Quando i film dei fumetti si scambiano gli attori

Prima era Green Lantern, poi ha interpretato Deadpool: Ryan Reynolds è solo uno dei tanti attori che hanno interpretato un personaggio di entrambi gli universi dei comics. Scopriamo gli altri, da Ben Affleck a Zoe Saldana .

Da una parte ci sono Spiderman, Captain America e Deadpool. Dall’altra Superman, Batman e Wonder Woman. Quella fra Marvel e DC Comics è una rivalità di lunga data, eppure capita che i due universi dei fumetti si scambino gli attori sul grande schermo, sono numerosi infatti i casi in cui una star ha recitato in entrambi i panorami cinematografici dei comics.
Prendiamo Ryan Reynolds. L’attore americano ha esordito nel mondo dei fumetti nel 2004 con il personaggio di Hannibal King in Blade Trinity di Marvel per poi vestire i panni di Deadpool in X-Men le origini – Wolverine. Il passaggio alla concorrenza è avvenuto nel 2011 con il ruolo di protagonista in Lanterna Verde. Il titolo è stato un flop, ma lui da buon supereroe non si è scoraggiato ed è tornato alle origini, questa volta nelle vesti del mercenario chiacchierone Deadpool nel recente film che ha conquistato pubblico e critica, spin-off di Wolverine. Il ritorno è stato un successo, tanto che un sequel è già in produzione.

Vanta due titoli con Dc Comics e uno soltanto con la Marvel Ben Affleck. La sua carriera da supereroe prende il via nel 2003 con il film Daredevil ispirato all’eroe Marvel, accolto tiepidamente dal pubblico. Successivamente Affleck ha pensato di vestire mantello nero e maschera da pipistrello e riscattarsi con il sorprendente Batman di Batman v Superman: Dawn of Justice, lo stesso che abbiamo visto in Suicide Squad e che vedremo in Justice League. Intanto il prossimo film su Batman è in arrivo e nei panni dell’Uomo Pipistrello ci sarà ancora lui.

Chris Evans e Idris Elba viaggiano in coppia. Entrambi sono comparsi nel film The Losers del 2010, adattamento cinematografico del fumetto Dc Comics, ma poi hanno preferito continuare la loro carriera fra i personaggi Marvel. Il primo era la Torcia Umana de I Fantastici quattro e sequel, per poi trasformarsi nel Captain America più amato del grande schermo (lo vediamo anche nella serie sugli Avengers), mentre Idris Elba presta il volto a Heimdall nel film Thor e seguenti, comparendo anche in Ghost Rider spirito della vendetta e in Avengers: Age of Ultron.

E ancora, Halle Berry prima di vestire la tutina in latex di Catwoman nel 2004 per il DC Comic Universe era apparsa nella serie sugli X-Men targata Marvel. E anche Michael Fassbender si è sdoppiato: è il giovane Magneto nei film sugli X-Men, ma ha ottenuto anche una parte nella trasposizione cinematografica del fumetto DC Comics Jonah Hex del 2010.

Per tutti gli approfondimenti sui film di Batman vi rimandiamo al nostro articolo che potete trovare qui.

FONTE: SKY

La Batmobile al Gumball 3000 del 2016 e la celebrazione del mito di Roger Moore oggi scomparso

Erede della Cannonball, la Gumball 3000 è una corsa non competitiva che prende ispirazione da La corsa più pazza d’America, commedia del 1981 che vedeva Roger Moore, Burt Reynolds e Farrah Fawcett alla prese con una folle gara automobilistica attraverso gli Stati Uniti. Tra i cento gioielli provenienti da 13 Paesi la protagonista assoluta dell’anno 2016 è stata la Tumbler di Batman.

 

 

Batmobile nella trilogia di Christopher Nolan

Colgo spunto dalla notizia per celebrare un attore che ho sempre amato dalla mia adolescenza sir. Roger Moore.

È morto in Svizzera a 89 anni l’attore Roger Moore. Lo riportano vari giornali britannici. Moore era noto per essere stato il terzo interprete (dopo Sean Connery e George Lazenby) di James Bond.

L’annuncio è stato dato via Twitter dalla sua famiglia.

«È con il cuore pesante – riporta il profilo Twitter dell’attore – che dobbiamo annunciare la morte del nostro amato padre, avvenuta oggi in Svizzera al termine di una breve ma coraggiosa battaglia contro il cancro. L’amore di cui è stato circondato negli ultimi suoi giorni di vita è stato così grande da non poter essere espresso con le sole parole. Sappiamo che il nostro amore e la nostra ammirazione verranno amplificati per lungo tempo e in tutto il mondo dalle persone che lo conoscevano per i suoi film, i suoi show televisivi e per il suo lavoro appassionato per l’Unicef che considerava il suo più grande impegno».

«L’affetto che nostro padre ha sentito ogni volta che stava su un palco o di fronte ad una cinepresa lo ha enormemente sostenuto e tenuto occupato per quasi 90 anni, fino alle sua ultima apparizione nel novembre scorso sul palco della Royal Festival Hall di Londra. Il sostegno del pubblico lo incoraggiava sia sul palco che fuori», aggiungono i figli. «Grazie papà per esserci stato e per essere stato così tanto speciale per molte persone», affermano. Per poi aggiungere: «Il nostro pensiero ora deve supportare Kristina (la multimilionaria di origini danesi e svedesi Kristina Tholstrupin, sua quarta moglie, ndr.) in questo momento difficile», concludono i figli, annunciando che il funerale «in accordo con le volontà» del padre si terrà in forma privata a Monaco.

 

Batman fa bis: salpa anche la seconda nave di Tirrenia.

La Nuraghes ha effettuato il 6 maggio 2017 una corsa straordinaria in vista del Giro d’Italia. Sulle fiancate, il “cavaliere oscuro” sarà affiancato da Wonder Woman.

A Messina un gruppo di ragazzi, una decina tra artisti e “writers”, di cui tre di Messina e il resto della provincia, a lavoro per una ventina di giorni: e la Nuraghes, seconda nave dopo la Sharden ad essere dipinta con le immortali icone dei supereroi della Dc Comics dai cantieri navali Palumbo di Messina, è salpata sabato scorso.

I supereroi quindi ora “vestono” Tirrenia. Intanto è stata presentata nel porto di Genova la nuova Sharden, già operativa sulla linea tra il capoluogo ligure a Porto Torres, la prima delle navi della compagnia ad aver indossato un “nuovo abito”: quello del Supereroe DC per eccellenza, Batman, insieme al fido compagno di avventure Robin su una fiancata e con l’acerrimo nemico Joker sull’altra. Dopo Sharden è stata la volta della nave Nuraghes, con Wonder Woman. Nel 2018 cambieranno livrea Janas, Bithia e Athara, e nel 2019 sarà la volta della Vincenzo Florio e della Raffaele Rubattino, sempre con i supereroi Dc.

Partnership con Warner Bros

Il progetto innovativo è frutto della partnership tra il Gruppo Onorato Armatori e Warner Bros. Consumer Products. «Questo – spiega Alessandro Onorato, consigliere delegato per gli affari commerciali della Onorato Armatori – è solo l’inizio del restyling. I supereroi Dc saliranno anche a bordo e animeranno le nuove sale giochi delle navi». Ad aggiungere un significato particolare all’operazione, che punta a dare un ulteriore impulso al processo di rinnovamento della compagnia, «è che il primo disegno di Batman risale agli anni in cui fu fondata la Tirrenia e ora si ritrovano insieme».

Obiettivo restyling

Obiettivo dell’operazione è il restyling dell’immagine di Tirrenia, che darà alla compagnia un “volto” inconfondibile che renderà le navi della flotta più piacevoli e adatte sia alle famiglie, fascia di mercato di riferimento imprescindibile, sia alla clientela giovane che sceglierà Tirrenia per viaggiare.

«Per Tirrenia – spiega Pietro Manunta, presidente della compagnia – questo restyling rappresenta un passo molto importante in relazione al processo di rinnovamento della flotta.

La nostra missione è stata quella di voler trasmettere un’immagine più moderna alle nostre navi, con l’obiettivo di cercare di sorprendere la nostra clientela». Una flotta quella di Tirrenia che insieme a Moby garantisce fino a 4.700 partenze per la Sardegna (fino a 27 al giorno) e una capacità massima di circa 62.000 passeggeri giornalieri.

La notizia ve l’abbiamo anticipata il 23 Marzo 2017 qui.

Fate clic sulla nave qui sotto per vedere nel dettaglio il capolavoro disegnato sulle fiancate.

 

 

Arriva Batman sulle navi Tirrenia

La grande attesa per le novità lasciate trapelare da Tirrenia nei giorni scorsi è finita: i Supereroi DC hanno conquistato i Cantieri Palumbo di Messina, dove sono iniziati i lavori di decorazione delle fiancate delle navi. La Sharden sarà la prima delle navi Tirrenia che indosserà un “nuovo abito”: quello del Supereroi DC per eccellenza, Batman! Le nuove navi con i Supereroi DC nascono grazie alla partnership tra il Gruppo Onorato Armatori e Warner Bros. Consumer Products. Sulla Sharden le due fiancate saranno una diversa dall’altra: da una parte il Dinamico Duo Batman e Robin, dall’altra Batman con il suo nemico storico, Joker. Le fiancate della Sharden sono infatti solo l’inizio del restyling dell’immagine delle navi di Tirrenia, che darà loro uno stile unico, in grado di trasmettere un nuovo slancio alla Compagnia del Gruppo Onorato Armatori. Un’ immagine originale ed inconfondibile, che renderà le navi della flotta più fresche, attraenti e adatte non solo alle famiglie con bambini, target di riferimento imprescindibile, ma anche alle altre tipologie di clientela che viaggeranno con Tirrenia in Sardegna e in Sicilia per vacanza o per lavoro. Una scelta senza dubbio innovativa e anticonformista, quella del Gruppo, che in questo modo avvia una nuova epoca per Tirrenia. Un’operazione, quella di decorare le navi della flotta con i supereroi, intrapresa per conferire ulteriore dinamismo al processo di rinnovamento della Compagnia. Dopo la Sharden, ad aprile sarà la volta della nave Nuraghes. Nel 2018 cambieranno invece livrea Janas, Bithia e Athara, l’anno successivo sarà la volta della Vincenzo Florio e della Raffaele Rubattino. Come parte del rinnovamento i supereroi DC saliranno anche a bordo e animeranno le nuove sale giochi delle navi, per la gioia dei piccoli passeggeri e delle famiglie. “Per Tirrenia si tratta dell’inizio di una nuova epoca– commenta Massimo Mura, Amministratore Delegato della Compagnia – ed è la conferma della volontà del Gruppo Onorato Armatori di proseguire nel processo di rinnovamento della flotta e dell’organizzazione aziendale di Tirrenia, consolidando in questo modo la leadership del trasporto marittimo nel Mediterraneo”. Fino a 4.700 partenze per la Sardegna (fino a 27 al giorno) e una capacità massima di circa 62.000 passeggeri giornalieri. Moby, insieme a Tirrenia, offre il più grande network di collegamenti e una vasta scelta di orari e porti di partenza, con la possibilità in alta stagione di viaggiare sia in notturna che in diurna grazie al potenziamento delle corse. Viaggiare con Moby e Tirrenia significa sentirsi completamente a proprio agio, in un ambiente piacevole con un’atmosfera di relax e divertimento.

[Fonte: Gonews]

Poison Ivy compie 50 anni – Le origini e gli omaggi dei disegnatori italiani

Poison Ivy, tra le ultime villain-diva del panorama dei cattivi di Gotham City, compie cinquant’anni.  Li festeggia in contemporanea ai 77 anni di Batman. In pochi forse si ricordano del suo compleanno. Nessuna festa, dunque, almeno per il momento. Lei, del resto, non ama far parlare troppo di sé, fatta eccezione per quando compare sui red carpet interpretata dalla bellissima Uma Thurman e quindi diventa, inevitabilmente, la protagonista assoluta.

Batman & Robin il film : Uma Thurman: Pamela Isley/Poison Ivy

Batman & Robin il film : Uma Thurman: Pamela Isley/Poison Ivy

Nata a dalla matita di Robert Kanigher e Sheldon Moldoff nel 1966, debutta nel Batman n. 181. Il suo nome significa letteralmente edera velenosa. Le sue forme generose e l’appeal quasi mediterraneo cozzano con le bellezze filiformi imposte dalla società ma riesce a spopolare nei comics. Poison sfila tra le pagine della DC Comics con il personaggio che ricalca lo stereotipo della femme fatale e anche la sua fisicità, oltre che le sue origini diventano un punto di forza. I fans di tutto il mondo la adorano e lei, perfettamente a suo agio, interpretata dalla bellissima attrice Uma Thurman diventa una testimonial di successo del film Batman & Robin del 1997 esplodendo anche come sex symbol nelle tante edizioni di fumetti e servizi fotografici realizzati contemporaneamente per esigenze cinematografiche. Si è classificata al 63º posto nella classifica dei 100 migliori cattivi nella storia dei fumetti nella lista creata da Imagine Games Network, la società di giochi e media di intrattenimento con sede a San Francisco che fa parte del network IGN Entertainment Inc.

I festeggiamenti di Poison Ivy e proseguiranno con foto, video, illustrazioni, sketch e cosplay a tema durante il Lucca Comics and Games 2016 dal 28 ottobre al 01 novembre 2016 presso il Batman Village ubicato all’interno della Casermetta San Donato sulle Mura Urbane di Lucca. Qui trovate l’evento pubblicato dalla nostra pagina Facebook.

La sua bellezza è come la sua intelligenza. Un talento naturale.

Di seguito vi narriamo le sue origini e vi lasciamo ad una gallery del tutto esclusiva ed inedita per i lettori del nostro blog.

POISON IVY

Nelle vene di Pamela Isley non scorre sangue, ma clorofilla. Manipolata dal sedicente “Uomo Floronico” Jason Woodrue, la timida Isley è sbocciata nella bellissima Poison Ivy (Edera Velenosa), un ibrido umano-vegetale dalla pelle tossica, in grado di catturare gli uomini con il fascino emanato dai profumati fermoni. Ivy usò queste capacità per rubare, divenendo così una spina nel fianco di Batman. Con l’affievolirsi del suo lato umano, tuttavia, Ivy è diventata sempre più incapace di tollerare abusi contro la flora e si è proclamata custode guerriera cella natura. Ha trasformato l’inquinato Robinson Park di Gotham in un paradiso per gli ostinati orfani della Terra di Nessuno (periodo post terremoto a Gotham City), rinunciando al suo lavoro per impedire la defogliazione del parco. Ivy non ha smesso, però di seminare zizzania.

SCIENZA BIZZARRA

Pur avendola sedotta con parole d’amore, l’interesse del dottor Woodrue per Pamela Isley era puramente scientifico.

LA SPERANZA E’ L’ULTIMA A MORIRE

La disponibilità a fornire cibo e rifugio ai figli del disastro sembra indicare una naturale tendenza all’altruismo da parte da parte di Ivy. Oltre ai “germogli” umani di cui si è occupata durante la Terra di Nessuno, Ivy ha anche curato le ferite di Harley Quinn. Solo il tempo ci dirà se l’amicizia sbocciata tra loro contribuirà allo sviluppo personale di Ivy o si rivelerà una semplice collaborazione tra criminali.

FUNGHI VELENOSI

Quando Ivy si stabilì a Gotham, salutò la città con un fungo tanto carnoso quanto letale, della classe dei Basidiomiceti. Minacciando di spargerne le spore a crescita rapida nelle riserve idriche di Gotham City, Ivy chiese un riscatto di 10 milioni di dollari per fornire l’antidodo!

BACIO MORTALE

Dopo i tortuosi esperimenti botanici di Woodrue, la timida Isley si è trasformata in una vera mangiatrice di uomini, desiderosa di attrarre e di dominare i maschi con il suo bacio velenoso. Come l’originale Rhus radicans, Ivy secerne la potente linfa Urushiol, una sostanza narcotica o necrotica, a suo piacimento.

IVY CONTRO CLAYFACE

Nell’inverno della Terra di Nessuno, Poison Ivy fu fatta prigioniera dal crudele e lascivo Basil Karlo, il primo Clayface. Priva di acqua e di luce, l’indebolita Ivy guardò impotente Clayface, mentre costringeva la sua banda di ragazzi a cogliere i frutti e verdure coltivate nel parco per vendicarsi di Karlo, e usò il suo corpo ricco di creta come fertilizzante per le piante!

VELENO NEL PARCO

Sollecitata dal sindaco Dickerson a cacciare Poison Ivy, la Squadra di pronto intervento della polizia si preparò a distruggere la vegetazione di Robison Park con l’erbicida militare RC-60. Inizialmente decise a immolarsi per il bene del parco, Ivy ha poi ceduto, realizzando di amare i suoi orfani indifesi al pari dell’adorata flora.

FOGLIAME FATALE

Il corpo di Ivy è un diabolico miscuglio di allergeni, che producono tossine e antitossine per la presenza di crotalarie, crucifere solanacee e altre specie mortali. Ivy utilizza inoltre semi geneticamente modificati, che si trasformano in liane strangolanti a crescita rapida, cactus pugnalanti e altre minacce!

ARRIVANO I FERAK!

Ivy ha protetto Robison Park con gli spinosi “Ferak”, un miscuglio selvaggio di DNA vegetale e umano.

POISON IVY

Vero nome: Pamela Lillian Isley

Occupazione: criminale professionista

Base: Gotham City

Altezza: 1,67

Capelli: Castani

Peso: 50 Kg.

Occhi: Verdi

Prima apparizione: Batman n. 181 (Giugno 1966)

Auguri dottoressa Pamela Lillian Isley!

In tutto il suo splendore la giovane e brava disegnatrice Elena Ominetti (questa la sua pagina Facebook) ci regala la propria interpretazione della diva delle villain DC Comics.

Altra interpretazione di caratura internazionale è quella dell’autore DC Comics Pasquale Qualano che potete ammirare qui sotto:

 

Poison Ivy - Pasquale Qualano

Poison Ivy – Pasquale Qualano

Ancora Pasquale Qualano ci delizia con questa sua versione realizzata in occasione del Batman Day del 17.09.2016 svoltosi insieme al nostro blog a Terni presso la fumetteria Antani Comics.

Seguono ancora altre due interpretazioni una dell’autore Giorgio SpallettaVittorio Astone e Massimo Raimondo (Napoli Comicon 2013).

Harley Quinn e Poison Ivy di Giorgio Spalletta

Harley Quinn e Poison Ivy di Giorgio Spalletta

Sketch Poison Ivy di Vittorio Astone

Sketch Poison Ivy di Vittorio Astone

Stand IuTu - Poison Ivy - Massimo Raimondo

Illustrazione realizzata presso lo stand IuTu al Napoli Comicon – Poison Ivy by Massimo Raimondo

Poison Ivy versione steampunk di Pasquale Qualano

Poison Ivy versione steampunk di Pasquale Qualano

Poison Ivy disegno di Daniela Di Matteo e Colori di Alessia Pastorello

Poison Ivy disegno di Daniela Di Matteo e Colori di Alessia Pastorello

RW-Edizioni: Intervista a Angelo Capasso, Maria Luisa Delli Paoli e Novella Locritani

Il nome della RW Edizioni accompagna dal 2011 una vasta produzione di letteratura disegnata, che spazia dai comics americani targati DC/Vertigo ( sotto l’etichetta Lion ) ai fumetti Franco/Belgi ed europei ( Lineachiara ), per finire con Manga e Manhwa ( Goen ).

A Napoli, lo scorso 26 febbraio, nella fumetteria Alastor in via Mezzocannone 7, ho avuto la fortuna di poter incontrare coloro che lavorano per la casa editrice novarese ed ho chiesto la possibilità di un’intervista al fine di capire quale sia tutto il lavoro svolto da questi ragazzi.

lion_goen_lineachiara

Sono sempre di più le persone che aspirano a lavorare nel settore dell’editoria, e oggi nelle case editrici non ci sono più solo i classici topi di biblioteca occhialuti e ricurvi sui libri, ma dei giovani molto preparati e intraprendenti, con una preparazione specifica alle spalle, proprio come i tre ragazzi che sto per presentarvi…

Angelo Capasso, social web content editor (si occupa della comunicazione su internet), Maria Luisa Delli Paoli, specialista in grafica e nell’esecuzione delle operazioni testuali e delle lavorazioni grafiche in qualità di letterista, e Novella Locritani, che si occupa di un’altra componente fondamentale di fumetti e libri, ovvero la copertina.

 

Di seguito, l’intervista:

Stefano – Batman Crime Solver: Ciao Angelo, Maria e Novella e benvenuti su Batman Crime Solver.

Angelo – E’ un piacere.

Maria Luisa – Salve!

Novella – Ciao a te Stefano e grazie per l’intervista!

Stefano – BCS: Ho provato rapidamente a descrivere il vostro lavoro. Ci spiegate qualcosa nel dettaglio?

Maria Luisa – Mi occupo della parte grafica e del lettering, dedicandomi principalmente ai volumi più che agli albi spillati. I materiali di lavoro ci arrivano direttamente dalla DC Comics per cui c’è tutta una fase di preparazione ovvero pulitura dei dialoghi americani, impaginazione delle tavole secondo i nostri formati ed infine il lettering e la realizzazione di grafiche iniziali e finali del volume.

Novella: Come hai già anticipato, io mi occupo del design delle copertine. I materiali che ci vengono inviati dall’America devono essere adattati agli standard italiani e riassemblati secondo esigenze specifiche.  Ci sono molti elementi a cui fare attenzione: loghi, titoli, codici a barre e prezzi, colori, qualità delle immagini. Tutto deve essere più fedele possibile all’originale e allo stesso tempo conforme ai numeri precedenti della stessa collana. A volte capita di dover curare volumi unici che non hanno un corrispettivo americano; in questi casi sono più libera di creare un design originale, cosa molto più divertente ma anche impegnativa!

Angelo – Io principalmente mi occupo della comunicazione dell’azienda sul web. Gestisco sui social network le pagine di RW Edizioni e delle tre divisioni editoriali (Lion, Goen e Lineachiara), pubblicando post e rispondendo alle domande dei lettori. Scrivo le news sul sito e curo sia la newsletter che la corrispondenza delle email aziendali. Inoltre mi occupo dei rapporti con i siti generalisti e specializzati che si interessano ai nostri fumetti per anteprime e comunicati. Queste sono le mie mansioni principali, ma mi può capitare di essere coinvolto in altre attività che riguardano comunicazione e marketing tramite il web.

Stefano – BCS: Cosa vi piace di più del vostro lavoro?

Maria Luisa – Sapere in anteprima come andranno a finire le storie J.

Novella – Adoro vedere stampati i volumi che ho curato. E’ davvero una grossa soddisfazione ammirare il risultato del mio lavoro, pensare che verrà esposto in fumetteria e che potrà essere visto da molte persone. Questo è uno dei motivi per cui mi piace lavorare nell’editoria.

Angelo – Quando un lettore ci contatta semplicemente per ringraziarci del nostro lavoro e per un fumetto che ha letto o un’edizione che ha apprezzato. E’ bello sapere di far parte di un gruppo di lavoro che ha contribuito affinché un amante della nona arte possa coltivare la sua passione.

Angelo Capasso

Angelo Capasso

Stefano – BCS: Quali sono le difficoltà che incontrate più spesso?

Maria Luisa: Oltre al tempo che non è mai abbastanza, perché dobbiamo essere veloci(ssimi) e precisi, qualche difficoltà sta nell’approccio a materiali più datati di cui non si ha traccia digitale ma solo cartacea, per cui si lavora su scansioni; questo implica una maggiore attenzione e cura in fase di pulitura dei materiali (balloon e didascalie) e di riadattamento dei titoli.

Novella: Essendo l’unica copertinista per la Lion, la mia difficoltà più grande sta nella gestione di tutte le copertine da fare mese per mese. Passo molto tempo a consultare interminabili elenchi ed aggiornare lo stato delle lavorazioni. Devo anche tenere conto della disponibilità dei materiali e degli “approval” da parte degli americani, in mancanza dei quali si possono creare ritardi… che poi si trasformano in urgenze!

Angelo: Dal momento che tutto ciò che scrivo rappresenta la voce dell’azienda, a volte devo trattenermi dal rispondere subito o come vorrei, in attesa di dichiarazioni ufficiali da parte dei dirigenti che poi provvedo a diramare.

Stefano – BCS: Il lavoro che vi ha dato maggior soddisfazione fino ad ora e quello che ve ne ha data meno?

Maria Luisa Delli Paoli

Maria Luisa Delli Paoli

Maria Luisa: Il lavoro che mi ha dato più soddisfazione è stato senza ombra di dubbio “SUICIDERS” di Bermejo perché ho avuto la fortuna e l’onore (in una sola volta) di incontrare di persona sia il disegnatore (che non capita quasi mai) che (in “Incognito”) i lettori all’Alastor di Napoli.  In ogni caso i lavori danno tutti soddisfazioni da un punto di vista professionale, la differenza sta nell’emozione o meno che può dare una storia rispetto ad un’altra.

Novella: Io tendo ad affezionarmi molto a tutte le copertine che faccio, perciò mi risulta difficile indicare preferenze! Di sicuro mi è piaciuto molto lavorare a “La Morte di Superman”, che però ancora devo vedere stampato e spero di farlo presto! Invece, la cosa che mi dà meno soddisfazione è lavorare alle ristampe: c’è sempre qualcosa che cambierei, ma per restare fedele alla prima edizione spesso devo lasciare intatta!

Angelo: Non lavorando propriamente sui fumetti, per me la parte più stimolante del lavoro è più collegata alle fiere, di cui curo la rassegna stampa. In particolare l’anno scorso al Lucca Comics And Games 2015 ho avuto l’occasione di conoscere Bill Willingham e da ‘innamorato’ (è il termine che mi sembra più adatto) di Fables è stato emozionante poter lavorare fianco a fianco con l’artista principale della serie. Ora non vedo l’ora di poter leggere il finale ripensando a quello che ci siamo detti. A dire il vero, non c’è una parte del mio lavoro che non mi abbia dato soddisfazione, al massimo c’è il rammarico di aver dato una risposta che non ha accontentato il lettore, ma purtroppo è parte del mio lavoro!

Stefano – BCS: Vi lascio la parola per qualsiasi cosa vogliate dire ai lettori che seguono le testate dei fumetti.

Novella Locritani

Novella Locritani

 

Maria Luisa: La redazione RW Lion è fatta da grafici giovani e meno giovani, validi e soprattutto lettori di fumetti che lavorano con tanto impegno e passione, ma le dinamiche che intervengono nel processo di lavorazione sono così tante che spesso le difficoltà o i disagi riscontrati non dipendono da noi o soltanto da noi, ma ce la mettiamo tutta!

Novella: Spero che le mie risposte siano servite per avere un’idea del “dietro le quinte” che si nasconde nei fumetti che leggete. Magari la prossima volta che guarderete una copertina vi soffermerete di più ad osservarne i vari elementi! 😉

Angelo: Leggete, leggete, leggete. Se fumetti, meglio.

Stefano – BCS: Grazie per avermi dedicato qualche minuto del vostro tempo. Volete salutare i lettori del blog?

A: Grazie per l’intervista

N: e buona lettura a

M: tutti i lettori di Batman Crime Solver !

Batman Crime Solver al Latina Comics 2016

LATINA – Da venerdì 13 a domenica 15 maggio Piazza del Popolo a Latina si è tinta, ancora una volta, dei colori del “Latina Comics”. E’ la terza edizione della manifestazione dedicata ai fumetti, alle nuvole parlanti che uniscono centinaia di appassionati giunti dalla provincia e da altre parti d’Italia. C’è stato, come al solito spazio per la fantasia con un lungo programma ricco di eventi adatti a ogni gusto e fascia d’età.
Tra gli ingredienti che segnano il triennio della fiera ci sono stati come sempre passione, divertimento, grandi ospiti, tantissimi eventi e opportunità. Lo spazio dedicato alla manifestazione è stato diviso in diverse aree, come da tradizione, ma anche con l’aggiunta di qualche novità: photo corner uffciale della manifestazione, palco per tutti gli eventi, stand per workshop, area Go Kart e per la prima volta la visione di cortometraggi e video musicali, per soddisfare ogni esigenza. A queste attività si sono aggiunti un totale di trentotto espositori dedicati a fumetti, gadget, action figures e videogames. E’ stato possibile acquistare le ultime novità editoriali, così come i pezzi più pregiati del mercato del collezionismo. Tutti gli stand hanno riempito buona parte della superficie di piazza Popolo.
La bella e agguerrita triade di supereroi sotto la torre dell’orologio di Latina disegnata da Jonathan Piccini, giovane disegnatore della locandina dell’evento di quest’anno è diventata il simbolo dell’appuntamento fieristico 2016.
Il festival si è mosso su alcune coordinate di base, ma con molte novità all’interno di ciascun settore. Latina Comics infatti ha vantato la presenza del grande disegnatore Disney e Warner Bros Francesco Barbieri (quello dei Teen Titans Go è lui!!!) a cui è seguita una schiera di nomi del mondo del fumetto davvero imponente, tra giovani promesse e bellissime realtà che hanno messo a disposizione del pubblico e in vendita le proprie tavole originali, un privilegio unico che gli intenditori del settore non si sono lasciati sfuggire. Si sono aggiunti i nomi di cabarettisti, cantanti, sosia e attori/doppiatori. A questo proposito, abbiamo i saluti in esclusiva per voi di Gianni Bersanetti (voce storica di Fox Mulder) che ha doppiato il personaggio di Arthur Reeves in Batman La maschera del Fantasma. La altrettanto brava Claudia Catani, doppiatrice spesso in coppia con Gianni è già stata intervistata da noi qui in una intervista esclusiva.

I cosplayers sono stati veramente tanti, ma quelli che hanno attirato di piu’ la nostra attenzione sono stati quelli dedicati al mondo DC Comics. La solida e bella realtà del gruppo dei Batman Nightmares, si conferma anche quest’anno aggiudicandosi la gara Cosplay.

Batman Nightmares a Latina Comics 2016

Batman Nightmares a Latina Comics 2016

Valentina “La Quenny” Zannelli, ci ha sorpresi ancora con il suo fantastico costume dedicato a Kara Zor-EL, ovvero Power Girl. A lei, va il nostro più sentito ringraziamento per essersi fermata al nostro stand per qualche foto ed aver estratto i tre vincitori delle gigantografie messe in palio dal blog tra coloro che hanno acquistato il libro Batman v Superman Concept Artbook. Questo è stato il momento dell’estrazione ripreso in diretta per voi. Se vi girerà un po’ la testa nel guardarlo (oltre alla bellezza di Valentina) è colpa mia che ho ruotato inavvertitamente il cellulare.

Nel frattempo durante la notte, si aggiravano per le strade e nei locali di Latina tre loschi figuri hanno catturato la nostra attenzione…guardate qui…

Desideravo ringraziare personalmente a nome del blog e di tutti i disegnatori presenti l’organizzazione Powerfriends per l’opportunità che ci ha concesso e veramente di cuore tutti coloro che sono passati a trovarci allo stand.