Wonder Woman ambasciatrice Onu, tra le polemiche

Contestata la scelta del celebre personaggio dei fumetti della DC Comics come un simbolo della parità di genere. Quale è il vostro parere?

Wonder Woman diventa ambasciatrice onoraria delle Nazioni Unite per la parità di genere. La cerimonia è stata organizzata presso la sede del Consiglio sociale delle Nazioni Unite a New York alla presenza del segretario generale Ban Ki-Moon, dell’attrice Lynda Carter, che vestì i panni del personaggio nella serie tv degli anni Settanta, e di Gal Gadot, che invece è il nuovo volto cinematografico di un’eroina in realtà appartenente al nostro immaginario. Wonder Woman, il cui vero nome è Diana Prince, è la super eroina creata per fumetti della DC Comics da William Moulton che proprio il 21 ottobre di quest’anno ha compiuto 75 anni.

La polemica – Questa onorificenza ha però scatenato qualche polemica perché da più parti è stato sollevato il dubbio che Wonder Woman non rappresenti l’emancipazione femminile. Fra le reazioni più dure sollevatesi all’interno della comunità femminista si legge quella di WomanSG, l’organizzazione nata per favorire l’elezione di una donna alla guida dell’Onu, che si è detta “estremamente delusa del fatto che “una versione muscolare della bambola Barbie” potesse essere eletta a modello di emancipazione femminile. La situazione si è talmente infiammata negli Stati Uniti da provocare una petizione online in cui si chiede di ripensare alla scelta di rendere l’eroina un’ambasciatrice onoraria.

La scelta dell’Onu- Prima di orientare la scelta su Wonder Woman l’Onu, alla ricerca di un simbolo moderno per il quinto (l’uguaglianza tra uomini e donne) dei 17 punti dedicati alla crescita sostenibile nell’Agenda 2030, ha scartato sette personaggi femminili. Poi, a inizio ottobre, l’annuncio: non sarà una persona, ma un fumetto a portare le insegne della parità di genere. L’eroina viene dunque consacrata ufficialmente nel suo ruolo di guida per “donne e ragazze” nella loro “lotta per la parità di genere portando cambiamenti positivi nelle loro case”, scrive l’Onu.

Un problema di outfit – Altro tema particolarmente controverso in relazione a questa scelta, almeno negli Stati Uniti, è quello legato al costume del personaggio dei fumetti, come raccontanto anche dal New York Times. Per il momento resta la promessa della DC Entertainment, l’editore di Wonder Woman: l’eroina sarà “regale” ed “appropriata”, con un look che sia “nobile” e “forte”, ma che lasci intatto il suo “appeal mondiale”.

Wonder Woman al cinema – Oltre che nel celebre fumetto nato nel 1941, e nella serie tv andate in onda la prima volta fra il 1975 e il 1979 per tre stagioni, come sappiamo, il super eroe femminile è stato già protagonista sul grande schermo nel film “Batman v Superman”, con l’interpretazione proprio della Gadot. Mentre nel 2017 il personaggio è atteso in veste di assoluto protagonista nella pellicola (in parte girata a Matera) intitolata “Wonder Woman”, sotto la direzione di Patty Jenkins e comparirà anche nei film “Justice League” e “Justice League 2”, che metteranno in scena il nutrito gruppo di eroi della DC come Flash, Superman e lo stesso Batman.

 

Batman di Ben Affleck: le riprese a marzo/aprile 2017

La Warner Bros. non ha ancora annunciato una data di uscita per il primo film su Batman diretto e interpretato da Ben Affleck, che – ma speriamo di no – a suo dire potrebbe intitolarsi The Batman. Joe Manganiello comunque, che sarà il villain Deathstroke, ha rivelato che le riprese inizieranno l’anno prossimo. Lo ha dichiarato a EW dicendo che si sta preparando per girare in primavera. In genere questi film hanno un periodo di lavorazione, prima dell’uscita, di un anno e mezzo o più, per cui si può presumere che questo nuovo Batman arriverà nelle sale nell’autunno 2018 o al più tardi nella primavera del 2019.

Del resto la Warner ha già stabilito per il 5 ottobre 2018 la data di uscita di un film di supereroi ancora senza titolo, il che farebbe propendere per l’ipotesi che questo sia proprio quello di Affleck, anche se i tempi, tra post produzione e tutto, potrebbero essere un po’ stretti.

Sia Affleck che lo Studio sono molto prudenti in proposito. L’attore/regista ha da poco dichiarato che non c’è ancora molto di concreto ma siamo ancora in fase di studio di budget e di preparazione della sceneggiatura. Dopo i risultati inferiori alle aspettative degli ultimi due costosissimi film di Zack Snyder, del resto, è ovvio che la Warner voglia prendere tutte le dovute precauzioni ma l’annuncio del Batman di Affleck ha destato molta curiosità e i fan aspettano di saperne di più in merito.

15.Batman Glenat n.0

“Aspettando Batman” BATMAN (19 giugno 1992) n. 0 – Edizione Glenat

 

Batman e dintorni: la guida per Lucca Comics 2016

Lucca Comics è ormai alle porte, con un’edizione che si preannuncia spettacolare e ricca di sorprese, visto che festeggerà i 50 anni della fiera e durerà ben cinque giorni ! Noi di Batman Crime Solver vogliamo quindi fornirvi qualche dritta per orientarvi al meglio e non perdere le novità più succulente…

La prima cosa è arrivare in fiera. Come? Italo e Warner Bros insieme per l’occasione hanno attivato il servizio Italobus tra Firenze Santa Maria Novella e Lucca, con il bus Italo che si vestirà con la creatività di Lego Batman, per rendere speciale il viaggio di tutti i fan. Italo offrirà 4 collegamenti al giorno: 2 per raggiungere il Lucca Comics & Games e 2 per rientrare. Chi si vorrà recare all’evento avrà a disposizione un Italobus alle 9:45 e uno alle 13:45 in partenza dalla stazione di Firenze Santa Maria Novella, mentre al ritorno ci sarà un collegamento da Lucca alle 11:45 ed un altro alle 18:45 per consentire ai viaggiatori di riprendere il treno Italo.

Passiamo poi a un po’ di novità e anteprime che potrete trovare a Lucca e che interesseranno soprattutto tutti gli amanti della DC Comics ed in particolare Batman.

Saranno ospiti presso lo stand RW Edizioni sito accanto al nostro di Batman Crime Solver e Gotham Shadows:

Lee Bermejo: Batman/Deathblow: Fuoco Incrociato sui testi Brian Azzarello, Joker, Lex Luthor: Man Of Steel, Before Watchmen: Rorschach, Batman: Noel.

Matteo Casali: Catwoman, Justice League Unlimited. Batman Europa. Questi gli altri appuntamenti in fiera del fumettista:

Giuseppe Camuncoli Swamp Thing e Hellblazer, nonché l’interessante miniserie, Vertigo Pop: Bangkok, Batman Europa. Questi gli altri appuntamenti in fiera del fumettista:

Davide Gianfelice: DC-Vertigo NORTHLANDERS. Questi gli altri appuntamenti in fiera del fumettista:

Alessandro Vitti: Red Lanterns scritta da Charles Soule. Suiciders: Kings Of Hell, la serie targata Vertigo di Lee Bermejo.

Alberto Ponticelli: Batman The Dark Knight, Batman Il Cavaliere Oscuro 17-18, DC Dark 6, 12, 13, 16, 18;

le presenze di disegnatori presso lo stand della RW Lion non si esauriscono qui sarà presente anche l’autore di Batman Artiglio, Batman Eternal e Batman Silent Book Emanuel Simeoni (che comunque troverete al nostro stand).

Brian Azzarello andrà allo stand della Lion ma non sappiamo ancora quando, ma di certo incontrerà i suoi fan venerdì 28 ottobre, alle 12 presso l’Auditorium San Girolamo e domenica 30 ottobre, alle 18 nella Sala Chiesa di San Giovanni.

Alla schiera di autori di aggiunge Pasquale Qualano autore di Batman 66, Harley Quinn Road Trip, Bombshell e illustratore dei nostri Batman V Superman Concept Artbook e Dead XX Squad, lo troverete presso la Noise Press al Padiglione Giglio sito in Piazza del Giglio. Pasquale presenterà uno sketch spillato di 20 pagine white cover dal costo di € 10 compreso il disegno sulla cover edito da ALT.


RW Edizioni come già vi avevamo anticipato, avrà ospite inoltre il mitico Frank Miller che farà due turni di signing session:

Per accedere alle due signing session bisognerà:
acquistare il volume DC Prestige – Batman: Il Ritorno Del Cavaliere Oscuro, edizione a tiratura limitata che sarà disponibile esclusivamente in fiera.
Il maestro realizzerà complessivamente 225 autografi a sessione, durante le quali dedicherà la copia del prestige a tutti coloro che l’avranno acquistata.
Per acquistare il volume ci sono due modalità:
1) Acquisto online del volume con ritiro direttamente al Batman Village, che sarà possibile prenotare all’RW Lion shop completando l’acquisto ai seguenti link:
DC Prestige Batman: Il Ritorno del Cavaliere Oscuro – Signing Session di venerdì 28 ottobre 2016
DC Prestige Batman: Il Ritorno del Cavaliere Oscuro – Signing Session di domenica 30 ottobre 2016
A tutela degli acquirenti, Lion chiede loro di portare la ricevuta di pagamento che testimoni di essere il legittimo proprietario del volume prenotato. L’albo rimarrà in vendita online fino a lunedì 24 ottobre alle ore 17,00.

2) Acquisto direttamente in fiera presso il Batman Village (qualora il volume non fosse andato esaurito in pre-vendita).

Una volta acquistato, dovrete indicare il vostro nominativo da mettere in lista, sempre presso lo stand del Batman Village.

Affinchè la signing session possa procedere in maniera ordinata e funzionale, la fila per l’autografo si terrà all’esterno del Batman Village e, in base all’ordine di arrivo, si potrà incontrare il maestro. Il controllo verrà effettuato al momento di entrare nella Casermetta San Donato.

Naturalmente, per l’occasione ci saranno varie novità editoriali a lui legate, ma non solo.

Per la collana DC Absolute arriva il controverso All Star Batman & Robin Il Ragazzo Meraviglia di Frank Miller & Jim Lee, volumone che per l’occasione pubblicherà anche il decimo capitolo, finora inedito in Italia.

Grandi Opere DC – Il Ritorno del Cavaliere Oscuro
€ 20,95 – 16,8×25,6, C
Grandi Opere DC – Il Cavaliere Oscuro Colpisce Ancora
€ 24,95 – 16,8×25,6, C
DC Absolute – All Star Batman & Robin Il Ragazzo Meraviglia
€29,95 € – 21,2×32,60, C

La RW Lion presenterà anche il quinto atteso capitolo de Il Cavaliere Oscuro III: Razza Suprema, che oltre alle consuete versioni regular, variant A, variant B e variant esclusiva, prevede altre due variant che saranno distribuite esclusivamente durante la manifestazione toscana. Ci sarà una Variant Camuncoli, illustrata dal noto disegnatore italiano, e poi la specialissima Variant Lucca disegnata proprio da Miller. Sarà proprio questa la versione dell’albo con tiratura limitata di 650 copie, alla quale allegheremo la moneta argentata coniata dalla Zecca.

DC Multiverse 18 – Il Cavaliere Oscuro III: Razza Suprema 5
€ 3,95 – 16,8×25,6, S + mini-comic allegato
DC Multiverse 18 – Il Cavaliere Oscuro III: Razza Suprema 5 Variant Lucca Miller (650 copie)
€9,95 – 16,8×25,6, S + mini-comic allegato+moneta celebrativa argentata
DC Multiverse 18 – Il Cavaliere Oscuro III: Razza Suprema 5 Variant Lucca Camuncoli
€3,95 – 16,8×25,6, S + mini-comic allegato

I lettori più ‘completisti’ potranno leggere le prime storie disegnate dal maestro per la DC Comics, raccolte in un’antologia brossurata intitolata Universo DC di Frank Miller, che ristamperà alcune rarità e chicche come Fanboy #5 e Orion #3. Anche per quest’edizione è prevista una cover regular e una cover variant Lucca. Per la collana DC Deluxe torna invece Ronin, graphic novel cyber-punk di Frank Miller & Lynn Varley.

Universo DC di Frank Miller
€ 7,95 – 16,8×25,6, B
Universo DC di Frank Miller Variant Lucca
€ 8,95 – 16,8×25,6, B
DC Deluxe – Ronin
€ 32,95 – 18×27,6, C

Sempre presso lo store RW Lion sarà possibile acquistare Batman Europa 4 disponibile in edizione regular e uncut di Matteo Casali & Giuseppe Camuncoli, realizzata in collaborazione con Brian Azzarello, Jim Lee e altri talentuosi disegnatori della DC Comics.

Tutti i disegnatori saranno felici di sapere che ospite dell’organizzazione di Lucca Comics è Rickey Purdin il quale per DC Comics in qualità di editor associato ha visto nascere i successi di Batwoman, Batman/Superman e ha seguìto il lavoro di Grant Morrison su “Batman Incorporated”. Dal 2015 è parte integrante del team Marvel come talent manager e inizierà il suo scouting proprio a Lucca Comics & Games. Lui e tanti altri li troverete nell’Area Pro, il punto di riferimento per i professionisti di settore, un luogo di incontro e di scambio, dove Lucca Comics offre spazi e attività dedicati alle necessità di ogni operatore. In questa edizione l’Area Pro si troverà presso il Centro Culturale Agorà, a pochi passi da piazza San Martino e Piazza Napoleone, in Via delle Trombe, 6. Gli uffici sono disponibili dal 28 ottobre – 1 novembre 2016 e ricevono dalle ore 9.00 alle 19.00.

Sarà presente altresì il disegnatore Dustin Nguyen, noto soprattutto per i suoi lavori su diverse serie del personaggio di Batman per la DC Comics. Nguyen entra nel mondo del fumetto dando vita a collaborazioni con case editrici tra cui la DC Comics (per la quale disegna alcuni numeri di “Authority” e di “Batman”, “Batman Beyond Unlimited”, “Batman Street of Gotham”, “Justice Legue Beyond” ). Nel 2008 diventa disegnatore regolare della serie “Detective Comics” su testi di Paul Dini.

Tra le presenze della manifestazione si aggiunge Francis Portela che nel 2010 per la DC Comics, si è occupato del rilancio della Legione dei Super-Eroi con la serie finale “The New 52” e “Trinity of Sin: Pandora”, oltre ad alcune uscite di “Animal Man”, “Batman & Robin” e “Green Lantern”. Al momento l’autore collabora come artista con la casa editrice Valiant disegnando “Generation Zero”; ha inoltre realizzato un arco narrativo di “Ivar, Timewalker” e la miniserie “Faith”.

Sarà ospite di Lucca Comics anche Mitsuhisa Ishikawa il produttore dei primi due film Ghost in the Shell e del lungometraggio ad episodi Batman: Il cavaliere di Gotham (Batman: Gotham Knight) film dell’anno 2008 diretto da registi vari.

Altri Bat appuntamenti con RW Lion:

Per gli amanti delle webseries Sabato 2 novembre  presso l’ Auditorium San Girolamo alle ore 12,00 sarà proiettato Inside Batman una FanFiction-parodia satirica completamente italiana dedicata all’uomo pipistrello.

Ma le sorprese non finiscono qui. Anche quest’anno Warner Bros aspetterà tutti i fan presso il padiglione in Piazza S. Michele: animazione, eventi speciali, gadget esclusivi (tra cui 30.000 bags del mondo #DCComics) e tante sorprese renderanno unica l’esperienza a Lucca. Tra le altre cose saranno visionabili i costumi originali di Supergirl, Arrow e TheFlash.

Sabato 29 Ottobre dalle 18.00 al Cinema Centrale in Via di Poggio Seconda, 36 ci sarà un evento ‘An evening with DC COMICS’ e saranno proiettati gli episodi inediti di Dc’s LegendsofTomorrow e i primi due episodi dell’attesa seconda stagione di Supergirl.

Sempre dall’universo DC, appuntamenti per i più piccoli con le proiezioni di alcuni episodi inediti della serie animate Teen Titans Go! e DC Super Hero Girls. Tra le altre curiosità del padiglione, il pubblico potrà ammirare il grande mosaico realizzato da Riccardo Zangelmi in mattoncini Lego ispirato a Lego Batman – Il film e prendere parte a molte altre attività legate aSuicide Squad e al videogioco Lego Dimensions. Nel corso della manifestazione,Warner Bros. presenterà inoltre una reel dedicata ai propri film e serie tv.

Per tutta la durata del festival sono previsti una serie di momenti di animazione per celebrare il mondo Warner Bros. con quiz, giochi, distribuzione di gadget, visione di nuovi trailer e molto altro. I fan, inoltre, potranno rivolgersi a un’attrezzatissima area ‘store’, dove sarà possibile acquistare tutti i prodotti merchandising, videogame, DVD e Blu-ray™ in catalogo. Saranno inoltre disponibili Blu-ray™ e DVD anche del film Batman v Superman: Dawn of Justice. Saranno inoltre disponibili in anteprima i contenuti extra di Suicide Squad.

Grandi novità anche per quello che riguarda la Warner Games che presenterà in anteprima il videogame Batman: Arkham Origins, all’interno di una vera e propria Bat-Caverna.

Tra le tante iniziative si distingue per il secondo anno consecutivo quella della Reunion delle Harley Quinn organizzata da Aurora Barone. L’incontro prevede una lunga sfilata (a cui può partecipare ogni villain DC Comics) per le strade di Lucca alla “caccia di Batman” e alla ricerca di un “Joker/Budino” che come al solito le farà disperare. L’appuntamento è Domenica 30 Ottobre alle ore 15 in Piazza San Michele. Seguite l’evento su Facebook.

Sulla passeggiata delle mura, in zona baluardo S. Donato, sarà invece collocata un’installazione dedicata al Batman Village composto da: Gotham Shadows e noi di Batman Crime Solver. Il tutto per celebrare degnamente il mondo DC Comics, come vi abbiamo già anticipato qui. Il fan club dei Gotham Shadows, oltre a tutta una serie di attività che potete leggere nel precedente articolo, hanno organizzato due parate: Sabato 29 Ottobre alle ore 16.30, Fuga da Arkham – Parade e Domenica 30 Ottobre alle ore 14.30 DC Universe Parade.

Ilnostro blog si troverà al fianco dei Gotham Shadows per documentare il lavoro svolto dai figuranti capitanati da Riccardo Lo Forte e saremo a vostra disposizione con una squadra di disegnatori capitanata dal grande Emanuel Simeoni e che comprendera’ i bravissimi Cristiana Leone, Max Moda, Benedetta Fazzino e Jonathan Piccini per la presentazione degli albi Batman v Superman Concept Artbook e Dead xx Squad la cui prefazione è stata redatta dal presidente dell’Associazione Lettori Torresi che è anche il coordinatore editoriale della Lion e lo trovate disponibile per autografi presso il suo stand. Presso la Self Area nella Chiesa Dei Servi, potete trovare per tutti i giorni di fiera anche Alessandro Giampaoletti autore di una illustrazione nel libro Batman v Superman Concept Artbook e Dead xx Squad.

Direi che di motivi per venire a questa Lucca C&G 2016 ve ne abbiamo forniti parecchi, per cui vi aspettiamo numerosi al Batman Village, presso la Caserma S.Donato, insieme a RW Edizioni. Passate a salutarci, mi raccomando, e buona Lucca Comics a tutti !!!

Warner vara il sito dedicato all’agenzia segreta A.R.G.U.S.

Con l’imminente lancio della versione home video di Suicide Squad, che si appresta ad esordire in formato Ultra HD il 13 novembre e in Blu-ray il 13 dicembre sul mercato italiano, ed il prorompente battage pubblicitario dedicato al nuovo film della Justice League, per far immergere ancora di più i propri spettatori all’interno del DCEU la Warner Bros Pictures ha deciso di lanciare anche un nuovo sito web dedicato all’organizzazione conosciuta come A.R.G.U.S.

Già approdata su piccolo e grande schermo nella serie tv Arrow e successivamente in Suicide Squad, la A.R.G.U.S. è l’agenzia segreta del governo degli Stati Uniti che vigila sui soggetti con abilità speciali presenti sulla Terra, Metaumani su tutti, e che spesso agisce come supporto e collegamento alla Justice League.

Suicide Squad il film - Basato sul fumetto ideato originariamente da Robert Kanigher e Ross Andru nel 1959.

Suicide Squad il film – Basato sul fumetto ideato originariamente da Robert Kanigher e Ross Andru nel 1959.

Sul sito ufficiale (che trovate a questo indirizzo) al momento sono segnalati, all’interno dell’icona ARGUSE_SECURE, solo i membri della Task Force X (potete visualizzare le loro foto segnaletiche all’interno della apposita cartellina), ma molto presto saranno presenti anche i Metaumani, con tanti altri contenuti interessanti da visualizzare.
Nel frattempo, se siete curiosi di verificare le abilità di tutti i membri della Suicide Squad, vi invitiamo a venirci a trovare a Lucca Comics and Games presso il Batman Village (qui potete leggere un articolo dedicato) e qui trovate l’evento su Facebook. Nello spazio dedicato al nostro blog potete trovare anche il libro illustrato da autori italiani Dead xx Squad realizzato a mo’ di dossier, con tanto di schede su ogni membro della Squadra Suicida e tantissime informazioni specifiche.

Gli appassionati di Batman e Superman potranno poi trovare al nostro stand anche le ultime copie del Batman v Superman Concept Artbook.

Batman: Arkham VR

L’esperienza VR più attesa dai fan di Batman.

PlayStation VR e la VR in generale è una tecnologia completamente nuova (per quanto, a furia di parlarne, sia diventata quasi un pezzo da museo!) e molti brand (come ad esempio Tomb Rider e Project Cars) sono stati tradotti nel mondo virtuale, ma forse il nome più grande che si prepara a debuttare in questo nuovo territorio è Batman, o più precisamente, la serie Arkham di Rocksteady. Batman: Arkham VR è stato svelato all’E3 e da allora è diventato uno dei titoli VR più attesi, in quanto per la prima volta potremo vivere la fantastica sensazione di “essere Batman.” Quando abbiamo finalmente messo le mani sul prodotto finito, non vedevamo ovviamente l’ora di diventare il Cavaliere Oscuro e combattere qualche crimine.

Tuttavia non combatterete il crimine nel senso tradizionale in Arkham VR. Rocksteady ha chiarito che l’attenzione non è tanto rivolta al combattimento e al far fare testa e testa a due o più scagnozzi tra loro, come invece accadeva nei giochi del passato. Invece ricoprirete il ruolo di Batman nei panni del “più grande detective del mondo”, e il gioco sicuramente rende molto bene questa idea. Qui avete il compito di analizzare le scene del crimine, mettere insieme le informazioni e trovare soluzioni intelligenti ai problemi, portando alla luce un mistero che coinvolge non solo Batman, ma anche i suoi aiutanti Robin e Nightwing.

Spostare l’accento di una serie non è sempre facile, e talvolta si corre il rischio che si crei un po’ di imbarazzo, ma Rocksteady ce l’ha fatta alla grande con Arkham VR. Si trova a suo agio in questa identità di gioco detective e la soddisfazione data dalla risoluzione di un puzzle o di svelare un mistero riesce a sopperire perfettamente quella derivante dall’annientare un intero gruppo di teppisti in una scazzottata. L’aspetto ulteriore è che i giocatori riescono “realmente” a vestire i panni di Batman grazie alla VR, e questo aggiunge anche qualcosa di molto eccitante alla serie, senza far sentire la mancanza del combattimento.

Il gameplay, per la maggior parte del tempo, richiede di andare sulle scene del crimine e muoversi tra le diverse sezioni in modo statico, utilizzando la meccanica di risoluzione degli enigmi per riuscire ad avanzare. In questo modo il problema del movimento e della cinetosi riesce ad essere in qualche modo attenuato e in questo modo si dissezionano aree più piccole. Naturalmente, ogni postazione gode di una visuale a 360 gradi, così da avere una visuale completa della stanza e della situazione.

L’altro aspetto del gioco è il lavoro investigativo e il problem solving. Questi coinvolgono l’utilizzo di strumenti a vostra disposizione, che comprendono un rivelatore forense, una pistola rampino e i batarangs (una quantità illimitata), di interagire con l’ambiente e raccogliere indizi per aiutare la narrazione a procedere. Questi sono tutti facili e accessibili da usare, ma danno comunque una certa soddisfazione ai giocatori, senza far percepire loro l’idea che la risoluzione di un mistero sia eccessivamente facile. C’è anche abbastanza varietà per quanto riguarda le varie sfide che terranno occupati i giocatori, come ricostruire una sequenza di eventi o analizzare dei materiali presenti sulla scena.

Il mondo creato da Rocksteady e le immagini che usano per esprimerlo sono davvero eccellenti, e questo significa che non solo vi sentirete Batman, ma avrete anche la sensazione di essere a Gotham. I fan senza dubbio l’ameranno in quanto finalmente possono vedere luoghi iconici da vicino, e i loro dettagli sono davvero impressionanti. Hanno tutti un aspetto gradevole da un punto di visto visivo, anche quando ci si avvicina con il viso. A volte le cose sono un po’ sfocate se andate troppo vicini, come quando ad esempio bisogna scrivere appunti, ma questo è un difetto davvero minore e non influisce sull’esperienza in modo sostanziale.

La storia e la narrazione si sono rivelate un po’ ambigue. La storia parte molto bene, con un omicidio-mistero sin dalle prime battute e con la sua risoluzione, ma gli ultimi atti, e la conclusione in particolare, si sono rivelati molto strani e siamo rimasti sorpresi e un po’ confusi non appena hanno iniziato a scorrere i titoli di coda. Non voglio spoilerarvi cosa accade, ma dopo un’ora di gioco (che non è un problema, perché sapevamo della sua durata da tempo) siamo rimasti a guardare i credits dopo una sequenza che ci suggeriva ci sarebbe stato altro da fare. Non pensavamo sarebbe finito in quel modo e ci ha lasciato con un po’ di delusione.

Dopo aver completato il primo playthrough, però, vi attendono 30 sfide dell’Enigmista allocate nella campagna, offrendo un incentivo a giocare ancora. Sono particolarmente difficili e ci hanno richiesto più delle due ore e mezza previste per la lunghezza di Arkham VR. Alcuni di loro sono particolarmente impegnative, soprattutto quando dovete trovarle o coinvolgono enigmi oscuri (shock). Non appena riuscite a risolverli, però, otterrete nuovi veicoli, modelli di personaggi e molto altro, così oltre alla possibilità di esplorare il mondo in maggiore profondità, c’è sicuramente un incentivo a ripetere la campagna per risolvere queste sfide.

Tecnicamente, il gioco funziona bene e tutto fila liscio, ha solo qualche problema minore occasionale. A volte i controller Move non venivano rilevati nella posizione dove avrebbero dovuto essere, come estendere il braccio per sparare la pistola rampino, ma non è tanto la colpa del software. Una cosa che è un po’ strana è che le mani che si utilizzano nel gioco sono disincarnate. Forse hanno fatto questa scelta per contrastare i problemi di clipping, ma talvolta toglieva quel senso di immersione. Nel complesso, tuttavia, funziona bene come gioco VR, il monitoraggio dei movimenti è sufficiente tanto quanto il senso di immersione.

Il gioco può essere giocato con un controller DualShock 4 e un controller PlayStation Move, ma l’esperienza sarà fortemente limitata con il primo. Un DS4 consente solo di controllare un lato alla volta e bisogna guardare nella direzione in cui si vuole mirare, anziché mirare e guardare in direzioni diverse. Questo rende non solo la progressione più lenta, ma anche il gioco frustrante e più limitato. I controller PlayStation Move offrono un’esperienza di gran lunga migliore, danno la sensazione di avere mani reali nel gioco e rendono tutto più facile da usare, e più soddisfacente. Chiunque abbia lanciato un Batarang nella demo può confermarlo.

Quindi, nel complesso ci sono un sacco di elementi che renderanno felici i fan di Batman, e il gioco restituisce davvero la sensazione di vestire i panni del Cavaliere Oscuro. Questo, unita alla presenza dei vari nemici e alleati di Batman, lo rende un sogno che si avvera per un fan di Batman, ma la sua storia bizzarra lo ostacola, in qualche modo. E’ un buon gioco e uno dei titoli PSVR più gratificanti che si possono acquistare al momento del lancio, e sicuramente divertirà e affascinerà. Insomma, davvero imperdibile.

[Fonte: gamereactor]

Batman, giallo sul nuovo film: Ben Affleck svela il titolo ma poi fa marcia indietro

Lʼattore si era lasciato sfuggire “The Batman” come nome provvisorio, ma ha poi ritrattato la dichiarazione

Dopo “Batman v Superman: Dawn of Justice”, noi fans siamo già in attesa del nuovo capitolo che dovrebbe uscire nella primavera del 2018. A stuzzicare la curiosità ci ha pensato anche Ben Affleck, che durante la promozione del thriller ‘The Accountant’ ha svelato il titolo provvisorio del film: ‘The Batman’. A qualche ora di distanza ha però ritrattato, precisando a E! News che “ci riferiamo al film come ‘The Batman’, non ho detto che sia il titolo”.

Nell’intervista rilasciata all’Associated Press, l’attore aveva dichiarato “Il film penso che si chiamerà The Batman”. Alla reazione sorpresa del giornalista, per il titolo non così originale, aveva però precisato “Almeno questo è quello a cui stiamo lavorando, ma potrebbe cambiare”. In un intervento successivo Affleck ha però fatto marcia indietro, precisando che ‘The Batman’ è il nome con cui si riferiscono al progetto e che non si tratta del titolo provvisorio del film, anche se noi tutti eravamo già in possesso di questa informazione fin dal dicembre 2015.

Questa però non è la sola indiscrezione riguardo al nuovo capitolo. Ospite alla Goldman Sachs Communacopia Conference Jeff Bewkes, amministratore delegato di Time Warner, aveva infatti svelato che “Ben ha annunciato un film di Batman che sarà diretto, scritto e interpretato da lui. Credo che sarà pronto in un anno e mezzo”.

Nell’attesa di vederlo come protagonista assoluto nella primavera del 2018, gli estimatori di Affleck potranno gustarselo qualche mese prima sul grande schermo insieme agli altri supereroi, nel film di Zack Snyder “Justice League” (in uscita a novembre 2017). Dopo il successo della sua apparizione in “Suicide Squad”, Bewkes ha infatti annunciato che “Batman avrà un ruolo di primo piano in ‘Justice League’ e sarà molto d’aiuto al team”.

Batman interpretato da Ben Affleck

Batman interpretato da Ben Affleck

La nuova esperienza immersiva in 3D con la Suicide Squad

Il 29 luglio vi avevamo anticpato che il regista David Ayer e i suoi collaboratori hanno pensato bene di realizzare una sorta di esperienza incentrata sul 3D, per offrire agli spettatori l’opportunità di calarsi nei panni di alcuni membri della squadra della squadra Suicida. Qui trovate la notizia.
E’ news di tre giorni fa che Sky entra ufficialmente nell’era della realtà virtuale grazie al lancio della nuova Sky VR App.

Scaricabile gratuitamente su Google Play e App Store, l’applicazione propone un’ampia varietà di contenuti a 360 gradi, prodotti da Sky e prodotti dai partner Sky.

Nei prossimi mesi, Sky aggiungerà ulteriori funzionalità alla App che renderanno l’esperienza ancora più immersiva. Inoltre, per far conoscere l’esperienza della realtà virtuale al maggior numero di persone possibile, Sky regalerà migliaia di visori Google Cardboards a coloro che visiteranno lo Sky Backstage al The O2 dal 20 ottobre.

L’iniziativa è parte dell’impegno di Sky nell’ambito della realtà virtuale e dei suoi rapporti consolidati con Google. Al momento del lancio, la Sky VR app metterà a disposizione una ventina di diversi contenuti VR targati Sky, Disney, Fox Innovation Lab, Warner Brothers, Baobab Studios, Jaunt, Innerspace e Surround Vision.

La Sky VR App è disponibile già sui dispositivi mobili compatibili scaricabile da Google Play o da App Store. L’App permetterà agli spettatori di guardare contenuti VR altamente immersivi da Smartphone sia tramite i visori Google Cardboard oppure in 2D (360) senza l’utilizzo di alcun visore.

La App è compatibile anche con i visori Samsung Gear VR e Oculus Rift. Fra i contenuti disponibili al momento del lancio figurano: Star Wars: Red Carpet (Sky Cinema), per vivere le emozioni del red carpet dell’anteprima di Star Wars; ma soprattutto, per noi appassionati della DC Comics, in collaborazione con Warner Brothers: Suicide Squad – Squad 360 – gli spettatori avranno l’occasione di sentirsi un membro della Suicide Squad durante una scena del film. Qui potete vedere il filmato.

Nel frattempo la Warner Bros. Home Entertainment e la DC Entertainment hanno annunciato la data d’uscita in home video di Suicide Squad.
Il cinecomic di David Ayer arriverà sugli scaffali statunitensi nelle versioni Blu-ray Combo Pack (BD/DVD/Digital HD), 3D Blu-ray Combo Pack (3D BD/BD/Digital HD), 4K Ultra HD Combo Pack (4K UHD, BD, Digital HD) e i Edizione Speciale DVD da due dischi.

Tutte le edizioni in Blu-Ray conterranno sia l’Edizione Estesa di 13 minuti che quella cinematografica. Le edizioni DVD avranno invece solamente la seconda. In digital HD il 15 novembre, su supporto fisico il 13 dicembre.

Suicide Squad - Il movie poster

Suicide Squad – Il movie poster

 

Ben Affleck torna a parlare di Batman v Superman e ci introduce a The Batman

Warner Bros. e DC Films (qui trovate i prossimi film fino al 2020) proseguono la costruzione del DC Extended Universe, e piazzano ciclicamente alcune rivelazioni o teaser che stuzzicano le aspettative di noi fans. Di recente Ben Affleck è tornato a parlare anche di Batman v Superman ed ha affermato: “E’ interessante quello che è successo al film.E’ stato un film grandioso, un vero successo commerciale. Praticamente è stato visto più di tutti gli altri film della mia carriera messi insieme” ha scherzato l’intervista con FOX 5.

“Si tratta del più grande successo commerciale della mia carriera, ma ha ricevuto tanta negatività dal punto di vista editoriale. La cosa interessante è stata che il film non è stato necessariamente giudicato per l’esecuzione della messa in scena, ma per il suo tono. Da quel che ho capito, molte persone avrebbero preferito un tono più leggero per il film, e questo aspetto mi sembra particolarmente interessante.”

“Il tono di un film non ha nulla a che fare con la sua qualità. E’ soggettivo, giusto? Alcuni toni possono toccare me, ma lasciare te indifferente, oppure divertire me e offendere te. E credo che il tono del film fosse molto vicino al fumetto di Frank Miller (Il Ritorno del Cavaliere Oscuro) che ho adorato da ragazzo. Sono felice che in tantissimi siano andati a vedere il film e che gli sia piaciuto.”

Alla domanda se il film di Batman v Superman fosse piaciuto a lui, Affleck ha risposto: “Si. Si, ho amato il film di Zack. Credo sia un gran bel film, divertente ma anche toccante.”

Inoltre abbiamo scoperto che Joe Manganiello interpreterà Deathstroke nel film The Batman, dove interpreterà uno degli antagonisti (se non quello principale); ebbene, ora Ben Affleck, intervistato da Collider per il suo nuovo film The Accountant, è tornato a parlare del film, di cui sarà interprete, regista e co-sceneggiatore insieme a Geoff Johns (il suo intervento a Lucca Comics 2012).
L’attore ha confermato che il titolo del film sarà The Batman, come si vocifera ormai da più di un anno:
“Il film credo s’intitolerà The Batman. Almeno, è quello che abbiamo scelto in questo momento. Potrei anche cambiarlo… questo è tutto ciò che ho a disposizione, per ora. Stiamo lavorando sulla sceneggiatura, sta venendo bene, sono molto entusiasta”.

Collider gli ha inoltre chiesto per quale motivo abbia scelto Deathstroke come villain:
“È un cattivo grandioso perché… ho avuto semplicemente la sensazione istintiva che fosse adatto a lui. Sapete, ammiro molto quel personaggio, soprattutto il modo in cui hanno rifatto Deathstroke nei New 52, e ho pensato che potesse funzionare”.

Il personaggio di Deathstroke, alias Slade Wilson, è nato sulle pagine di Teen Titans i fumetti di Marv Wolfman e George Pérez pubblicati all’inizio degli anni ottanta dedicati al supergruppo capitanato da Robin, la spalla del nostro Uomo Pipistrello. Si tratta di un mercenario che si sottopose a un esperimento per amplificare le sue capacità fisiche, peraltro già notevoli grazie al suo addestramento nell’esercito. Nella versione dei New 52 lo ritroviamo già maturo, quando i suoi giorni di gloria sono ormai finiti, ma una particolare circostanza lo costringe a indossare nuovamente la maschera e reclamare ciò che gli appartiene di diritto. La scelta di un attore come Joe Manganello (39 anni) dimostra che Affleck è interessato proprio a questa incarnazione del personaggio: avremo quindi un Batman e un Deathstroke già maturi, in grado di giocarsela alla pari grazie all’esperienza.

Sappiamo che The Batman sarà ambientato, almeno in parte, all’interno dell’Elizabeth Arkham Asylum for the Criminally Insane, noto più semplicemente come Arkham Asylum e che potrebbero comparire molti avversari dell’Uomo Pipistrello (annunciati già qui). Fra di essi ci sarà certamente il Joker (Jared Leto) e anche J.K. Simmons nei panni del Commissario Gordon.

Joe Manganiello nel frattempo ha appena iniziato la sua preparazione fisica e teatrale.

The Batman uscirà nelle nostre sale tra “circa un anno e mezzo“, come dichiarato dal CEO di Time Warner.

Vi lasciamo in calce uno stralcio video dell’intervista.

Romics edizione autunno 2016 – Vent’anni e non sentirli

L’edizione autunnale del Romics 2016, festival internazionale per gli appassionati di fumetto, animazione, cinema e games, si è svolta tra il 29 settembre e il 2 ottobre invasa da fan dei fumetti e del mondo dell’animazione. L’evento è stato caratterizzato da un programma culturale di livello internazionale con prestigiosi ospiti, mostre, anteprime, eventi speciali, incontri con i responsabili dei più rilevanti festival internazionali, buyer e operatori del settore. Abbiamo potuto percepire un’atmosfera di quel mondo parallelo che da sempre appassiona i lettori dei comics.
Per la ventesima edizione del Romics 2016 è stato presente Moreno Burattini, padre di Cattivik, Zagor e Lupo Alberto, uno dei personaggi più amati dal pubblico italiano, lo storico illustratore di Dylan Dog, il mitico Gabriele Dell’Otto, e Davide Lopez, uno tra i grandi nomi del Comics 2016 e matita della DC Comics inventore del personaggio Fallen Angel. A tutti è stato conferito il Romics d’oro, il premio dedicato ai grandi maestri italiani e internazionali del fumetto, dell’illustrazione e del cinema.
Per quanto ci riguarda piu’ da vicino, siamo andati a curiosare tra le anticipazioni dello staff editoriale della Lion (qui una nostra intervista), la linea della RW Edizioni dedicata alla pubblicazione in Italia dei fumetti targati DC Comics, Vertigo e Mad, la quale non si è lasciata sfuggire l’opportunità di incontrare i lettori appassionati dei supereroi ‘migliori del mondo’ e di offrire qualche spoiler sui futuri, ma non troppo, piani editoriali.
Il coordinatore editoriale Salvatore Cervasio, nonchè presidente dell’Associazione Lettori Torresi, ha preannunciato che da gennaio 2017 saranno pubblicate a scaglioni le serie targate Rebirth (di cui sapremo qualcosa solo a Lucca Comics 2016), nuovo rilancio DC Comics che proporrà diverse storie con nuovi team creativi, incorporando alcuni elementi della continuity del precedente rilancio New 52.
Vi lasciamo qui di seguito alla conferenza tenuta dallo stesso Salvatore Cervasio, al quale abbiamo chiesto a fine conferenza anche qualcosa che riguarda Batman Europa (qui travate una video intervista agli autori).

Presso il padiglione 8 denominato Pala Romics nella sala Grandi Eventi e proiezioni, si e’ svolto nel pomeriggio di sabato 1 ottobre l’incontro con Gabriele Dell’Otto (da me personalmente seguito dal 1999 – qui trovate un riferimento) intervistato da Sabrina Perucca e un altro giornalista di cui mi sfugge il nome. Durante la chiacchierata svoltasi a 360° sul mondo dell’arte, delle tecniche usate e di tanti altri aneddoti, il buon Gabriele, ha dichiarato la sua passione viscerale per l’uomo pipistrello

e abbiamo colto l’occasione di rivolgergli qualche domanda circa il suo nuovo portfolio in tiratura limita di 100 copie, dedicato proprio al Crociato Incappucciato.

Gabriele, solo per il nostro obbiettivo, ha voluto dedicare un pensiero a tutti i disegnatori emergenti che hanno paura di non farcela. Sentite un po’ qui.

Abbiamo visitato per voi anche il Movie Village, l’area curata da Max Giovagnoli con la proiezione di ben 23 trailer di film, tra cui i titoli Warner di prossima uscita, come Wonder Woman, Lego Batman, Justice Legue.

Si ringrazia la modella e cosplayer Valentina Zannelli (questa la sua pagina Facebook) che vedete qui sotto nei panni di  Kara Zor-L mentre ha in mano il libro illustrato a tiratura limitata Batman v Superman Concept Artbook.

Power Girl interpretata da Valentina La Quenny Zannelli

Power Girl interpretata da Valentina La Quenny Zannelli

ROBIN WAR, il bat-evento del Dc You ! ( Recensione )

LO PUOI LEGGERE SU: Batman Il Cavaliere Oscuro n.45, 47-48 ; Batman n.51-52 ; Giovani Titani/Cappuccio Rosso n.28 ( spillati RW-Lion )

AUTORI: Tom King, Khary Randolph, Jorge Corona, Scott McDaniel, Carmine Di Giandomenico, e AA.VV.

robinwar_001-002_cvr_bermejo

SINOSSI:  Il movimento giovanile chiamato Noi siamo Robin si sta espandendo sempre di più, apparentemente senza controllo. Un sedicente “Robin” infatti tenterà di sventare una rapina che però finirà parecchio male, causando la morte sia del rapinatore che dell’agente intervenuto sul posto. Questo scatenerà un acceso dibattito sul pericolo che possono provocare dei giustizieri mascherati inesperti e si arriverà addirittura ad una sorta di “legge marziale” anti-Robin. Tutti gli aiutanti dell’Uomo Pipistrello, vecchi e nuovi, saranno quindi coinvolti in una caccia all’uomo da parte delle forze dell’ordine, dietro cui si nasconde un piano molto più complesso e diabolico, ordito da una setta ben nota ai fan del Batman New 52….

 

PRO: Una saga corale, che coinvolge tutti i Robin attualmente in circolazione ( e non sono pochi…! ), facendoli interagire in maniera coinvolgente e spesso anche ironica. Da segnalare soprattutto il primo incontro/scontro tra l’irruento Damian e i suoi nuovi emuli, e quello con Bat-Gordon.

Anche Dick Grayson, “capostipite” dei Robin, ricopre inevitabilmente uno dei ruoli più intensi e significativi all’interno della vicenda.

CONTRO: La storia punta tutto sull’azione e poco sulla componente più drammatica e introspettiva, mentre insiste fin troppo sul senso di appartenenza al simbolo del Pettirosso e ciò che rappresenta ( si perde il conto di quante volte viene pronunciata la frase: “Io sono Robin” ).

Come per quasi tutti gli eventi di casa Dc c’è molta discontinuità a livello grafico, con un’alternanza in certi casi anche di cinque o sei disegnatori all’interno della stessa storia. A quanto pare  sembra essere l’unico metodo che hanno per accorciare i tempi di consegna.

 

GIUDIZIO COMPLESSIVO: Con Bruce Wayne/Batman fuori gioco, causa amnesia, era quasi scontato che l’attenzione degli autori si spostasse verso la sua famosa spalla e i tanti vigilanti mascherati che affollano le strade di Gotham. Considerando anche il debutto della nuova serie di Lee Bermejo Noi siamo Robin, che ha introdotto un nutrito gruppo di emuli del Ragazzo Meraviglia, la saga Robin War vuole fare un po’ il punto su tutti i Pettirossi attualmente in circolazione e metterli a confronto.

La figura di Robin si è sempre saputa rinnovare, grazie anche a personalità diverse che ne hanno indossato il mantello nel corso degli anni. Alcuni di loro nel frattempo sono cresciuti e maturati,distaccandosi dal loro mentore e sviluppando una propria identità, mentre altri sono ancora molto giovani e alle prime esperienze. Un parterre di personaggi così ricco e sfaccettato è già di per sé una base di partenza ideale per costruire una buona storia, visto che il solo fatto di averli a disposizione tutti insieme e farli interagire permette di creare tante dinamiche interessanti e mettere in luce il loro grande potenziale narrativo.

Tom King, attuale scrittore di Grayson e prossimamente anche di Batman, dimostra di saper sfruttare questo potenziale, elaborando sceneggiature molto dinamiche e avvincenti, che puntano soprattutto sull’azione pura e il confronto tra i protagonisti, dove spicca in particolar modo il senso di responsabilità di Dick Grayson nei confronti dei suoi successori e l’evoluzione di Duke Thomas, componente di spicco dei nuovi Robin, che grazie al suo eroismo e alla sua determinazione sta dimostrando di guadagnarsi a pieno titolo il simbolo che indossa.

Se siete fan del Ragazzo Meraviglia, dunque, questo è il momento migliore per seguire le testate dell’Uomo Pipistrello, fintanto che non ritornerà in pianta stabile nel Rebirth. Saghe come Robin War e Batman & Robin Eternal per fortuna riescono ad intrattenerci e divertirci senza far pesare troppo l’assenza del Cavaliere Oscuro, per cui onore al merito a Snyder, King e agli altri bat-scrittori del DC YOU.

 

VOTO: 7 ½

 

GALLERY:

 

Marco “Spider-Ci” Novelli