Cosplay Poison Ivy di Ginevra

Mi chiamo Ginevra, Gin per gli amici, e ho 21 anni. Faccio cosplay da quasi 3 anni, ma Poison Ivy è il mio primo costume della DC comics.
Sono cresciuta leggendo fumetti, e Ivy è sempre stata una delle mie femme fatale preferite! Ho deciso di ispirarmi a un costume indossato da Uma Thurman nel film Batman & Robin, mi era rimasto impresso fin da piccola, era veramente bellissima!

image

Ginevra - Poison Ivy primo piano

Il costume è complesso anche se forse non sembra, quindi mi ci è voluto un po’ per metterlo insieme. Di solito preferisco modificare cose che ho già in casa per i miei costumi, per contenere i costi, ma per questo costume ho anche comprato alcuni materiali (le foglie finte per esempio!).
Per realizzarlo ho modificato un body verde, tagliando le spalline e cucendogli un reggiseno dentro per dargli una forma migliore, poi ho cominciato con l’ingrato compito di cucirci sopra tutte le foglie, una alla volta, a mano, perché altrimenti il body non sarebbe rimasto elastico, ma soprattutto perché non so usare la macchina da cucire! Per fortuna mia madre è un’ottima sarta, mi sostiene sempre e mi aiuta nella realizzazione di tutti i miei costumi. In questo caso mi ha aiutato a cucire il mantello, che non indosso in queste foto perchè faceva troppo caldo.

image

Io sono lo strumento della natura! il suo spirito! La sua volontà! Anzi, sono io Madre Natura, ed è giunto il momento che noi piante riprendiamo il mondo che è nostro di diritto! Perché non è carino prendersi gioco di Madre Natura. (Poison Ivy)

La parte più difficile per me da realizzare sono state le sopracciglia finte. Inizialmente le avevo fatte semplicemente incollando insieme alcune delle stesse foglie che ho usato anche per il body, ma non facevano l’effetto che avrei voluto, quindi le ho rifatte da zero: ho disegnato la sagoma guardando la forma che hanno nel film, poi le ho ritagliate da due pezzi di stoffa verde e le ho coperte con le foglie mantenendo la sagoma, infine le ho dipinte di un verde più chiaro e ho aggiunto dei brillantini.
Per il trucco ho voluto tenere le tonalità delle sopracciglia, e dopo aver cercato ispirazione su internet e aver sperimentato vari tipi di trucchi, ho deciso di optare per un look minaccioso ma sensuale, con l’eyeliner nero molto marcato a coda di rondine, e l’ombretto verde menta su tutta la palpebra, che sfuma in un verde leggermente più scuro verso l’esterno. Il fotografo che ha scattato queste foto (su FB Enrico-G-Munari-Ph) mi è stato presentato da una mia amica che fa il cosplay di Harley Quinn (la sua pagina FB: harleensunflower), quindi non lo conosco da molto. Non sono mai del tutto a mio agio davanti all’obiettivo, ma Enrico è molto alla mano ed è bravissimo a capire quando scattare e da che angolazione. Ho potuto esprimere il mio personaggio al meglio grazie a lui!
Ho in programma altri due cosplay DC, uno sarà Black Canary e l’altro per ora è un segreto!

image

Come ho detto alla signora Freeze, quando ho staccato la spina: "Qui l'unica femmina sono io"! (Poison Ivy mentre combatte contro Batgirl)

Annunci

Il cosplay di Harley Quinn di Michelle

Ciao a tutti! Sono Michelle, conosciuta anche come Mishy, Harley o Misheru e ho 18 anni.

image

Ho iniziato a fare cosplay quasi 4 anni fa. Sono un’amante del Giappone e cerco sempre di osservare ogni singolo dettaglio per realizzare un cosplay, esattamente come fanno in Giappone. Sono partita con Hatsune Miku, poi mi sono “evoluta” continuando con Kaito Shion, Kaiko Shion, Kuraito Shion (tutti Vocaloid) e Harley Quinn, il personaggio che ora interpreto di più (già uno americano xD). Fin da piccola seguo Batman, e fu così che vidi nella serie animata, di Paul Dini, Harley Quinn. Ho sempre adorato il personaggio di Joker e finalmente ho avuto l’opportunità di avvicinarmici cercando di imitarla il più possibile.

image

Ad aiutarmi coi costumi è mia madre (Simona Branca), mi trova i vestiti, li sistema, li fa da sola dalla testa ai piedi e ha un’inventiva ottima per fare i cosplay. Le stoffe le trovo sempre con l’aiuto di mia madre, che sapendo cucire mi sa consigliare quale stoffa sia meglio usare per determinate cose. Ad esempio il primo vestito che mia madre mi cucì era interamente di raso leggero e il collare era di cotone. Per la seconda versione invece il vestito lo abbiamo trovato con molta fortuna, abbiamo scelto di sistemarlo con del pizzo rosso e nero in fonso al vestito e il collare me lo ha rifatto con una stoffa più pesante e con un papillon dello pizzo di cotone rosso e nero. La parrucca bionda abbiamo dovuto risistemarla tutta, da più lunga e riccia l’abbiamo trasformata a più corta e completamente liscia, anche se abbiamo unito due parrucche diverse (nella prima versione non usavo parrucche, mi facevo i codini quando avevo ancora i capelli fucsia e neri *nelle foto la parte fucsia appariva quasi rossa*). Mentre per gli accessori ci metto naso un po’ anche io. Abbiamo creato due martelli abbastanza diversi fra loro, uno un po più grande dell’altro, con dei barattoli di sott’oli, bastoni per le scope e tanta colla xD. Sono sempre dell’idea che sia meglio fare i propri cosplay in casa, è più divertente e ti lega di più a questo hobby, anche se è innegabile che certi costumi comprati siano spettacolari.

image

Io invece mi occupo del trucco. Quello di Harley Quinn normalmente mi impegna circa 20-30 minuti (la fortuna è anche nell’avere una maschera che copre metà volto), ma da sempre il suo da fare. Avendo lineamenti grandi di natura, metà del lavoro è fatto

image

È stato proprio l’evento del Rimini Comics del 2013 ad aiutarmi a farmi un nome, un’opportunità che mi ha aperto la strada a cose più importanti; photoshoot, interviste ecc.. Attualmente ho fatto solo due versioni di Harley ma molto personali e sto progettando la terza per il Rimini Comics 2014, incrocio le dita sperando che tutta vada come l’anno scorso!

Se vi va di darci un’occhiata, seguitemi su Misheru Mishy Cosplay ^^

Batman vs. Superman: vota la voce

BlackmaskWF nel forum dedicato al doppiaggio e i doppiatori di Antonio Genna suggerisce il suo cast di attori italiani che, secondo il suo pare dovrebbero portare sul grande schermo italiano il nuovo film “Batman vs. Superman: Dawn of Justice” di Zack Snyder che uscira’ il 05.05.2016 edito dalla Warner Bros.

Proponete il vostro cast di attori per il doppiaggio in italiano.

Proponete il vostro cast di attori per il doppiaggio in italiano.

Henry Cavill – Superman / Clark Kent – Gianfranco Miranda

Ben Affleck – Batman / Bruce Wayne – Fabio Boccanera / Danilo di Martino /Andrea Ward

Gal Gadot – Wonder Woman / Diana Prince – Emanuela D’Amico / Francesca Manicone

Jesse Eisenberg – Lex Luthor – Daniele Natali / Gabriele Lopez

Jeremy Irons – Alfred – Luigi La Monica

Amy Adams – Lois Lane – Ilaria Latini

Laurence Fishburne – Perry White – Massimo Corvo

Diane Lane – Martha Kent – Roberta Pellini

Holly Hunter – ? – Cinzia de Carolis / Roberta Paladini

Callan Mulvey – ? – Alessandro Budroni

Tao Okamoto – ? – Roberta de Robert

Ray Fisher -Cyborg / Victor Stone – Francesco Cavuoto

Noi ci siam portati avanti…

Ma diteci i vostri preferiti per ogni ruolo…

Stefano e Francesca Manicone possibile voce di Wonder Woman/Diana Prince?

Stefano e Francesca Manicone possibile voce di Wonder Woman/Diana Prince?

Batman: The Animated Series: le action figures

Gli episodi che abbiamo visto negli anni ’90 ella serie “Batman: The Animated Series” e anche della serie Batman – Cavaliere della notte (The New Batman Adventures) tornano a regalarci i brividi della giustizia del cavaliere della notte, attreverso una nuova linea da collezione della DC Comics che presto immettera’ sul mercato.
Siamo in grado di darvene un’anteprima.
Diteci le vostre impressioni.

BTAS_s2_Robin_af BTAS_s2_The_Joker_af TNBA_s1_2face_af TNBA_s1_freeze_af TNBA_s2_ivy_af

Napoli Comicon 2014

Napoli Comicon – Sabato 3 Maggio 2014
E’ terminata la lunga maratona (1-4 maggio 2014) del celebre Festival del fumetto, del gioco e della cultura pop Napoli Comicon: alla sua XVI edizione il celebre Festival del fumetto, del gioco e della cultura pop-passione e divertimento, ha visto, come al solito grandi ospiti, tantissimi eventi e opportunità. Queste le coordinate che hanno animato da sempre il Festival napoletano, che da ben sedici anni ha l’onore di aprire la stagione fieristica dedicata alle nuvole parlanti.
La convention ha sempre pensato in grande ottenendo fin da subito un’incredibile risposta di pubblico: merito degli ospiti di caratura internazionale, dei blogger più cliccati del momento, degli ampi spazi dedicati al fumetto, al gioco organizzato, alla fantascienza, ai videogiochi oltre che agli esplosivi eventi dedicati ai cosplayer.
Il manifesto della fiera vede la fotografia di una sala del cinema con in prima fila l’uomo ragno e la sua ragazza al fianco, circondati da altri cosplay.
La fiera ha proposto anche le espressioni della straordinaria cultura orientale, soprattutto giapponese (ma non solo) grazie all’Associazione Ochacaffè che ha portato per la prima volta in Italia un gruppo di vere idol.
La cornice della manifestazione è stata, come sempre, la bella città di Napoli.
L’invasione dei tanti espositori giunti da tutta Italia ha permesso l’assalto della Mostra d’Oltremare, infatti c’e’ stata una vera e propria ‘epidemia’ di fumetti e manga! Inoltre abbiamo assistito a dibattiti e conferenze a 360 gradi sul mondo dei comics e della cultura pop, per un weekend davvero unico e imperdibile.
Chi è rimasto a casa e non ha vissuto in prima persona la fiera può recuperare alcuni istanti di magia tuffandosi nella nostra gallery. Immancabili, alcuni degli autori del nostro Batman Silent Book, che non mi stanchero’ mai di ringraziare e di supportare, per la loro immensa bravura e quindi oltre ad Elena Casagrande, ricordiamo Umberto Giampa’ (che ho avuto modo di conoscere personalmente), Tina Valentino, Daniela Di Matteo, Luca Maresca, Andrea Olimpieri.

Da sx: Luca Maresca, Daniela Di Matteo, Tina Valentino

Da sx: Luca Maresca, Daniela Di Matteo, Tina Valentino