DC LEAGUE OF SUPER-PETS – NASCE PRIMA ASSO O KRYPTO?

LILLO E MACCIO CAPATONDA SARANNO LE VOCI ITALIANE NEL NUOVO LUNGOMETRAGGIO D’ANIMAZIONE DI WARNER BROS. PICTURES DC LEAGUE OF SUPER-PETS DIRETTO DA JARED STERN

IL FILM SARÀ NELLE SALE ITALIANE DAL 1° SETTEMBRE 2022 DISTRIBUITO DA WARNER BROS. PICTURES. MA NASCE PRIMA ASSO O KRYPTO? SCOPRIAMOLO INSIEME.

Continua a leggere

The Batman: easter egg (Spoiler Alert!)

The Batman è arrivato nei cinema e se non l’hai ancora visto, faresti meglio a non prenderlo perché di questo parleranno tutti i fan dei fumetti la prossima settimana. Matt Reeves e la troupe ovviamente hanno fatto i compiti e sono chiaramente loro stessi grandi fan dei fumetti perché il film è ricco di riferimenti a trame classiche e graphic novel e fantastici omaggi visivi.

Che tipo di cose? Bene, qui ci sono solo alcune delle fantastiche easter egg che ho trovato guardando The Batman …

  • Naturalmente il film inizia con un easter egg. C’è un articolo di cronaca sul muro del sindaco Mitchell sull’arresto di Sal Maroni. Boss Maroni è un mafioso di Gotham che risale a Detective Comics #66 , ed è principalmente noto per essere l’uomo che ha segnato il volto di Harvey Dent. (Anche se non sembra essere il caso in The Batman .)
     
  • Quella voce fuori campo cupa ti ricorda qualcosa? La narrazione interna di Bruce Wayne ha una forte somiglianza con le pagine della trama classica “Batman: Year One”.
Jay Lycurgo in Titani
Continua a leggere

The Batman: il virale di Rataalada continua ad aggiornarsi, dopo Hush cita Due Facce

Proprio come per Il cavaliere oscuro, anche per The Batman la Warner Bros. ha lanciato un virale che ha coinvolto i fan più accaniti nei mesi precedenti all’uscita del film.

A dicembre 2022 questo virale si è concretizzato nell’apertura di un sito che chi poi ha visto il film ormai conoscerà bene: rataalada.com. Su tale sito era possibile chattare con l’Enigmista rispondendo ad alcune sue domande e sbloccando immagini e contenuti.

Continua a leggere

The Batman sbanca il botteghino nel primo weekend di programmazione in Italia

The Batman sbanca il botteghino nel primo weekend di programmazione nelle sale cinematografiche italiane. Con 3.700.000€ di incasso il film, diretto da Matt Reeves con protagonisti Robert Pattinson e Zoë Kravitz, si attesta come il miglior risultato dell’anno nel weekend di apertura conquistando pubblico e critica.

“Siamo felici e orgogliosi di condividere questo straordinario successo – ha commentato Thomas J. Ciampa, Country manager Warner Bros. Italy, Spain and Portugal -: un risultato che rappresenta il desiderio dello spettatore di emozionarsi in sala e rivivere l’esperienza cinematografica. Dopo l’eccezionale risposta della critica italiana e internazionale, The Batman dimostra di aver conquistato anche il pubblico di ogni genere ed età. Un risultato che ci auguriamo possa segnare finalmente il ritorno ad una tanto attesa normalità”.

Fonte: [adginforma.it]

The Batman: l’oscurità è più chiara della luce del giorno (recensione no spoiler)

Date in mano un fumetto del Cavaliere Oscuro, già di per sé sufficientemente tetro e disperato, a un regista dall’inventiva grandiosamente macabra come Matt Reeves ed il minimo che otterrete è un thriller-drama movie che si differenzia da tutti gli altri.

Reeves accresce l’esasperata mostruosità dei villain che popolano l’oscura Gotham City e affida a un Robert Pattinson perfettamente turbato, tagliente, frustrato, e raffinato la parte dell’ambiguo eroe che spunta dalle tenebre e non può evitare di contrastare il male.

Continua a leggere

Il mio Batman imperfetto non ha niente di super

NEL NUOVO FILM SULL’UOMO PIPISTRELLO IL REGISTA MATT REEVES HA CREATO UN EROE CHE «SBAGLIA E FALLISCE, PUR VOLENDO FARE DEL BENE». IL PROTAGONISTA? L’EX VAMPIRO ROBERT PATTINSON

di Lorenzo Ormando

SE NON teniamo conto di Batman Dracula, omaggio in bianco e nero che Andy Warhol girò nel 1964 senza il permesso della DC Comics e che fini per essere proiettato solo nelle sue mostre, la prima incursione di Batman sui nostri schermi risale al 1966, quando la serie con protagonista Adam West fece il suo debutto in tv. «Da bambino ne ero ossessionato, ogni episodio era pieno di azione e ironia. È stata la mia introduzione al personaggio: pur amando molto tutti i film che sono stati realizzati negli anni e le interpretazioni di Michael Keaton, Christian Bale e Ben Affleck, quella versione occupa ancora un posto speciale nel mio cuore» ci racconta il 55enne americano Matt Reeves, che dopo aver spaziato tra l’horror (Cloverfield e il remake di Lasciami entrare) e la fantascienza (gli ultimi due capitoli del Pianeta delle Scimmie) si avventura adesso nel mondo dei fumetti. Il 3 marzo sbarca finalmente in sala l’atteso The Batman, da lui diretto, co-scritto e co-prodotto: stavolta l’uomo pipistrello, creato nel 1939 da Bob Kane e Bill Finger, ha i lineamenti di Robert Pattinson, qui nei panni di un vigilante che da appena due anni pattuglia le strade di Gotham City e ha ben pochi alleati al suo fianco, tra cui il fedele Alfred (Andy Serkis) e il tenente James Gordon (Jeffrey Wright). La comparsa di un serial killer lo condurrà nei bassifondi della città, dove farà la conoscenza di Selina Kyle/Catwoman (Zoé Kravitz) e di personaggi ambigui e pericolosi come il Pinguino (Colin Farreii), Carmine Falcone (John Turturro) e l’Enigmista (Paul Dano). «La mia è una detective story che esplora il tessuto criminale di Gotham City. Ho voluto Pattinson dopo averlo visto nel thriller Good Time, in cui emergevano sia la sua vulnerabilità che la sua forza. È un attore camaleontico» prosegue il cineasta quando lo incontriamo su Zoom, in collegamento da Los Angeles.

Continua a leggere

The Flash: la pellicola cancellerebbe tutti i film di Zack Snyder, secondo un rumor. Nuovo inizio per il DCEU?

The Flash è il prossimo grande film della DC e Warner Bros. Nella pellicola, ricordiamo, vedremo Barry Allen viaggiare indietro nel tempo per salvare la sua defunta madre. Durante il viaggio, però, qualcosa va storto e Allen finisce indirettamente in un universo differente dal suo, un universo dove l’unico kriptoniano in vita è Supergirl e dove non troverà il Bruce Wayne che conosce.

Supergirl # 40 si ispira Mago di Oz, con copertina di Marco D’Alfonso.
Continua a leggere