vorrebbero nel cast).

Armie Hammer in trattative per Batman

La smentita è però arrivata. Da Umberto Gonzales, sempre su Twitter, di cui vi diamo un estratto:

I vari tweet riportavano invece questo messaggio: “Arnie Hammer. Batman. Non è vero. Ho verificato con lo studio. Inoltre, Arnie Hammer ha 32 anni e vi ho già detto che il ruolo di Bruce sarà molto più giovane. Non si è fatto ancora alcun nome al momento”.

Ci sono altri favoriti, ma ancora nulla di certo.

Un altro in lizza è Jake Gyllenhaal. La voce, messa in giro dal conduttore John Campea è avvalorata dal fatto che in questo nuovo film Bruce sarà più giovane e i due attori hanno circa 10 anni di differenza. Non sappiamo però quanto dare credito alla notizia, siccome Jake sarà probabilmente impegnato in un progetto Marvel: Spiderman Far From Home, in cui interpreterà il ruolo di Mysterio.

Infine si parla di Kit Harington, che ha fatto breccia nei cuori nerd grazie al suo ruolo ne “Il trono di Spade“, dove interpreta Jon Snow. Sarebbe un’ottima occasione per l’attore, così da poter dimostrare cosa Sto arrivando! fare al di fuori della serie.

Ci sono ancora altri rumors, nomi e smentite. Noi vi abbiamo riportato le più salienti e rimaniamo con orecchie tese per darvi le ultime novità. Stay Tuned!

‘Nerd Show’ tra fumetti,web e videogames – I saluti di alcuni autori

Duecento ospiti e 150 appuntamenti il 9 e 10 Febbraio 2019 a BolognaFiere

‘Nerd Show’, tra i più seguiti appuntamenti italiani dedicati alla cultura nerd, è tornato per la seconda edizione il 9 e 10 febbraio 2019 a Bologna. L’organizzazione sembra aver bissato il successo di pubblico dello scorso anno, BolognaFiere ha allestito un evento ricco e originale, frutto della passione dei direttori artistici Lucio Campani e Christian Borghi, impegnati per dare voce e spazio alla cultura nerd che ha “contaminato” moltissimi aspetti della vita quotidiana nell’ambito della tecnologia, del cinema, della moda e della scienza. In uno spazio complessivo di 24mila mq sono stati allestiti 115 stand in tre padiglioni, 200 ospiti, un palinsesto con 150 appuntamenti e oltre 60 ore di spettacoli tra tornei di videogames, gare tra cosplay, show musicali, workshop, proiezioni di serie tv.
Tra le novità, è stato allestito un ring per celebrare il ritorno del grande wrestling – tipo di lotta che mescola spettacolo, intrattenimento e sport – con protagonisti i personaggi dei cartoon, dei fumetti e dei videogames. Gli appassionati hanno potuto vedere all’opera i disegnatori di Tex, Dylan Dog, Batman e tanti altri passeggiando lungo il ‘vicolo degli artisti’ (artist alley), con ben cento autori tra cui Geof Darrow, Lee Bermejo, Marco Checchetto e Leo Ortolani. Tanti sono stati gli amici del nostro blog presenti.

Questi sono sono alcuni degli artisti, amici di questo blog che avete trovato in fiera, tra gli altri ricordiamo: Francesco Barbieri, Francesco Biagini, Vincenzo Carratù, Luca Maresca, Moreno Chiacchiera, Paola Del Prete, Marco Foderà, Alessandro Giampaoletti, Cristiana Leone, Federica Manfredi, Pasquale Qualano il quale ha annunciato che prima di partire per il Nerd Show avrebbe dovuto spedire una sua opera per una grande star mondiale del rock .

Batman disegnato da Moreno Chiacchiera

 

In fiera è stato possibile percorrere a ritroso la storia dei videogames con l’Atari, il Commodore 64, il Sega Mega Drive, ritrovando i ‘mitici’ Pac-Man, Super Mario Bros, Sonic. Tra i pilastri della manifestazione è stata allestita un’area retrogaming allestita con 100 console e home computer e 70 videogiochi arcade giocabili senza gettoni. Ampia e rinnovata anche l’area Indie, dove è stato possibile provare in anteprima i giochi degli sviluppatori indipendenti.

Sono stati presenti anche i Mates, il gruppo di youtuber più seguito in Italia con oltre 10 milioni di follower, LaSabri (un milione 600mila iscritti). E’ stato possibile vivere un’esperienza creativa sotto la guida di Giovanni Muciaccia, presentatore di Art Attack, Giorgio Vanni con una suggestiva versione in acustico delle più amate sigle cartoon, oltre ad uno show condotto da Manuela Blanchard e Roberto Ceriotti, volti noti della trasmissione tv per ragazzi ‘Bim Bum Bam’.