I film DC Comics più attesi del 2019

Sarà un 2019 ricco di novità e di attesi ritorni per tutti gli appassionati dei fumetti sul grande schermo! Ecco i film annunciati all’interno dell’Universo Cinemagrafico DC Comics.

L’imponente industria della celluloide Hollywoodiana non si ferma nonostante la crisi e lo dimostra il numero crescente di pellicole ad alto budget che ogni anno vengono distribuite nel mercato mondiale. Il tempo è denaro, quindi non è mai troppo presto per pianificare strategie e produrre i prossimi film per le grandi platee. La Warner Bros sembra pian piano avere le idee chiare e non farà mancare proprio nulla agli appassionati dell’etichetta di Burbank. Ecco dunque una piccola anticipazione di ciò che la Warner Bros ci proporrà il prossimo anno.

AQUAMAN – 1 GENNAIO 2019

L’Aquaman interpretato da Jason Momoa sarà protagonista di un film stand-alone che non sarà una origin story, ma racconterà le vicende del monarca di Atlantide alle prese con una possibile guerra fra l’umanità e gli atlantidei, dopo i fatti raccontati in Justice League. Nel cast del film, Amber Mara, Patrick Wilson, Dolph Lundgren e Nicole Kidman; la regia è affidata a James Wan (The Conjuring, Saw – L’Enigmista).

Superman v Batman: Dawn of Justice – Il costume di Aquaman

SHAZAM! – 5 APRILE 2019

Abbiamo tutti un supereroe dentro di noi, ci vuole solo un po ‘di magia per tirarlo fuori. Nel caso di Billy Batson (Angelo), urlando una sola parola – SHAZAM! – questo ragazzino adottivo di 14 anni può trasformarsi nel Supereroe Shazam adulto (Levi), per gentile concessione di un antico mago. Ancora un bambino nel cuore – dentro un corpo divino e divino – Shazam si diverte in questa versione adulta di se stesso facendo ciò che qualsiasi adolescente farebbe con i superpoteri. Shazam si propone di testare i limiti delle sue capacità con la gioiosa imprudenza di un bambino. Ma avrà bisogno di padroneggiare rapidamente questi poteri per combattere le forze mortali del male controllate dal Dottor Thaddeus Bodog Sivana (personaggio apparso per la prima volta come opposto di Capitan Marvel in Whiz Comics n. 2, Febbraio 1940, della Fawcett Comics). Il regista del film sarà David F. Sandberg, mentre Billy Batson avrà il volto di Zachary Levi. Dwayne Johnson (Fast & Furious, Il Re Scorpione), che avrebbe dovuto interpretare la nemesi di Shazam, Black Adam, nella pellicola, è invece migrato su un progetto proprio che riguarda il personaggio, anch’esso in ogni caso legato all’universo cinematografico DC Comics.

WONDER WOMAN 2 – 1 Novembre 2019

Il sequel dell’acclamata pellicola sulla principessa amazzone di Themyscira è già in lavorazione: la regista Patty Jenkins è ancora legata al progetto, stavolta anche in veste di co-sceneggiatrice. La trama del film sarà ambientata negli anni 80 ed è estremamente probabile che la vicenda narrata abbia in qualche modo a che fare con la guerra fredda. Le riprese di Wonder Woman 2 inizieranno a Giugno in America, tra la Virginia del Nord e il Distretto della Columbia. Per ora il titolo di lavorazione del film è Magic Hour, ma abbiamo ragione di sperare che il titolo definitivo verrà rivelato prossimamente dalla Warner Bros.

Annunci

Lynda Carter in trattative per un cameo in Wonder Woman 2

L’attrice Lynda Carter ha ricevuto il riconoscimento riservato alle più grandi star sulla prestigiosa Walk of Fame di Hollywood il 3 Aprile 2018 per la sua originaria interpretazione di Wonder Woman.

Ora, l’attrice 66enne, nota in tutto il mondo per aver dato il volto alla supereroina per eccellenza nella serie tv anni 70, ha la probabile la possibilità di realizzare un cameo nel nuovo capitolo dedicato all’amazzone dell’isola Paradiso.

Quasi certamente non indosserà l’iconico costume rosso, bianco, blu e oro, ma Lynda Carter è in trattativa per apparire nella “Wonder Woman” 2 insieme a Gal Gadot.

La Carter, che ha interpretato la super eroina dei fumetti DC nella serie TV degli anni ’70, è apparsa nel “Today Show” e ha rivelato che lei e la regista Patty Jenkins stanno discutendo un cameo per lei nel sequel, secondo il Daily Mail.

“Mi ha dato qualche suggerimento e immagino che spetti alla Warner Bros. se vogliono spendere i soldi”, ha detto la Carter.

Il sequel, che è previsto per il rilascio nel novembre 2019, vedrà Gadot tornare come Wonder Woman/Diana Prince, e porterà in serie il nuovo arrivato Kristen Wiig come il suo acerrimo nemico Cheetah feroce guerriera dalla grande forza fisica interpretata, per l’occasione, da Kristen Wiig. Il primo capitolo del 2017 ha guadagnato $ 821 milioni in tutto il mondo, e $ 412 milioni negli USA, secondo il Box Office Mojo.

Intanto la regista del nuovo film Patty Jenkins, è stata ospite al Cinema Con di Las Vegas e ha confermato ai presenti che Wonder Woman 2 si ambienterà negli anni ’80!

La Carter ha recitato in 60 episodi della serie TV, che ha funzionato prima su ABC e poi su CBS dal 1975 al 1979. La decisione sul cameo è “ormai non più nelle mie mani”, ha concluso l’attrice.

NEL FILM BIRDS OF PREY VERRÀ INTRODOTTA BATGIRL

Con il successo di Wonder Woman, la Warner Bros cambia i piani del suo DC Universe. Dopo l’abbandono di…

Con il successo di Wonder Woman, la Warner Bros cambia i piani del suo DC Universe. Su Twitter Justin Kroll di Variety ha rivelato che “Birds of Prey” avrebbe preso il posto di “Suicide Squad 2” nella programmazione della Warner Bros ed introdurrà Batgirl prima del suo film standalone, similmente a quanto fatto con l’amazzone dell’isola Paradiso in “Batman v Superman”: “Per Suicide Squad 2, chiaramente le riprese si sono spostate dopo il 2018. Birds of Prey non avrà molto a che vedere con lo script originale della Hodson, ma l’idea è di fare con Batgirl quello che la Marvel ha fatto con Black Panther in Civil War, introducendola nell’universo narrativo prima di renderla protagonista.”

Dopo l’abbandono di Joss Whedon, la sceneggiatrice Christina Hodson sta lavorando su un assolo per Batgirl. Christina ha tuttavia ha già completato il copione di Birds of Prey, al quale sembra sarà data la precedenza. Il trio di supereroine formato da Batgirl, Cacciatrice e Black Canary (già apparso in tv e di cui vi abbiamo parlato qui) sarebbe un buon modo per scaldare il pubblico.

La regia di Birds of Prey dovrebbe essere affidata a Cathy Yan, già in pole position per il film dedicato a Harley Quinn. A  questo proposito, Margot Robbie apparirà anche in Birds of Prey. Come villain? Comunque al momento la Robbie è impegnata nelle riprese di Once Upon a Time in Hollywood di Quentin Tarantino, la produzione di Bird of Prey dovrebbe quindi partire a fine anno, o inizio 2019.

Batgirl ad ogni modo è già apparsa sul grande schermo nel 1997. La interpretò Alicia Silverstone in Batman & Robin. Ma, in quella versione, il personaggio era stato tramutato nella nipote di Alfred, il maggiordomo di Bruce Wayne. Stavolta, visti i legami con Batman e l’universo esteso, è molto probabile che le origini del personaggio saranno rispettate. Qui troverete un regalo da scaricare dedicato al film dell’epoca.

Steven Spielberg al comando del team Blackhawk

Dopo il film Ready Player One arrivato nelle sale italiane il 29 marzo, (che presenta apparizioni cameo di Batman, Harley Quinn, Batgirl, Superman e altro), il regista Steven Spielberg è pronto per immergersi nell’universo DC proprio con Blackhawk, un lungometraggio appena annunciato dallo stesso Spielberg, Amblin Entertainment e Warner Bros. Pictures basato sulla serie classica DC Comics. Si tratta di uno squadrone di piloti dell’era della seconda guerra mondiale di varie nazionalità, ognuno conosciuto con un nome, o con il cognome o con un soprannome. Blackhawk, che Spielberg si appresta a dirigere, sarà il suo primo lungometraggio incentrato sui personaggi del DC Universe.

 

Nell’annunciare il film, il Presidente della Warner Bros. Pictures Group Toby Emmerich ha dichiarato: “Siamo così orgogliosi di essere lo studio dietro l’ultimo successo di Steven Spielberg, e siamo entusiasti di lavorare ancora con lui in questa nuova avventura d’azione. Non vediamo l’ora di vedere quale possa essere la risposta del pubblico. ”

 

La sceneggiatura di Blackhawk è stata scritta dal frequente collaboratore di Spielberg David Koepp, che è stato lo sceneggiatore di Jurassic Park di Spielberg, Il mondo perduto: Jurassic Park, La guerra dei mondi e Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo. Spielberg produrrà il film insieme a Kristie Macosko Krieger, sotto la “bandiera” di Amblin Entertainment, mentre Sue Kroll sarà il produttore esecutivo, sotto la sua Kroll & Co. Entertainment shingle.

Nel mondo dei fumetti, Blackhawk è una serie di avventure in tempo di guerra incentrata sul titanico Blackhawk, che comandava uno squadrone di piloti asso noto anche come Blackhawks o lo squadrone Blackhawk. Lo squadrone avrebbe combattuto le potenze dell’Asse, oltre a fantastici super-cattivi e macchine da guerra, come gli indimenticabili piani degli squali, che potevano operare sia nell’acqua che nell’aria. Mentre la squadra ha debuttato nel 1941 nel cuore del Golden Age dei fumetti, sono stati adattati all’era moderna come parte di The New 52 e hanno generato una famosa eroina DC, Lady Blackhawk, che si è unita alla serie in la fine degli anni ’50.

Spielberg ha osservato: “È stato meraviglioso lavorare con il team della Warner Bros. per portare Ready Player One sullo schermo. Portano una miscela di passione e professionalità a tutto ciò che fanno e hanno una storia straordinaria in questo genere. Sono entusiasta di riunirmi a loro e lavorare su Blackhawk. ”

Formazione originale

Il team originale, che comparve per la prima volta nella rivista, Military Comics N°1 (agosto 1941) e l’ultima volta in Blackhawk N° 273 (novembre 1984), includeva:

Blackhawk, leader del gruppo, originariamente identificato come di nazionalità polacca, ma nei numeri successivi ci si riferì a lui come ad un americano. Il suo nome fu sconosciuto fino a Blackhawk N° 242 (agosto-settembre 1968) in cui si scoprì che il suo nome era Bart Hawk, un americano di estrazione polacca.

Andre Blanc Dumont, francese.

Olaf Bjornson, norvegese.

Chuck Wilson, texano.

Hans Hendrickson, tedesco.

Stanislaus, il cui cognome è sconosciuto, polacco.

Chop-Chop , chiamato Liu Huang in Blackhawk n. 203; Mark Evanier lo chiamò Wo Cheng in Blackhawk dal n. 251 al n. 273, cinese.

Zinda Blake , Lady Blackhaw, americana.

Altri membri furono : Zeg, polacco, Boris, russo, e Baker, inglese. Questi personaggi scomparvero quasi subito dai numeri originali degli anni quaranta. Il Luogotenente, Theodore Gaynor, USMC, americano, è un membro a breve termine introdotto nella serie degli anni ottanta. Un altro personaggio di rilevanza fu Miss Paura, che non si unì mai formalmente alla squadra ma comparve ripetutamente come un’alleata nel corso degli anni ’40.

Aspettiamoci molto di più in futuro, ma per ora, mi piacerebbe sapere quali sono i vostri pensieri nel vedere i Blackhawks sul grande schermo!

 

Birds of Prey – Teaser

Dai creatori di Smallville una nuova intensa saga che vi terrà col fiato sospeso anche se per soli 13 episodi.

Birds of Prey è stata creata da David Carson (anche produttore ) e Shawn Levy, ispirato all’omonimo fumetto della DC Comics.

Interpreti e personaggi

  • Ashley Scott: Helena Kyle/Cacciatrice
  • Dina Meyer: Barbara Gordon/Oracolo
  • Rachel Skarsten: Dinah Redmond
  • Ian Abercrombie: Alfred Pennyworth
  • Shemar Moore: Detective Jesse Reese
  • Mia Sara: Dottoressa Harleen Quinzel

Doppiatori e personaggi

  • Laura Lenghi: Helena Kyle/Cacciatrice
  • Francesca Guadagno: Barbara Gordon/Oracolo
  • Perla Liberatori: Dinah Redmond
  • Dante Biagioni: Alfred Pennyworth
  • Fabio Boccanera: Detective Jesse Reese
  • Alessandra Korompay: Dottoressa Harleen Quinzel

Si tratta di uno spin-off dell’universo di Batman, incentrato sulle avventure di Helena Kyle, nota come la Cacciatrice, figlia di Bruce Wayne / Batman e Selina Kyle / Catwoman. A seguito di una tragedia Helena ricorre alla terapia psicologica presso lo studio della dottoressa Harleen Frances Quinzell.

Partita con un grande ascolto per la puntata pilota, la serie è stata poi accolta poco calorosamente dai fan del fumetto e dal pubblico costringendo la Warner a interromperne la trasmissione dopo tredici puntate di un’ora ciascuna.

In Italia la serie è stata trasmessa da Canal Jimmy a partire dal novembre 2005. Questo il promo originale dell’epoca.

New Gotham. Una città cupa, sconvolta dai criminali da quando Batman è scomparso nel nulla. Da un rifugio segreto tre donne si preparano ad affrontare i malvagi. A capo del trio, Barbara Gordon o meglio Batgirl, inchiodata ad una sedia a rotelle ma per nulla decisa ad arrendersi nella nuova veste di Oracolo. Con lei, Helena, figlia segreta di Batman e Catwoman, in preda ad un lacerante conflitto tra sete di giustizia ed istinti malvagi. E poi la misteriosa Dinah, ossessionata da strane visioni, che in seguito si scoprirà essere la figlia di Black Canary. Preparatevi… la leggenda ha inizio. Maggiori approfondimenti li potete trovare in questo nostro articolo di repertorio.

Per maggiori approfondimenti sulla serie potete leggere:

anche qui per poter parlare della prima apparizione in tv della dottoressa Harley Quinn.

Suicide Squad: Hell To Pay – Il fumetto sequel del film animato scritto da Jeff Parker

Suicide Squad: Hell To Pay  sarà una miniserie in formato digitale in dodici parti a cadenza settimanale con Amanda Waller protagonista.

Mercoledì 21 Marzo è iniziata in America la miniserie a fumetti Suicide Squad: Hell To Pay, sequel diretto dell’omonimo film animato di Warner Bros. Home Entertainment.

Tutta la run è scritta da Jeff Parker (Batman ’66), mentre i disegni sono stati affidati a più artisti: inizialmente Matthew Dow Smith e in seguito Agustin Padilla, Stefano Raffaele e Cat Staggs. La storia è incentrata su Amanda Waller, la donna a capo della Suicide Squad, mentre cerca una via di fuga dalla morte.  La trama vedrà lo Spettro vicino a impossessarsi dell’anima di Amanda Waller, la quale tenterà in tutti i modi di evitare la sua dipartita, che sembra essere imminente. Trovando in Jason Blood un possibile alleato, la donna dovrà gestire contestualmente una possibile ribellione della Task Force X, a seguito della più recente aggiunta alla squadra.

L’autore Jeff Parker al riguardo ha dichiarato:

“La nostra storia prenderà il via subito dopo gli eventi del film d’animazione Hell to Pay, e la Waller sarà ancora impegnata in una personalissima missione al fine di salvare la propria anima; manderebbe la Suicide Squad all’inferno pur di riuscirci. Questa volta, la Squad si troverà alle prese con qualcosa di inconsueto, dovendo forze antiche e sovrannaturali. E sì, ci sarà anche Harley!”

I primi due capitoli sono già disponibili su ComiXology e gli altri maggiori store digitali, mentre il terzo (che è uscita il 4 Aprile) e il quarto sono già preordinabili. Sono state rilasciate, oltre alla cover, alcune tavole in anteprima, che potete vedere di seguito.

Il film d’animazione Suicide Squad: Hell to Pay (di cui potete vedere il trailer qui sotto)

sarà il trentunesimo nella serie di pellicole animate del DC Universe Animated Original realizzata da Warner Bros. Home Entertainment. Questa storia originale vede la segretissima “Task Force X” di Amanda Waller in una missione per recuperare un oggetto mistico così potente che i suoi componenti saranno disposti a rischiare la vita pur di rubarlo. Il film è uscito il 27 Marzo in formato digitale e sarà disponibile dal 10 Aprile in un Ultra HD Blu-ray Combo Pack e DVD.

E se siete interessati a dare uno sguardo più da vicino agli anti/eroi della Suicide Squad e quindi  siete curiosi di conoscere il sito originale dell’agenzia segreta A.R.G.U.S. cliccate qui.  A.R.G.U.S. è l’agenzia del governo degli Stati Uniti che vigila sui soggetti con abilità speciali presenti sulla Terra, Metaumani su tutti, e che spesso agisce come supporto e collegamento alla Justice League. Al suo interno troverete il link per raggiungere il sito ufficiale dell’agenzia governativa degli USA.

Justice League: svelato l’easter egg al Batman di Adam West

Trovato l’easter egg al Batman di Adam West in una scena di “Justice League” uscito lo scorso novembre 2017

“Justice League” è davvero ricco di easter egg (molti si trovano nelle scene finali) e un fan occhio con l’occhio lungo si è accorto di un palese riferimento alla serie classica di Batman degli anni ’60 con Adam West e Burt Ward nei panni del Dynamic Duo.

Come indicato dall’utente Reddit officialjfftv, il riferimento arriva quando Barry Allen sta facendo visita a suo padre, Henry Allen, in prigione. Dopo che Barry ha compilato i documenti necessari, la guardia che preme un’icona di un telefono sul suo cellulare, che diventa rossa quando si attiva, avvisando Batman della posizione di Barry.

Sebbene non confermato a questo punto, il telefono rosso è chiaramente un omaggio alla serie iconica di Adam West.

Un punto fermo dello show, infatti lì James Gordon avvertiva Batman e Robin di una nuova minaccia ogni settimana componendo il numero sul telefono rosso Batphone, che era ospitato in uno studio a Wayne Manor.